BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Effetto Zingonia, a Bergamo boom di case all’asta: una ogni 32 famiglie

Nel 2018 sono più di 9mila. Un numero significativo di esecuzioni immobiliari interessa i comuni di Ciserano, Verdellino e Osio Sotto

La provincia di Bergamo, che conta oltre un milione e centomila abitanti, con 9.499 esecuzioni immobiliari ha un rapporto famiglie-case all’asta allarmante: una casa all’asta ogni trentadue famiglie.

Il dato emerge dal “Report Aste” di Astasy srl, società che partecipa all’azionariato Npls Re Solutions del Gruppo Gabetti, secondo cui sono state oltre 245.100 le aste immobiliari in Italia nel 2018. Al primo posto per numero di esecuzioni la Lombardia con il 19,46%, a seguire la Sicilia (9,77%), Veneto (7,96%), Piemonte (7,98 %) e Lazio (6,88%).

Il report evidenzia come il dato bergamasco sia dovuto al numero “di esecuzioni immobiliari in comuni periferici a Bergamo con una concentrazione elevata nei comuni di Ciserano, Verdellino e Osio Sotto, nella zona chiamata Zingonia, dove un ampio agglomerato di abitazioni concentra un numero spropositato di immobili all’asta, tanto da essere in asta condomini interi, frutto anche di degrado metropolitano, che le istituzioni locali stanno, seppur con fatica e molto coraggio, cercando di porre tamponi al problema di quelle aree”.

Operazione Zingonia libera

Leggermente inferiore al dato registrato nel 2017 dove la aste pubblicate nella bergamasca sono state 9.639, già lo scorso anno si sottolineava la concentrazione di esecuzioni immobiliari in alcuni piccoli comuni del centro sud della provincia. Di questi dati, e dell’incidenza che gli stessi hanno avuto nell’economia locale, la società che ha curato il rapporto ne ha parlato nella trasmissione su Rai Tre “Ricchi e poveri” condotta da Gad Lerner del 26 novembre 2017,

Da oltre cinque anni – sottolinea il report – la Lombardia si distingue dalle altre regioni per esecuzioni immobiliari e procedure concorsuali. Con oltre il 16% della popolazione italiana che vi risiede, anche nel 2018 la Lombardia si riconferma la prima regione italiana come numero con 47.694 esecuzioni pubblicate lo scorso anno, un aumento di quasi il 9% delle pubblicazioni.

Nel dettaglio, per quanto riguarda le altre province lombarde Milano ha il maggior numero di esecuzioni immobiliari di tutta Italia. Sono 10.363 le aste pubblicate nel 2018, pari al 4,23% delle esecuzioni immobiliari in Italia, con una particolare concentrazione in alcuni piccoli comuni della periferia est della provincia. Stabile Mantova, praticamente allineata all’anno precedente. A Como ogni 87 famiglie, una ha la casa all’asta; a Milano-Brianza una ogni 76 per l’ 1,30% di esecuzioni. Numeri preoccupanti se si pensa che la media nazionale è di una ogni 75 nuclei famigliari. A Sondrio una casa all’asta ogni 70 famiglie, a Lodi una ogni 63, a Cremona una ogni 58. A Lecco una casa all’asta ogni 57 famiglie, a Varese una ogni 56, a Brescia una ogni 50 famiglie pari al 2,81%. Chiude Pavia con una casa all’asta ogni 38 famiglie.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.