Sud tirolo

Il mondo è meno dolce: è morto Armin Loacker, il re dei wafer

Armin Loacker, 78 anni è morto lunedì 21 gennaio a Bolzano.

Armin Loacker, 78 anni è morto lunedì 21 gennaio a Bolzano. Figlio del fondatore dell’omonimo marchio, con la sorella Christine portò l’azienda al successo internazionale creando l’impero dei wafer. L’azienda altoatesina attualmente conta un migliaio di dipendenti con un giro d’affari di 330 milioni, oggi vede alla guidata i figli di Armin, Andreas e Martin Loacker, e il nipote Ulrich Zuenelli.

La Loacker è stata fondata nel 1925 da Alfons Loacker, le specialità sono i wafer e il cioccolato. L’azienda di famiglia è cresciuta negli ultimi 90 anni da una piccola pasticceria a Bolzano fino a diventare un marchio di fama mondiale, i cui prodotti vendono in oltre 100 Paesi. Nel corso del tempo, la azienda familiare si è evoluta da piccola pasticceria Loacker a marchio conosciuto in tutto il mondo e presente in oltre 100 paesi. Oltre ai due stabilimenti produttivi, Loacker gestisce anche sette Loacker Stores (uno presente anche ad Oriocenter).

Nel 2017 sono stati prodotti complessivamente 876 milioni pezzi e ogni giorno vengono lavorate 5 tonnellate di nocciole tostate. Sul podio dei paesi che consumano più wafer Loacker alle spalle dell’Italia, a sorpresa, si piazzano l’Arabia Saudita e il Corea del Sud.

“Con Armin Loacker perdiamo uno dei pionieri della nostra economia. Negli anni 60 è entrato nell’impresa del padre Alfons e assieme ai suoi fratelli l’ha trasformata da piccola pasticceria in un’azienda di successo a livello internazionale” afferma in una nota Federico Giudiceandrea, presidente di Assoimprenditori Alto Adige che aggiunge “Proprio la sua volontà di investire sull’Alto Adige e di crescere sui mercati internazionali puntando su qualità e innovazione continua, ha fatto di Armin Loacker, assieme alla sua famiglia, uno degli imprenditori guida del nostro territorio. Loacker oggi è sicuramente uno dei marchi altoatesini più conosciuti e un ambasciatore del made in Alto Adige in tutto il mondo». Al Ricevimento degli Imprenditori del 2018 Armin Loacker è stato insignito assieme alla sorella Christine Zuenelli-Loacker del premio “Una vita per l’economia”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI