• Abbonati
Verso il voto

La sinistra cerca un nuovo candidato “Per un’altra Bergamo”

Discussione aperta e posizioni divergenti tra le anime della sinistra cittadina che non si riconosce nel Pd

A quattro mesi dalle elezioni amministrative che decideranno il nuovo sindaco di Bergamo, la partita è tutt’altro che conclusa, anzi. L’unico giocatore in campo per ora è il sindaco uscente mentre gli altri schieramenti sono alla ricerca del loro candidato di punta.

Oltre alla Lega, a Forza Italia, ai 5 Stelle anche una parte della sinistra cittadina sta costruendo una lista con un proprio candidato sindaco, distante da Giorgio Gori.

Le prime riunioni si sono svolte nei giorni scorsi e i documenti portati all’attenzione delle varie anime della sinistra extra Pd sono in fase di modifica: il prossimo appuntamento è l’assemblea in programma sabato 26 gennaio.

Tra i tanti dubbi una certezza, almeno così annunciata: Potere al Popolo non intende partecipare alla costruzione della lista e probabilmente nemmeno alla tornata elettorale.

Il dibattito verte sull’opportunità o meno di creare una lista concorrente del sindaco uscente Giorgio Gori anche se una buona fetta dei convocati è decisamente schierata per un’alternativa all’amministrazione uscente. Ed è questa probabilmente la linea che prevarrà, sostenuta con forza dagli ex assessori della giunta Bruni Fausto Amorino e Francesco Macario, da Paolo Scanzi, da Rifondazione comunista e da Luciano Ongaro ma sulla sua sottoscrizione a questa lista ci sono ancora delle riserve.

Tuttavia non manca chi vuole, sì candidare un nuovo nome rispetto a Gori, ma che in un eventuale ballottaggio non se la sente di non sostenere l’attuale primo cittadino, sempre che si arrivi al secondo turno e non ci sia un vincitore già il 26 maggio.

Intanto AlternaInsieme ha lanciato un appello per convocare un’assemblea il prossimo 26 gennaio in via Furietti Per un’altra Bergamo: “Siamo cittadine e cittadini preoccupati per il futuro della nostra società e della nostra città, ci anima una grande passione civile e sociale, impegnati responsabilmente e attivi nella vita sociale cittadina in comitati, associazioni, gruppi, movimenti, crediamo nella politica come strumento di servizio a tutta la comunità. Le prossime elezioni amministrative cittadine sono quindi un’occasione importante anche se non esclusiva né esaustiva, ma che possono essere utili, per mettere a frutto e collegare in rete esigenze di quartiere, emergenze sottovalutate, battaglie ambientali, conflitti sociali e problematiche non soddisfatte”.”

Intanto sembra che sia in preparazione una ulteriore lista a sinistra che si apparenterà con Gori unendosi a lui senza proporre un nuovo nome. Lo scenario probabile è quello dell’ennesima spaccatura, con una sinistra frantumata.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
paolo berizzi
Bergamo
La sinistra anti-Gori vuole il giornalista Paolo Berizzi, ma lui declina
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI