BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maltrattò e minacciò una 91enne invalida: badante condannata a 4 anni e 10 mesi

Tutto era nato dalla denuncia di alcuni vicini di casa che la sentivano urlare e piangere. All'anziana sarebbe anche stata sottratta una somma pari a 160mila euro

L’avrebbe maltrattata e minacciata per anni, impossessandosi di oltre 160mila euro. Vittima un’anziana di 91 anni residente in via Quarenghi a Bergamo, invalida e rimasta vedova. Per questo, mercoledì 16 gennaio, il giudice Anna Ponsero ha condannato a quattro anni e dieci mesi di reclusione (l’accusa aveva chiesto una condanna inferiore, a quattro anni) una badante ucraina di 45 anni.

I fatti risalgono a un paio di anni fa, precisamente al febbraio 2016. Tutto era nato dalla denuncia di tre vicini di casa della 91enne, che la sentivano spesso urlare e piangere.

Poche settimane prima dell’arresto della badante, gli agenti della polizia locale erano entrati nell’appartamento per controllare le condizioni nelle quali l’anziana viveva e – stando a quanto raccontato durante il processo – l’avevano trovata in un appartamento sporco, in condizioni igieniche precarie.

Il 24 febbraio 2016 l’arresto. Per l’accusa, la badante aveva costretto più volte la 91enne a uscire di casa anche con il freddo, la pioggia e la neve.

Secondo il legale difensore dell’imputata, l’avvocato Francesca Morandi – che aveva chiesto l’assoluzione della sua assistita – i vicini di casa avevano solamente riferito di aver sentito delle urla. Inoltre, il medico di base della 91enne non avrebbe mai riscontrato lesioni o sporcizia addosso all’anziana.

Quanto ai soldi spariti, sempre per il legale era stata la badante a pagare il debito di 10mila euro che la signora avrebbe accumulato con il condominio, perché spendeva più di quanto aveva.

L’avvocato, inoltre, aveva chiesto che un contabile esperto effettuasse degli incroci sui conti correnti della 91enne, per accertare se la badante si fosse appropriata del suo denaro. Il giudice ha però respinto la sua richiesta.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.