Quantcast
Superiori, la guida alla scelta: "Liceo delle scienze umane, per scoprire e scoprirsi" - BergamoNews
La terza puntata

Superiori, la guida alla scelta: “Liceo delle scienze umane, per scoprire e scoprirsi”

Dopo le prime due "puntate" con il linguistico e lo scientifico, la guida all'orientamento di BGY per scegliere la scuola superiore oggi dà voce a Guido, 18anni e studente all'ultimo anno del Liceo Paolina Secco Suardo di Bergamo

Dopo le prime due “puntate” con il linguistico e lo scientifico, la guida all’orientamento di BGY per scegliere la scuola superiore oggi dà voce a Guido, 18anni e studente all’ultimo anno del Liceo Paolina Secco Suardo di Bergamo. Scopo di questa rubrica è quello di rispondere alle numerose domande degli studenti di terza media che, entro il 31 gennaio, devono prendere una delle decisioni più importanti della loro vita e, forse, grazie alle testimonianze di ragazzi e ragazze che hanno dovuto già fare i conti con questa decisione, i dubbi saranno minori così come le preoccupazioni.

Il Cervello è più esteso del Cielo.
(Emily Dickinson)

Caro ragazzo/a delle medie,

Con l’inizio del nuovo anno, tu come altri milioni di persone in Italia e nel mondo, sarai chiamato a compiere una scelta che, tuo malgrado, determinerà irreversibilmente il corso e gli sviluppi della tua vita, e cioè la temutissima SCELTA DELLA SCUOLA DA FREQUENTARE dopo gli anni felici delle medie. Infatti, che tu scelga un istituto tecnico, un liceo, un professionale o altro, ti toccherà passare almeno ancora due anni piegato sui libri, visto l’obbligo delle leggi italiane.

Poco ansiosa come situazione no?

Beh, ciò che voglio fare oggi è illustrarti al meglio le caratteristiche, i programmi e i miei giudizi personali riguardo l’indirizzo che frequento, ossia quello socio-psico-pedagogico (più comunemente detto delle “scienze umane”).

Il liceo, come avrai intuito, prende il nome dalle sue materie d’indirizzo, ossia pedagogia, psicologia e sociologia (senza contare poi l’antropologia, anch’essa parimenti importante), che occuperanno 4 ore della settimana nel biennio, per poi diventare 5 nel triennio. Durante il percorso che affronterai in queste materie, ti sarà richiesta un’immersione totale all’interno della mente umana, portandoti così a scoprire lati degli altri, e probabilmente anche di te stesso, sconosciuti e mai visti prima. Con Freud imparerai che nulla all’interno della nostra psiche avviene per caso e che ogni nostra azione è in funzione della libido (come dargli torto…), con Jung capirai il funzionamento dell’inconscio collettivo e che la vita dell’individuo non è altro che un percorso, chiamato processo di individuazione, di realizzazione del sé personale a confronto con l’inconscio individuale e collettivo ed infine, giusto per citarne tre, con Jean Piaget comprenderai che la conoscenza non è altro che un processo di costruzione continua ed irrefrenabile.

E questa è solo la psicologia, figurati quante scoperte sorprendenti farai quando studierai le scimmiette orfane di Harlow in pedagogia, la società liquida di Bauman in sociologia o la popolazione dei Kaluli in antropologia e tantissimo altro ancora che non ti dico per non rovinare la sorpresa. Il tutto poi sarà condito dal temibile latino, in fondo non così brutto come lo dipingono, dall’italiano e dalla letteratura, dalla matematica e da tutte le altre materie canoniche, con anche una spruzzatina di diritto ed economia per i primi due anni, dando così allo studente una conoscenza che, seppur generale, gli permetterà di comprendere nozione del mondo della finanza e della giurisprudenza.

Ci sarebbe molto altro da dire ma, per non annoiarti oltre, concluderò l’articolo augurandoti semplicemente di vivere il liceo al meglio: divertendoti come mi sono divertito io in questi anni (sono davvero così vecchio?), studiando con attenzione e metodo (senza però esagerare), scoprendo piano piano te stesso e la tua strada nel mondo e, forse, in questo le scienze umane è la scelta che più ti può aiutare a scoprirlo.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
alberghiero
La quarta puntata
Scuola, la guida di BGY nella scelta delle superiori: “Perché l’alberghiero?”
mano robotica
La quinta puntata
Scuola, guida alla scelta del futuro: “I miei pro e contro per l’istituto tecnico”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI