• Abbonati
L'intervista

Anche la bergamasca Beatrice Bonfanti a Take me out: “Cerco un ragazzo forte” fotogallery

La 24enne di Bergamo è tra le ragazze che partecipano alla nuova stagione del programma televisivo “Take me out" in onda su Real Time

Beatrice Bonfanti, 24enne di Bergamo, è tra le ragazze che partecipano alla nuova stagione del programma televisivo “Take me out, che ha preso il via martedì 8 gennaio alle 21.10 su Real Time.

Il people show, condotto da Katia Follesa, prevede dieci puntate in prima serata. La giovane bergamasca, studentessa di economia all’università di Bergamo e modella, ha dichiarato che il suo fidanzato deve avere un carattere forte. L’abbiamo intervistata per saperne di più e avere le sue impressioni su questa esperienza.

Beatrice Bonfanti

Come è nata l’idea di partecipare a Take me out?

Uscivo da una storia finita male e volevo mettermi in gioco, soprattutto per il mio carattere, in un contesto magari diverso da quello reale. Sicuramente non sono andata lì per trovare l’uomo della mia vita, perché so di poterlo incontrare fuori. Ho partecipato alla trasmissione specialmente per sfidare me stessa e la mia personalità, visto che sono abbastanza timida.

Ed è stata soddisfatta?

Si, ho visto che riesco a reggere determinati tempi televisivi. Questa esperienza mi è piaciuta e mi ha aiutata a crescere, infatti spero di ripeterla, non necessariamente in un team show ma anche in altri contesti: mi sono trovata a mio agio e mi piacerebbe effettuare altre apparizioni televisive. Io provengo dal mondo della moda e generalmente le modelle sono molto impostate dal punto di vista della presenza scenica: questa trasmissione mi è servita per sbloccarmi e a sciogliermi per esempio nel ballo.

Come è iniziata la sua esperienza a Take me out?

Lo scorso luglio mi sono recata a Milano per partecipare al casting e subito ho avuto la sensazione che fosse andata bene: ho visto che erano interessati alla mia figura. Mi hanno rivolto alcune domande per capire che tipo di personalità ho, i miei hobbies, cosa faccio nella vita, domande sulle mie relazioni, su come mi sarei rapportata con un uomo più grande di me, le esperienze positive o negative che ho vissuto.

E ci racconti un po’ di lei

Studio economia all’università di Bergamo e faccio la modella lavorando per due agenzie: svolgo attività di indossatrice, anche bikini, e di hostess per fiere ed eventi. Ho cominciato a muovere i primi passi nel mondo della moda per caso. Un giorno, due anni fa, mi trovavo vicino al duomo di Milano e mi ha fermato un talent scout che mi ha lasciato il suo biglietto da visita chiedendomi di partecipare a un casting. L’esito è stato positivo e tutto è iniziato. La moda mi è sempre piaciuta e sono una ragazza abbastanza appariscente nel vestire, non abbandono mai i tacchi e quando cammino mi piace essere guardata.

Quali sono invece i suoi hobbies?

Nel tempo libero mi dedico al mio fisico perché devo tenermi in forma. Pratico palestra due volte a settimana, faccio pilates e total body, e se non riesco a frequentarla vado a camminare, percorrendo anche 8 km al giorno. Un altro mio hobby è il calcio, che seguo con molta passione. Il mio ex ragazzo gioca in lega Pro (ex serie C, ndr) e vedendo le sue partite il mondo del pallone ha cominciato a piacermi. Tifo per il Parma e più in generale, seguo la serie A, la serie B e la lega pro: ogni tanto vado anche allo stadio.

A “Take me out” cerca una persona con cui costruire una relazione. Che caratteristiche apprezza in un ragazzo?

Dire che non mi piace il lato fisico sarebbe stupido: è la prima cosa che guardo. L’estetica è fondamentale, altrimenti si parlerebbe di amicizia e non di relazione. Non ho particolari preferenze tra biondi o mori, ma deve essere alto, slanciato, considerando che sono alta 1.75 e porto sempre i tacchi. Apprezzo che abbia un po’ di barba, ma non eccessiva, un aspetto curato senza esagerare, che sia sportivo, tatuato ma non costruito: deve essere non troppo palestrato e un po’ sbarazzino. In termini di look, invece, mi piace l’uomo in tuta, mentre caratterialmente deve avere una personalità forte come la mia.

In che senso?

Voglio un rapporto vivo: il contrasto può aiutare a conoscersi meglio e a capire se la relazione può funzionare. Il mio ragazzo deve avere un carattere forte e riuscire a tenermi testa: secondo me lo scontro in un rapporto è essenziale per far emergere il carattere, sia il mio sia quello del mio partner. Un amico può essere anche debole, ma il fidanzato deve far uscire quello che ho dentro, sapermi gestire e non è facile.

Come mai? Che difetti si riconosce?

Ne ho parecchi. Sono permalosa, arrivo quasi sempre in ritardo e sono testarda, anche se questo in parte è un pregio. In amore però dò tutta me stessa, per questo sono pignola e voglio essere ricambiata. Sto cercando una relazione stabile perché per seguire il mio ex che gioca a calcio sono stata in giro per tutta Italia e quindi e ora ho bisogno di stabilità.

Come è andata in trasmissione?

È stata un’esperienza molto bella. Mi sono trovata bene: tutti sono stati gentili e disponibili. La conduttrice, Katia Follesa, è molto brava e umana, ci ha messo a nostro agio e supportato. Anche con le altre ragazze ho stretto amicizia: sono socievole ed è difficile non legare con me. Abbiamo creato un gruppo per partecipare alle serate a Milano, considerando che abitiamo in diverse zone d’Italia. Quando siamo libere ci troviamo per andare in discoteca. I ragazzi, invece, li ho trovati un pochino stronzetti, soprattutto perché ci tenevano ad avere sempre più visibilità.

C’è stato qualcuno che l’ha colpita?

Assolutamente no, se devo essere sincera. Fisicamente alcuni di loro erano belli, facevano anche i modelli, mentre altri non mi sono piaciuti, ma dal punto di vista caratteriale non hanno la personalità che cerco io.

Anche un ragazzo bergamasco, Marco Razzitti, ha partecipato a Take me out. L’ha conosciuto?

Ci siamo visti nel programma ma non lo conosco molto bene. Per una questione di gusti personali, però, non ha le caratteristiche che sto cercando come mio fidanzato.

In tv ci sono format simili a Take me out come Uomini e donne. Ha pensato di partecipare?

Si, mi sono proposta quando era tronista Paolo, ho effettuato il casting e mi hanno chiamata, ma non sono scesa dalle scale dello studio di Maria De Filippi perchè in quel momento ero in buoni rapporti con il mio ex e volevo rispettare le regole della trasmissione. Mi piacerebbe fare la tentatrice a “Temptation island”, per il quale avevo già preso parte a un casting.

E farebbe la tronista?

Sicuramente si. Sentirei “Uomini e donne” o “Temptation Island” più nelle mie corde rispetto al “Grande Fratello” perché non so se riuscirei a reggere 24 ore su 24 sotto le telecamere e vorrei tenere un po’ di privacy.

Per concludere, quali sono i suoi progetti per il futuro?

Innanzitutto, spero di laurearmi presto. Poi mi piacerebbe avere una strada nel mondo dello spettacolo e della moda: considerando che sono giovane voglio provare a lanciarmi in questo settore. Potrei avere le caratteristiche giuste per lavorare in una trasmissione calcistica, magari come valletta, abbinando la passione per il mondo della televisione e per il calcio, oppure come ragazza immagine in un programma tv.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI