Il papà s'improvvisa ostetrico teleguidato dai sanitari: "Così è nato il nostro Alessandro" - BergamoNews
La storia

Il papà s’improvvisa ostetrico teleguidato dai sanitari: “Così è nato il nostro Alessandro”

Era impaziente di nascere, tant'è che non ha lasciato a mamma Beatrice nemmeno il tempo di arrivare in ospedale

Alessandro era impaziente di nascere. Tant’è che non ha lasciato a mamma Beatrice, 23 anni, nemmeno il tempo di arrivare in ospedale.

È venuto al mondo in casa nella notte, a Torre Boldone, col parto teleguidato. Da una parte della cornetta c’era papà Roberto, 25 anni, improvvisatosi ostetrico. Dall’altra il personale del 118 che lo guidato con successo, passo dopo passo.

Alessandro sarebbe dovuto nascere il 3 gennaio. “Il giorno seguente – spiega Roberto – io e mia moglie siamo tornati in ospedale per un’altra visita di controllo. Ieri sera mi dice ‘guarda che sento le contrazioni’, ci siamo. Abbiamo quindi iniziato a preparare la borsa con qualche vestito per poi andare in ospedale. Ma non c’è stato il tempo”.

Erano da poco passate le 2. Evidentemente, il piccolo era stufo di stare nella pancia della mamma. “Ad un certo punto, mentre stavo finendo di fare la borsa, sento mia moglie che dice: ‘guarda che devo spingere, non riesco ad arrivare in ospedale’. Allora Roberto ha chiamato il 118, raccontando come stavano le cose e chiedendo di mandare un’ambulanza.

“Il personale sanitario con cui ero al telefono mi ha spiegato cosa dovevo fare e nel giro di pochi minuti è venuto alla luce” racconta il papà, che lo ha avvolto in una copertina al caldo. Nel frattempo, in lontananza, già si sentivano le sirene della Croce Rossa che stava raggiungendo l’abitazione di Torre Boldone.

“Non c’è stato alcun problema”, hanno fatto sapere da Areu Lombardia. Alessandro pesa 3 chili e le sue condizioni sono buone, come quelle di mamma Beatrice. Della serie: tutto è bene ciò che finisce bene.

leggi anche
  • La lettera
    “Il mio splendido parto grazie al personale del Papa Giovanni”
  • Parla l'operatore
    Bimba nasce in casa in arresto cardiaco: la salva vicina “teleguidata” da infermiere bergamasco
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it