BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La compagnia del cigno, PresaDiretta o Titanic? La tv del 7 gennaio

Per la prima serata in tv su RaiUno va in onda "La compagnia del cigno", su RaiDue "Paradise beach - Dentro l'incubo", su RaiTre "PresaDiretta", su Rete4 "Quarta repubblica", su Canale5 "Titanic", su Italia1 "I babysitter" e su La7 "Grey's anatomy".

Per la prima serata in tv, lunedì 7 gennaio alle 21.25 RaiUno proporrà la prima delle sei puntate della fiction “La compagnia del cigno”, con Alessio Boni, Anna Valle, Giorgio Pasotti e Giovanna Mezzogiorno.

Andranno in onda due episodi intitolati “L’arrivo di Matteo” e “Nascita della compagnia”. Nel primo, Matteo, da Amatrice, arriva a Milano per studiare al Conservatorio Giuseppe Verdi. Matteo suona il violino, e viene subito notato da Luca Marioni, il professore che segue i ragazzi nell’orchestra, detto anche “il bastardo”per la sua severità. Nel secondo, il maestro Marioni chiede a Domenico, Robbo, Sofia, Rosario e Barbara di aiutare Matteo con le prove: se non migliorerà saranno tutti fuori dall’orchestra. Domenico cerca di rendersi subito operativo e si assume la responsabilità di guidare e tenere unito il gruppo di studio.

Su RaiTre alle 21.15 l’appuntamento è con la prima delle nove puntate di “Presadiretta”, il programma di inchieste con Riccardo Iacona.
L’ospite in studio che aprirà la prima puntata è Walter Ricciardi, ex presidente dell’istituto Superiore di Sanità. Intervistato da Riccardo Iacona parlerà dei rapporti con il Governo e delle ragioni delle sue dimissioni di poche settimane fa. La puntata intitolata “Fossile, il lungo addio”, è dedicata al mondo dell’energia, per capire quanto fossile c’è ancora dietro le nostre lampadine.
Petrolio, gas e carbone, tra i principali responsabili della produzione di CO2 e del cambiamento climatico, costano alle casse dello Stato circa 14 miliardi di euro l’anno in incentivi diretti e indiretti. La sfida per attuare una radicale inversione di tendenza nelle politiche energetiche insomma, è cruciale. Le telecamere di “PresaDiretta” hanno viaggiato da nord a sud per scoprire le contraddizioni nelle scelte energetiche e le occasioni mancate per dotare il paese di una più ampia rete di produzione di energia pulita. Come mai per esempio tutte le isole minori hanno energia prodotta da impianti a gasolio? E quanto paghiamo davvero in bolletta per trivelle e rigassificatori? E a che punto siamo con le autorizzazioni per la ricerca e l’estrazione del petrolio? Nel paese sono ancora attive otto centrali a carbone, cosa c’è nella tabella di marcia per la decarbonizzazione prevista dagli accordi di Parigi?
“PresaDiretta” è andata nei paesi più “indisciplinati” d’Europa sul piano del contenimento del riscaldamento del clima, Polonia e Germania. Gli Stati che più di tutti gli altri contribuiscono alla creazione di CO2 in quanto fanno ancora un uso massiccio del carbone per produrre energia. E poi il punto sullo stato di salute delle energie rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione in questo campo e lo straordinario esempio delle “comunità energetiche” che fanno del cittadino non solo un consumatore ma anche un produttore di energia pulita. Si tratta di microreti che producono e gestiscono in modo intelligente energia rinnovabile. Il risultato è un modello virtuoso: energia pulita e bollette sempre più leggere.
La seconda pagina della puntata è dedicata all’inchiesta “Bari, giustizia al capolinea”. Dall’estate scorsa, il capoluogo pugliese non ha più un Tribunale perché l’edificio è stato dichiarato inagibile. I processi sono stati spostati nelle tende della Protezione Civile con esiti drammatici: migliaia di notifiche da rifare, appuntamenti cancellati, appelli e sentenze rimandati. Poi anche la tendopoli è stata chiusa. La giustizia a Bari è in ginocchio.
“Fossile – Il lungo addio” e “Bari giustizia al capolinea” sono un racconto di Riccardo Iacona con Raffaella Pusceddu, Andrea Vignali, Elisabetta Camilleri, Danilo Procaccianti, Luigi Mastropaolo, Massimiliano Torchia.

Canale5 alle 21.20 l’appuntamento è con il film “Titanic”, con Leonardo DiCaprio e Kate Winslet. Stasera verrà proposta una prima parte, mentre domani (martedì 8 gennaio, ndr) sempre in prima serata verrà trasmessa la seconda.
Nel 1912 Rose, nobile inglese, si imbarca sul transatlantico Titanic per andare negli Stati Uniti. Mentre medita il suicidio incontra Jack, un pittore squattrinato.

Spazio all’attualità e alla politica su Rete4 dove alle 21.25 andrà in onda “Quarta repubblica”, il talk-show condotto da Nicola Porro.

Su La7 alle 21.15 prenderà il via la nuova serie del telefilm “Grey’s anatomy”, con Ellen Pompeo. Andranno in onda tre episodi intitolati “Abbatti la casa”, “Distratti dal dolore” e “Vai alla grande o vai a casa”. Nel primo, Megan Hunt, sorella di Owen, torna dopo essere stata creduta morta. Nel secondo, Meredith segue il caso della sorella di Owen. Nel terzo, l’arrivo di Harper Avery mette in difficoltà la Bailey.

Ampia e variegata la programmazione dei film. Su RaiDue alle 21.20 c’è “Paradise beach – Dentro l’incubo”, con Blake Lively; su Italia1 alle 21.25 “I babysitter”, con Francesco Mandelli; su Tv8 alle 21.30 “Octopussy – Operazione piovra”, con Roger Moore; e su Canale Nove alle 21.25 “Wolverine – L’immortale”, con Hugh Jackman.
Ancora, su Rai4 alle 21.05 “G.I. Joe la vendetta”, con Dwayne Johnson; su Cielo, canale in chiaro di Sky, alle 21.15 “Fantozzi in paradiso”; su La5 alle 21.15 “Una moglie per papà”, con Whoopi Goldberg; e su Iris alle 21 “Il fuggitivo”, con Harrison Ford.

Rai5 alle 21.15 proporrà il documentario “Edgar Allan Poe sepolto vivo”.
Edgar Allan Poe: un grande poeta e uno scrittore visionario. Il documentario, in prima visione, ripercorre la biografia dello scrittore dalla sua infanzia difficile alla gioventù tormentata, fino alla sua morte misteriosa.

Su La7D alle 21.30 ci sarà il telefilm “Joséphine, Ange Gardien”, con Mimie Mathy. Andranno in onda due episodi intitolati “Una madre in affitto” e “Un passato da dimenticare”. Nel primo, Joséphine si occupa di Anna, una ragazza russa che ha accettato di portare a termine una gravidanza per una coppia che non riesce ad avere un figlio. Dopo la nascita di una bambina, però, Anna ha un ripensamento e decide di tenere per sè la bimba. Nel secondo, Josephine si occupa di Pierre Castignac, vittima di amnesia in seguito ad un incidente in auto. Pierre non ricorda il suo nome, nè di avere una moglie e un figlio.

Da segnalare, infine, su Mediaset Extra alle 21.15 la replica del varietà “Ciao Darwin 6”, su Real Time alle 21.10 il docu-reality “Obesi: la super clinica di Auckland” e su Italia2 alle 21.10 il cartons “My Hero academia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.