BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un ruolo da protagonisti per le associazioni di volontariato nell’ospedale Papa Giovanni”

Il nuovo direttore generale dell'Asst Papa Giovanni XXIII, Maria Beatrice Stasi esprime un desiderio: "Mi piacerebbe costituire una consulta delle associazioni, in cui dare un momento di visibilità e di autorevolezza magari presentando i nostri documenti fondamentali quando dovremo fare il piano di organizzazione e il bilancio".

Prima di arrivare nel suo ufficio di direttore generale si attraversa un ampio corridoio che è un po’ una galleria d’arte. Spiccano splendidi ritratti di Fra’ Galgario e forse lei, Maria Beatrice Stasi, nuovo direttore generale dell’ospedale Papa Giovanni XXIII, sarebbe stata una figura che il grande pittore avrebbe amato ritrarre. Ha una voce calda, un sorriso familiare, un modo di porsi diplomatico e ha una scorta di caramelle Golia di cui ha un debole. Dettagli marginali per questa donna dal curriculum corposo, in cui spicca il suo lavoro sempre a stretto contatto con gli uffici sanitari, sia con medici di base sia ospedalieri. Insomma, una donna manager che parla il linguaggio sia di Ats che di Asst. Fra’ Galgario sarebbe stato contento di ritrarla per far emergere il suo lato psicologico.

Maria Beatrice Stasi

Diplomatica e attentissima nel porsi a capo di una struttura che dà lavoro ad oltre 4.000 dipendenti e che vanta un bilancio che supera i 450 milioni di euro, Maria Beatrice Stati lancia un preciso messaggio ai bergamaschi: “So quanto hanno a cuore questo ospedale, quanto lo amano. So anche con quanta passione e dedizione lavorano i dipendenti e inizio il mio compito da qui, che è un grande punto di partenza. Ho convocato il Collegio di direzione, martedì 8 gennaio incontrerò i capi dipartimento e il 21 gennaio i responsabili delle strutture complesse”.

Subentra a Nicora, ma non se ne libera subito dell’ex direttore generale che ha traghettato la struttura dagli ex Riuniti alla Trucca. Nicora affiancherà Stasi per un periodo. Da qui si capisce che il nuovo direttore è saggia e sa il fatto suo.

Ammette candidamente: “Non ho ancora notato un dettaglio o un particolare che stoni o non mi piaccia di questo ospedale”. E aggiunge un desiderio.

“È un ospedale molto amato, oltre ad essere uno dei migliori in Lombardia – afferma Stasi -. Ho programmato alcuni incontri istituzionali, poi alcune riunioni interne e farò poi una visita all’ospedale di San Giovanni Bianco in calendario per il 18 gennaio. Entrando in questo ospedale mi sono sentito onorate ed emozionata. La sensazione che ho ricevuto una cosa molto preziosa. Sarà un aspetto molto femminile, ma lo confesso: mi sono davvero emozionata”.

Per l’ospedale ha solo elogi e un sogno che confida: “Mi sono accorta che qui le persone amano molto l’ospedale Papa Giovanni e le associazioni fanno cose straordinarie per la struttura, come la raccolta fondi, volontariato diretto nei reparti. Mi piacerebbe costituire una consulta delle associazioni, in cui dare un momento di visibilità e di autorevolezza magari presentando i nostri documenti fondamentali quando dovremo fare il piano di organizzazione e il bilancio. Abbiamo questa dotazione di associazioni e quindi potrebbe essere interessante creare un momento di consultazione per la vita dell’ospedale”.

CHI È

Maria Beatrice Stasi è direttore Generale dell’ASST Papa Giovanni XXIII dal 1° gennaio 2019, dopo aver ricoperto il medesimo ruolo all’ATS della Montagna (2016-2018).
In precedenza è stata Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Valtellina e Valchiavenna dall’aprile 2014 al dicembre 2015, dopo esserne stata Commissario straordinario (dal maggio 2013 all’aprile 2014) e Direttore amministrativo (febbraio 2011 – maggio 2013).
Direttore dell’Unità Complessa Controllo di gestione all’Asl di Milano per un anno, ha costruito gran parte della sua carriera all’Asl di Lecco, dove ha lavorato dal 1999 al 2009, ricoprendo diversi incarichi dirigenziali. E’ stata responsabile di Uffici di staff fino a ottenere l’incarico di Direttore di struttura semplice dipartimentale in ambito amministrativo, occupandosi di acquisto, remunerazione e valutazione delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie contrattualizzate con strutture pubbliche e private della provincia di Lecco, ma anche di convenzioni con i medici di medicina generale e con i pediatri di libera scelta. Dal 1994 al 1998 ha svolto funzioni direttive all’Ufficio Valutazione Attività interne, al Controllo di Gestione e ha collaborato all’implementazione dei sistemi di programmazione e controllo e all’introduzione della contabilità analitica.
Dal 1992 al 1998 si è occupata di Gestione delle Convenzioni all’ASL di Merate.

Formazione e specializzazioni
Laureata in Scienze politiche all’Università Statale di Milano, ha conseguito l’Executive Master in management per le Aziende Sanitarie (EMMAS) alla Scuola di Direzione Aziendale (SDA) dell’Università Bocconi di Milano. In seguito ha ottenuto due Master, Giurista d’impresa ed Economia Sanitaria, alla Scuola Superiore di amministrazione pubblica e degli enti locali (CEIDA di Roma).
Ha conseguito il Certificato di Formazione manageriale per Direttore di Aziende sanitarie con Éupolis Lombardia nel 2012, rivalidato nel 2018. L’anno precedente ha frequentato il corso di Sviluppo strategico delle leve di management sanitario in Regione Lombardia, alla SDA Bocconi. Sempre nel 2018 ha superato il corso Management in Sanità all’Università di Pavia.

Attività didattica
Ha esperienza come formatore in numerosi corsi organizzati dalle Aziende dove ha lavorato e per conto di Polis Lombardia (già Eupolis) ai corsi per Direttori di Azienda Sanitaria e per Direttori di Struttura Complessa. Inoltre è stata docente a Master dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, a corsi di laurea per professionisti sanitari, in Istituti di Formazione Tecnica Superiore, oltre che relatrice a corsi di formazione in materia sociosanitaria. Subito dopo la laurea è stata ricercatrice all’Istituto Superiore di Sociologia di Milano.

Pubblicazioni
Nel 1998 MECOSAN, rivista di Management ed economia sanitaria, ha pubblicato “La costruzione del sistema informativo aziendale. L’esperienza dell’Azienda USSL 7 di Lecco”, studio di cui è stata coautrice.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.