BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Broccolo di Creazzo, al mercato specialità vicentina ricca di minerali e vitamine

Specialità vicentina, il broccolo fiolaro di Creazzo è il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco.

Specialità vicentina, il broccolo fiolaro di Creazzo è il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Coltivato sulle colline che sorgono intorno a Creazzo, è una varietà di broccolo inserita nell’elenco dei prodotti tipici veneti.

Il nome deriva dalla presenza lungo il fusto di infiorescenze che in dialetto sono chiamate “fioi” cioè “figli”. Protagonista della stagione invernale, vanta molte proprietà per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, è ricco di sali minerali (fosforo, potassio, ferro e calcio) ma è anche una buona fonte di vitamine (C, B, B2, PP, A).

Grazie alla presenza di potassio, il suo consumo è indicato anche per i soggetti affetti da ipertensione arteriosa.

Questo ortaggio per la sua composizione svolge un’azione rimineralizzante, antibatterica e cicatrizzante. Inoltre, contenendo sostanze antiossidanti è inserito nell’alimentazione preventiva dei tumori dell’apparato digerente (colon, retto, stomaco), dell’apparato respiratorio (polmone), del seno, della prostata e dell’endometrio.

Estremamente versatile, dopo averlo pulito, in cucina può essere consumato a crudo in insalata anche insieme ad altre varietà di stagione, come l’indivia, oppure cotto e utilizzato come ingredienti per svariate preparazioni. Ad esempio viene impiegato molto per preparare sfiziose torte salate, frittate e sfornati o per ottenere un gustoso pesto, ma è ottimo anche sulla pizza per conferirle un sapore particolare.

Per i primi piatti è molto usato come condimento per pastasciutta e risotto, per il ripieno di tortelli e ravioli, per zuppe, minestre, vellutate e come variante delle lasagne al forno: in questo caso basta disporre in una pirofila sfoglie di pasta, coprirle con i broccoli lessati, la besciamella e cospargere col formaggio grana formando diversi strati fino a riempirla.
Anche per i secondi i suoi possibili abbinamenti sono molteplici: si presta molto bene per insaporire carne bianca o rossa, mentre chi punta sulla semplicità può mangiarlo bollito, condito con olio, sale e pepe, saltato in padella o gratinato con la besciamella.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, le compravendite della prima settimana dell’anno risultano negativamente influenzate dagli approvvigionamenti, forse eccessivi del periodo prefestivo. A incidere negativamente sui consumi c’è sicuramente anche il fatto che non tutte le attività lavorative della provincia paiono aver ripreso appieno permettendo a qualcuno di rimanere in vacanza fino all’Epifania.

Per quanto riguarda gli agrumi, è sostanzialmente immutato il rapporto tra domanda e offerta delle arance e delle clementine, quindi le loro quotazioni sono stabili rispetto a quanto rilevato la scorsa settimana.

Risulta in evidente miglioramento la qualità dei mandarini siciliani grazie al cambio varietale del prodotto offerto: ora la tipologia più rappresentativa della specie è il mandarino tardivo di Ciaculli, che prende il nome dalla borgata siciliana dove è stato scoperto e dal periodo di raccolta appunto tardivo rispetto alle varietà comuni. A contraddistinguerlo sono alcune peculiarità come la forma schiacciata, la presenza di pochi semi, una buccia di color giallo-arancio, molto sottile e profumatissima, anche se è possibile trovare frutti leggermente diversi tra loro: dipende da come sono orientati gli alberi e dall’andamento delle piogge.

Voltando pagina, con il nuovo anno si riscontra una decisa contrazione del valore di mercato delle fragole che, durante il periodo festivo, avevano raggiunto quotazioni forse troppo elevate, mentre in questi giorni una richiesta non condizionata dall’euforia delle feste determina una severa riduzione dei prezzi.

Anche per la frutta esotica, ma ancor più per quella offerta controstagione, il mercato evidenzia consumi in forte contrazione.

Passando al comparto orticolo si evidenziano quotazioni in cauto rialzo per carciofi sardi con spine e sempre più convenienti quelli senza spine. Sono in leggero aumento anche i valori di mercato di finocchi, broccoletti verdi, prezzemolo e i pomodori: per questi ultimi a salire sono soprattutto le quotazioni delle varietà a ciliegino e datterino siciliani, mentre per ora risultano stabili le varietà a grappolo con origine spagnola.

Per concludere, sono in linea a quanto rilevato la scorsa settimana i prezzi di carote, fagiolini tipo boby, radicchi rossi, sedani e zucchine: per queste ultime è sempre piuttosto evidente la differenza di prezzo tra quelle di origine siciliana rispetto a quelle laziali.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.