BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si cerca il candidato sindaco, ma al Centrodestra interessa amministrare Bergamo?

La Lega nei sondaggi è ai suoi massimi storici, il centrodestra è chiamato a sfidare l'amministrazione comunale di Giorgio Gori, eppure non si trova un candidato sindaco. Il vero problema non sarà forse un altro?

L’argomento che sta “tenendo banco” in questo periodo nella politica locale verte sulla domanda “chi sarà il candidato sindaco a Bergamo per il centro-destra?” (O, comunque, per l’attuale opposizione, più o meno anche pentastellata).

Probabilmente la vera questione da affrontare è: “il centrodestra (o comunque l’opposizione all’attuale amministrazione locale) è davvero interessato a governare la città per i prossimi cinque anni?”. Qualche dubbio, in effetti, sorge. Vista la difficoltà di individuare un candidato con la Lega in testa ai sondaggi.

In questi ultimi quattro anni e mezzo a Bergamo sono state aperte alcune porte ed altrettante questioni notevolissime, tra cui, quantomeno, il parcheggio della Fara, gli interventi della caserma “Montelungo”, del “Chorus Life” del patron della “Gewiss” Domenico Bosatelli, dello stadio di Antonio Percassi, degli ex Ospedali Riuniti, del palazzetto dello sport, dell’ex gasometro, di Porta Sud…

Taluni attribuiscono merito alla capacità degli attuali amministratori comunali, altri osservano il tutto con poca convinzione ed attendono, più o meno da spettatori, l’evoluzione degli eventi.
In ogni caso, qualsiasi lettura si voglia dare della situazione attuale e, conseguentemente, dei possibili differenti sviluppi nei prossimi, quantomeno, cinque anni, certo è che questi sicuramente non saranno facili, per nessuno, chiunque si troverà a doverli gestire.

Se le prospettive per il futuro di Bergamo fossero tutte rosee, tranquille, scontate, “in discesa” perché il più è stato già fatto, assisteremmo (o, meglio, avremmo già assistito) all’assalto alla diligenza degli aspiranti sindaci, che sgomitano per trovarsi al posto giusto al momento giusto, ossia per tagliare i nastri delle inaugurazioni di tutti i gli interventi e le nuove opere. Ma così non è.

La vera domanda da porsi in queste settimane, quindi, è proprio quella di cui dicevamo all’inizio, ossia se all’opposizione politica dell’attuale Amministrazione interessa occupare la Sala degli Specchi, e stanze limitrofe del Palazzo Frizzoni per i prossimi cinque anni. A questo punto, il nome del candidato Sindaco altro non sarà che la risposta alla prima domanda.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.