Quantcast
Berté, Elisa, Sgarbi, Argentero, Cucinotta: inizia col botto a Bergamo il 2019 - BergamoNews
Gli show

Berté, Elisa, Sgarbi, Argentero, Cucinotta: inizia col botto a Bergamo il 2019

Tra teatro e concerti, in cartellone sono tanti i nomi e gli appuntamenti promossi in città e provincia nei primi mesi del nuovo anno

Loredana Berté, Patty Pravo ed Elisa, Luca Argentero, Maria Grazia Cucinotta Silvio Orlando, Gioele Dix e Maria Amelia Monti sono tra i protagonisti degli spettacoli organizzati in Bergamasca nel 2019.

Tra teatro e concerti, in cartellone sono tanti i nomi e gli appuntamenti promossi in città e provincia nei primi mesi del nuovo anno. Bergamonews vi propone qui di seguito una panoramica degli eventi in programma.

Per la stagione di prosa al teatro Sociale, da giovedì 10 a sabato 12 gennaio alle 21 andrà in scena “Cita a ciegas (Confidenze fatali)”, di Mario Diament, con Gioele Dix e Laura Marinoni per la regia di Andrée Ruth Shammah. Un thriller appassionante, un avvincente intreccio di incontri apparentemente casuali dove violenza, inquietudine e comicità serpeggiano dentro rapporti d’amore. Un uomo cieco è seduto su una panchina di un parco a Buenos Aires. È un famoso scrittore e filosofo – chiaramente ispirato all’autore argentino Jorge Luis Borges – che era solito godersi l’aria mattutina. Quella mattina, la sua meditazione viene interrotta da un passante: da qui una serie di incontri e dialoghi svelano legami tra i personaggi sempre più inquietanti, misteriosi e a tratti inaspettatamente divertenti.

Venerdì 11 gennaio alle 21 al teatro Creberg arriverà Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte sarà sul palcoscenico con lo spettacolo “Leonardo Da Vinci”, accompagnato da musiche composte, ed eseguite dal vivo da Valentino Corvino.
Sgarbi si dedicherà alla figura di Leonardo di Ser Pietro Da Vinci di cui proprio nel 2019 ricorreranno le celebrazioni dal cinquecentenario della morte.

Spostandosi a Lovere, al teatro Crystal, sabato 12 gennaio alle 20.45 e domenica 13 gennaio alle 16 verrà proposto lo spettacolo “Cognate – Cena in famiglia”, con Anna Valle, Guenda Goria e Anna Zago.
Tre fratelli, mentre stanno cenando con le rispettive consorti nella casa di campagna di uno di loro, scoprono che è stata invitata dalla moglie di quest’ultimo anche la sua segretaria: una debordante e seducente creatura che tutti e tre hanno già avuto occasione di conoscere. Subito cresce la diffidenza nelle mogli e la tensione nei mariti, che mascherano a stento il loro imbarazzo cadendo presto nel panico. Le tre cognate, durante la cena, coltivano i loro sospetti in un crescendo di tensione che esplode in colpi di scena tanto disperati per i protagonisti quanto esilaranti per il pubblico. La famiglia si sgretola in un turbine di meschineri…

Domenica 13 gennaio alle 15.30 al teatro Creberg andrà in scena “Cin ci là”, operetta in due atti di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, con protagonista Teatro Musica Novecento.

Spostandosi a Treviglio, domenica 13 gennaio alle 21 al Filodrammatici sarà la volta de Le Evase Teatranti di Bergamo ne “L’attesa – Monologhi intrecciati”. Una suora costretta al convento, una manager serenamente cinica, una vecchia scorbutica, una giovane “angelicata” e una licantropa ambigua e sognatrice: cinque donne che raccontano la loro attesa in un luogo indefinito.

Giovedì 17 e venerdì 18 gennaio alle 21 al teatro Sociale per la stagione Altri percorsi verrà proposto lo spettacolo “Antigone”, di Sofocle, con Atir Teatro Ringhiera.

Venerdì 18 gennaio alle 21 al Creberg ci sarà “We will rock you – Il musical“, con la regia di Tim Luscombe e la direzione artistica di Valentina Ferrari. Uno spettacolo ambientato nel futuro, fra 300 anni, in un luogo una volta chiamato “Terra” e ora diventato “Pianeta Mall”, vittima della globalizzazione più totale. Un pianeta dove il rock e la musica dal vivo sono bandite e i loro seguaci vivono nascosti. La Global Soft, capeggiata dalla spietata Killer Queen e dal suo collaboratore Khashoggi, cerca di stanare la “resistenza” di un gruppo di Bohemians che si nascondono nel sottosuolo e che, con l’aiuto dello stravagante bibliotecario Pop, tramandano ricordi sbiaditi del tempo glorioso nel quale il rock regnava sovrano sulla terra. Attendono l’arrivo degli eletti che restituiranno la musica al Pianeta, l’ingenuo Galileo e la volitiva Scaramouche, predestinati a ritrovare lo strumento che l’antico dio della chitarra, ha nascosto in un luogo segreto.

Il giorno seguente, sabato 19 gennaio, alle 21 al Creberg saranno in scena gli Oblivion con “La Bibbia riveduta e scorretta”, musical comico e dissacrante.

Sempre sabato 19 gennaio alle 21 al Filodrammatici di Treviglio Les Moustaches proporranno “Il giovane Riccardo”. Tratto dalla famosa opera shakespeariana “Riccardo III” e racconta le difficoltà del giovane Riccardo nell’affrontare la propria vita, condizionata sin dalla nascita da una malformazione fisica e dal difficile rapporto con la madre Elisabetta.

Per la prosa al Creberg, da giovedì 24 a sabato 26 gennaio alle 20.30 e domenica 27 gennaio alle 15.30 andrà in scena “Miss Marple. Giochi di prestigio”, di Agatha Christie, con Maria Amelia Monti.
Miss Marple – la più famosa detective di Agatha Christie – sale per la prima volta su un palcoscenico in Italia. E lo fa con la simpatia di Maria Amelia Monti, che dà vita a un personaggio contagioso, in un’interpretazione che creerà dipendenza. Con lei due attori di originale talento come Roberto Citran e Sabrina Scuccimarra, e un gruppo di giovani dalla strabordante energia scenica.

Venerdì 25 gennaio alle 21 al Filodrammatici di Treviglio ci sarà “L’histoire du soldat”, opera da camera in un atto con l’orchestra i Musici del Teatro diretti dal Maestro Paolo Belloli e con Pietro Ghislandi. Il programma prevede musiche di Igor Stravinskij.

Sabato 26 gennaio alle 20.45 al teatro San Filippo Neri di Nembro verrà proposto “Il fantasma di Canterville” per la regia di Alessandra Bertuzzi. In scena Umberto Fiorelli, Federico Paolmbarini, Monalisa Verhoven, Manuel Reitano, Valeria Nasci, Chiara Piazzi, Simona Pulvirenti, Giacomo Cordini, Daniele Palumbo, Tommaso Fortunato e Marco Mandrioli.

Per la stagione Altri percorsi, giovedì 31 gennaio alle 21 al teatro Sociale andrà in scena “Il cielo in una stanza”, con Punta Corsara. Il cielo in una stanza, scritta da Gino Paoli e interpretata di Mina nel 1960, è la canzone di un amore che abbatte le pareti di una stanza, il racconto di una storia comune, nata in un luogo intimo, privato, come la propria casa. Se però questa casa crolla, cosa resta del sogno romantico, cosa resta della giovane coppia che l’ha sognato e cosa diventa quel luogo che il crollo ha portato via? Partendo da fonti diaristiche e fatti di cronaca, dall’emigrazione in Svizzera alla speculazione edilizia degli anni ’50, viste secondo le logiche dell’evocazione più che la cronologia degli eventi, il racconto si struttura come una rivisitazione della classica commedia Eduardiana in tre atti e comincia proprio da qui: il cielo, con il crollo, è entrato veramente nella stanza, che ora veramente ‘non ha più pareti’.

Il giorno seguente, venerdì 1° febbraio alle 21 al teatro Creberg si potrà assistere a “Parsons dance – Tour 2019”, per una serata all’insegna della danza atletica della Parsons Dance.

Sabato 2 febbraio alle 21 al teatro Creberg arriveranno Massimo Lopez e Tullio Solenghi, che saranno in scena con la Jazz Company diretta dal maestro Gabriele Coneglio dando vita ad uno show fatto di musiche, parodie, imitazioni, sketch, gag, risate e improvvisazioni.

Sempre sabato 2 febbraio alle 20.45 e domenica 3 febbraio alle 16 al teatro Crystal di Lovere sarà in scena Lucrezia Lante Della Rovere con Alessandro Haber ne “Il padre”, spettacolo che racconta lo spaesamento di un uomo la cui memoria inizia a vacillare e a confondere tempi, luoghi e persone a causa dell’Alzheimer.

Per la stagione di operetta, domenica 3 febbraio alle 15.30 al Creberg sarà in scena “Kiss me, Kate”, musical di Cole Porter, con la compagnia Corrado Abbati.

Da giovedì 7 a sabato 9 febbraio alle 20.30 e domenica 10 febbraio alle 15.30 al Creberg tornerà la prosa con “Delitto/Castigo”, con Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini, ispirato all’opera di Dostoevskij.

Venerdì 8 febbraio al Filodrammatici di Treviglio alle 21 i protagonisti saranno Carlo Pastori e Walter Muto con “Lasciateci cantare!”. Insieme al pubblico ripercorreranno canzoni indimenticabili e ritornelli a cui non è possibile non unirsi. Da Lucio Dalla all’estate in riviera, dall’Isola di Wight ai Pooh e Ivano Fossati, passando da Mina, Jannacci e Battisti.

Giovedì 14 febbraio alle 21 al teatro Creberg si terrà un concerto di Steven Wilson, musicista inglese, fondatore e frontman del gruppo musicale rock progressivo Porcupine Tree.

Per la stagione Altri percorsi, sempre il 14 febbraio alle 21 al teatro Sociale è in cartellone “Un principe”, con la compagnia Occhisulmondo, ispirato ad Amleto di William Shakespeare.

Sabato 16 febbraio alle 21 al teatro Filodrammatici di Treviglio verrà proposto “Sulla morte senza esagerare”, con il Teatro dei Gordi. Quattro attori in scena che rappresentano a turno dieci maschere contemporanee e che raccontano una storia semplice, senza parole; un teatro di figure, archetipi, fatto di immediatezza e immaginari condivisi per parlare a tutti oltre le barriere della parola.

Gli Altri percorsi torneranno giovedì 21 febbraio alle 21 al Sociale con “La lista”, che vedrà protagonista Laura Curino.

Venerdì 22 febbraio alle 21 al Creberg arriverà Enrico Bertolino, che si esibirà in “Instant Theatre”, proponendo un incontro tra narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira.

Il giorno seguente, sabato 23 febbraio alle 21 al teatro San Filippo Neri di Nembro arriverà Luca Argentero, al centro delle scene dello spettacolo “È questa la vita che sognavo da bambino?”, diretto da Edoardo Leo.
Argentero racconterà le storie di grandi personaggi dalle vite straordinarie, che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina. Raccontati sia dal punto di vista umano che sociale, con una particolare attenzione al racconto dei tempi in cui hanno vissuto. 
luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba, tre sportivi italiani che hanno fatto sognare, tifare, ridere e commuovere varie generazioni di italiani.

Per la stagione di prosa, da giovedì 7 a sabato 9 marzo alle 21 sul palco del Sociale salirà la Banda Osiris, che porterà in scena “Il maschio inutile”, con musica e testi Banda Osiris, Telmo Pievani e Federico Taddia.

Venerdì 8 marzo alle 21 al Creberg andrà in scena “Peter Pan forever – Il musical. Solo chi sogna può volare!“, ispirato alla celebre fiaba.

Sabato 9 marzo alle 21 al teatro San Filippo Neri di Nembo verrà proposto “Fuorigioco”, con Gianpiero Judica, Elisa Lucarelli, Emiliano Masala e Francesca Porrini.

Sempre sabato 9 marzo, alle 21 sempre al Creberg ci sarà Debora Villa con lo spettacolo “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, mentre domenica 10 marzo alle 15.30 sarà la volta di “Scugnizza”, operetta in due atti di Mario Costa, con Teatro Musica Novecento.

Al Filodrammatici di Treviglio sabato 9 marzo alle 21 Sarah Biacchi presenterà “A night in Hollywood”, incarnando a rotazione una serie di figure femminili hollywoodiane del ‘900, accompagnata dal pianoforte di Luca Proietti. Una carrellata attraverso le interpreti e i film più famosi di Hollywood passando per i musical di Broadway. Un concerto che oltre ad esaltare le doti vocali della Biacchi si uniscono seduzione, pailettes, amore, malavita, rimpianti e tutta la tavolozza delle emozioni che hanno fatto da padrone nella vita di queste dive. Da Marilyn Monroe a Gilda, da Liza Minnelli a Judy Garland, passando attraverso “Jesus Christ Superstar”, “Cats” e “L’opera da tre soldi” sino ad arrivare a “Titanic”, “The bodyguard” e “La vie en rose”.

Lunedì 11 marzo alle 21 farà tappa al Creberg il tour di Patty Pravo. La regina del Piper, che sarà tra i big della prossima edizione del festival di Sanremo, darà vita a una serata di musica ed emozioni.

Per la stagione Altri percorsi, giovedì 14 marzo alle 21 al teatro Sociale c’è “Casa del popolo”, di Nicola Bonazzi, con Teatro dell’Argine.

Al teatro Crystal di Lovere sabato 23 marzo alle 20.45 e domenica 24 marzo alle 16 si potrà vedere “Figlie di Eva”, con Michela Andreozzi, Vittoria Belvedere e Maria Grazia Cucinotta.
Le protagoniste sono tre donne legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato premier delle imminenti elezioni.

Sabato 30 marzo alle 21 al teatro San Filippo Neri di Nembro andrà in scena “Fare un’anima”, con Giacomo Poretti, per la regia di Andrea Chiodi.

Nella stessa sera, alle 21 al Filodrammatici di Treviglio arriverà Edoardo Leo che presenterà “Edoardo Leo – Ti racconto una storia – Letture semiserie e tragicomiche”, reading-spettacolo che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che l’attore e regista romano ha messo da parte dall’inizio della sua carriera ad oggi.

La settimana successiva, sabato 6 aprile alle 21 sul palco del Creberg ci sarà Federico Buffa che proporrà “Il rigore che non c’era”, ossia quell’evento, magari improvviso, che ha cambiato la storia di una partita, è quella metafora, magari improvvisa, che ha cambiato la storia di una vita.

Per la stagione di prosa, da giovedì 4 a sabato 6 aprile alle 21 al Sociale Silvio Orlandi porterà in scena “Si nota all’imbrunire (Solitudine da paese spopolato)”, mentre da giovedì 11 a sabato 13 aprile alle 20.30 e domenica 14 aprile alle 15.30 al Creberg ci sarà “Sei personaggi in cerca d’autore”, di Luigi Pirandello, con Eros Pagni e Gaia Aprea.

Sabato 13 aprile alle 20.45 e domenica 14 aprile alle 16 al Crystal di Lovere è in calendario “Vangelo secondo Lorenzo”, con Alex Cendron nel ruolo di don Lorenzo Milani.

Giovedì 18 aprile alle 21 al Creberg Maurizio Battista si esibirà in “Papà perché lo hai fatto?”, spettacolo in cui parlerà di sè, di noi e del quotidiano.

Altra ospite di spicco al Creberg sarà la cantante Elisa, che farà tappa nel capoluogo orobico con il suo nuovo tour. Nel teatro bergamasco sarà protagonista di ben tre date: venerdì 26 e sabato 27 aprile alle 21 e giovedì 30 maggio alle 21.

Sabato 27 aprile alle 21 al Filodrammatici di Treviglio andrà in scena “Stavamo meglio quando stavamo peggio?”, con Stefano Masciarelli e Fabrizio Coniglio. Uno spettacolo comico con qualche tendenza nostalgica che vede come protagonisti uno zio e un nipote che discutono e si confrontano sui cambiamenti d’epoca che coinvolgono tecnologie, canzoni, costumi, linguaggio e la cultura in genere.

Per la stagione Altri percorsi, giovedì 2 maggio alle 21 al Sociale è in calendario “Marcel”, di e con Jos Houben e Marcello Magni. Una gag che celebra l’arte dell’attore in stretta complicità con il suo pubblico e rivela l’universalità del nostra condizione fisica.

La musica tornerà al centro delle scene del Creberg venerdì 3 maggio alle 21 quando si svolgerà un concerto dell’ex chitarrista dei Genesis, Steve Hackett in una nuova tappa di “Genesis Revisited Tour”.

Nella stessa sera, venerdì 3 maggio, alle 21 al Filodrammatici di Treviglio arriverà Omar Pedrini che con la sua band porterà in scena il suo ultimo lavoro e i grandi classici che hanno fatto cantare e sognare tre generazioni, dai Timoria sino ai giorni nostri.

Sabato 4 maggio alle 21 al Creberg Paolo Migone andrà in scena con lo spettacolo “Beethoven non è un cane”, incentrato su una musica classica ancora viva.

Per il festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, giovedì 16 maggio alle 21 al teatro Creberg si terrà un concerto di Stefano Bollani con l’Orchestra Filarmonica di Bologna, diretta da Kristjan Järvi.
In programma: Järvi, “Aurora” per orchestra; Bollani, “Azzurro” per pianoforte e orchestra; Gershwin, Rhapsody in blue; e Ravel, Bolero.
Le prevendite dei biglietti saranno disponibili dal 29 gennaio sui canali online e in biglietteria al teatro Sociale di Bergamo.

Da annotare venerdì 17 maggio alle 21 al Creberg il concerto di Loredana Berté che concluderà a Bergamo il suo nuovo progetto “Libertè Tour Teatrale 2019”.

Nella stessa sera, venerdì 17 maggio, alle 21 al Filodrammatici gli Shine on Project proporranno un omaggio ai Pink Floyd.

Sempre al Creberg, sabato 18 maggio alle 21 Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi proporrà “Noi – Mille volti e una bugia”, dialogo interiore ed esilarante.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI