BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fuochi d’artificio, tuffi in acque ghiacciate, feste nei cimiteri: il Veglione nel mondo

Dalle isole Kiribati in Oceania fino a Howland Island nel Pacifico, un viaggio tra i meridiani per scoprire come si festeggia l’arrivo del nuovo anno in varie parti del mondo.

Più informazioni su

Nel 1884, con la Conferenza internazionale dei meridiani, venne discusso ed approvato l’attuale sistema dei fusi orari, con il quale viene divisa l’intera superficie terrestre in zone, comprese tra due meridiani, all’interno delle quali viene adottato lo stesso orario. Da quel momento, lo scoccare del nuovo anno si differenzia, nel mondo, a seconda della distanza di un luogo dal Meridiano di Greenwich, che ha per convenzione longitudine pari a zero.

Non solo però una differenza di orari: lo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre, infatti, porta con sé diverse tradizioni, con l’intento comune di augurarsi il meglio per l’anno appena nato.
In base all’ora italiana, alle 11 del mattino del 31 dicembre sono gli abitanti della Repubblica delle Kiribati i primi a festeggiare il nuovo anno: nell’arcipelago delle Sporadi equatoriali (il più grande atollo corallino del mondo) infatti, si trova la linea internazionale del cambio di data.

Ad Auckland, in Nuova Zelanda, sono le 12 italiane quando ha inizio lo spettacolo di fuochi d’artificio sulla Sky Tower, mentre due ore più tardi si festeggia in Nuova Caledonia. In Australia, a Sydney, si possono ammirare in particolare i fuochi d’artificio sopra le arcate del Sydney Harbour Bridge.

il capodanno nel mondo

All’estremità sud-orientale della Siberia russa, a Vladivostok, sono le 15 quando si festeggia l’arrivo del nuovo anno immersi nel calore della banja, dove all’acqua calda fino a 100 gradi vengono alternati bagni in acqua gelida. Usanza per il nuovo anno è anche il tuffo, travestiti da Santa Claus, nelle acque siberiane a Novosibirsk.

Andy dei Bluvertigo al Druso

Alle 16 in punto iniziano i festeggiamenti in Giappone, a Tokyo, dove si può assistere alla cerimonia buddhista dei 108 rintocchi: i templi di tutto il paese suonano le campane con 108 rintocchi, a simboleggiare i 108 peccati originali della fede buddhista, in modo da allontanare i desideri mondani dalle persone. Durante l’ultimo giorno dell’anno vengono anche lanciate delle lanterne bianche dai giardini del palazzo imperiale di Tokyo. In molte famiglie, inoltre, il capodanno è occasione per fare grandi pulizie domestiche, ma è anche consuetudine dare il benvenuto agli spiriti degli antenati addobbando la porta di casa con rami di pino, bambù e paglia.

Nella vicina Cina vengono organizzati festeggiamenti anche per il nostro capodanno gregoriano, anche se il loro capodanno, la Festa di Primavera, viene festeggiato in corrispondenza della seconda luna nuova, dopo il solstizio d’inverno in una data che, seguendo il calendario lunare, varia dal 21 gennaio al 19 febbraio. In questa occasione, l’usanza è quella di vestirsi di rosso che, secondo la leggenda, serve ad impaurire il mostro mitologico Nian, che ogni 12 mesi esce dalla sua tana per divorare gli esseri umani.

Sono le 18 italiane quando iniziano i festeggiamenti in Thailandia, dove esistono diverse celebrazioni, in particolare la festa nella turistica Pattaya o nella capitale Bangkok, con un vero e proprio street party in Khaosan Road, popolare strada di ritrovo e divertimento per turisti ed abitanti. Due ore più tardi i fuochi d’artificio si accendono a Ekaterinburg, nella regione russa degli Urali, dove è possibile festeggiare in piazza 1905 che, durante l’inverno, viene trasformata in una città di ghiaccio in miniatura.

i magi nell'arte

Alle 21 italiane è possibile assistere allo spettacolo di fuochi d’artificio sopra Downtown Dubai, mentre alle 23 inizia il nuovo anno a Cape Town, in Sudafrica, con i fuochi d’artificio al vecchio porto Waterfront, concerti e danzatori del fuoco. La festa a Città del Capo non termina però il 1 gennaio: è tradizione, infatti, festeggiare anche il Secondo Capodanno (Tweede Nuwe Jaar, il 2 gennaio) con una sfilata in maschera, in ricordo dell’unico giorno di libertà che i padroni bianchi concedevano agli schiavi.

A mezzanotte si festeggia in Italia, con il tradizionale zampone con le lenticchie, e in altre 40 nazioni europee, tra cui Spagna, Germania e Francia. A Berlino è tradizione festeggiare il capodanno in strada, in particolare su un tratto di 2 km della Straße des 17″. Juni, tra la Porta di Brandeburgo e la Colonna della Vittoria. I tedeschi si mascherano come in una sorta di secondo carnevale, mangiando noci, nocciole e uvetta e bevendo il feuerzangenbowle, una bevanda alcolica con vino rosso, cannella, chiodi di garofano, buccia d’arancia, zucchero e rum. In Italia si sta già festeggiando da un’ora quando scocca la mezzanotte a Londra e nel Regno Unito, salutata con i fuochi d’artificio sul Tamigi. Dopo il tacchino ripieno di castagne e il Christmas Pudding, in Inghilterra si fanno alcuni giochi particolari come buon auspicio per l’anno nuovo, come il salto all’interno di cerchi segnati da candele accese o un altro gioco che consiste nel pescare a mani nude all’interno di una ciotola la frutta secca che galleggia in un liquore infiammato.

Andy dei Bluvertigo al Druso

L’anno nuovo in Scozia si aspetta a partire dal 30 dicembre con una tradizionale parata di torce nel centro di Edimburgo, che percorre il Royal Mile fino a Holyrood Park. Il 31 dicembre si festeggia Hogmanay, con i fuochi d’artificio sopra il castello di Brandeburgo e l’Auld Lang Syne, un tradizionale canto natalizio, mentre la mattina del primo gennaio si inizia l’anno con il tradizionale tuffo nel fiume Forth.

il capodanno nel mondo

Alle 3 italiane inizia la festa a Rio de Janeiro, in Brasile, in particolare sui 4 chilometri di spiaggia di Copacabana, con i fuochi del Réveillon. Il clima in questo periodo dell’anno è caldo, quindi si ritrovano sulle spiagge più di 2 milioni di persone, rigorosamente vestite di bianco come augurio di pace e fortuna. Per l’occasione si svolge il rito dell’offerta in mare di rose rosse e gladioli bianchi per Yemanja, la dea delle acque.

In Cile sono le 4 italiane quando, sulle spiagge di Valparaìso, i fuochi artificiali vengono sparati dalle barche ancorate lungo tutta la costa. Una tradizione molto particolare, inoltre, è quella di molti fedeli cileni di passare la notte di San Silvestro all’interno dei cimiteri, per celebrare il nuovo anno con i cari defunti.

Alle 6 del mattino iniziano i festeggiamenti in alcune zone degli Stati Uniti e in Canada, dove è possibile vedere i fuochi artificiali del Vieux Port a Montreal. A New York, a Times Square, è famoso il “Ball Drop”, dove il conto alla rovescia è scandito da una palla luminosa che scende per 43 metri dal tetto del One Times Square negli ultimi 60 secondi dell’anno: una palla molto particolare, di 3,6 metri di diametro, composta da 2688 cristalli e 32.250 luci al led.

Andy dei Bluvertigo al Druso

Alle 9 inizia lo spettacolo pirotecnico sulla Strip di Las Vegas, dove è possibile festeggiare sulla Linq High Roller, la ruota panoramica più grande del mondo.
Sono le 12 del primo giorno dell’anno in Italia quando si festeggia nelle Samoa Americane, lontane solo 100 km dalle Western Samoa, ma divise dal confine invisibile del tempo, che le distanzia di un giorno intero.

L’ultimo posto nel mondo in cui si festeggia il Capodanno è Howland Island, un’isola equatoriale del Pacifico completamente disabitata. Grazie ai fusi orari è possibile, quindi, compiere un utopistico giro del mondo, festeggiando costantemente lo scoccare della mezzanotte lungo un arco di più di 24 ore e scoprendo le diverse tradizioni con le quali si saluta il nuovo anno.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.