Quantcast
Piero Angela e i suoi novant'anni di divulgazione seria in tv - BergamoNews
Auguri!

Piero Angela e i suoi novant’anni di divulgazione seria in tv

Gli auguri gli arrivano da milioni di telespettatori, che hanno viaggiato con lui nel passato e nel futuro, tra i dinosauri e nello spazio, nel corpo umano e nell'antico Egitto. E che non sono stati mai delusi

Piero Angela compie 90 anni il 22 dicembre e gli auguri gli arrivano da milioni di telespettatori, che hanno viaggiato con lui nel passato e nel futuro, tra i dinosauri e nello spazio, nel corpo umano e nell’antico Egitto. E che non sono stati mai delusi dal suo modo serio e professionale di raccontare, di illustrare, di far conoscere. A cominciare dai bambini cresciuti a “pane e Quark”, oggi genitori, e i loro figli, lo zoccolo duro di programmi come Ulisse e le straordinarie serie dedicate alle “Meraviglie” della nostra penisola di Alberto Angela, che ha seguito le orme del padre.

Nato nel 1928, testimone oculare di due secoli, Angela ha vissuto gli anni esaltanti del miracolo economico, la nascita della televisione, la sua straordinaria carriera di giornalista e conduttore di programmi che hanno contribuito a diffondere tra gli italiani la cultura scientifica.

Da sempre riservato, Piero ha raccontato la sua vita in un libro – ne ha scritti 39 -: “Il mio lungo viaggio. 90 anni di storie vissute“.

A vent’anni, con il nome Peter Angela si esibisce nei jazz-club torinesi. Suona anche alla Capannina di Forte dei Marmi, fucina di grandi talenti, e forma un trio jazz con il batterista Franco Mondini, in cui si alternano vari contrabbassisti e spesso solisti famosi come Nini Rosso, Nunzio Rotondo e l’ex cornettista di Duke Ellington, Rex Stewart.

Nel 1951 Piero Angela entra in Rai per dedicarsi al giornalismo: prima cronista del Giornale Radio, poi corrispondente, prima da Parigi, poi da Bruxelles. Con Andrea Barbato conduce la prima edizione del Telegiornale Nazionale delle 13.30 e nel 1976 è il primo conduttore del TG2.

Intanto una serie di programmi: “Il futuro nello spazio” del 1969, “Destinazione uomo” del 1971, “Da zero a tre anni” del 1972, “Dove va il mondo” del 1973, “Nel buio degli anni luce” del 1976, “La macchina della vita” del 1977, “Indagine sulla parapsicologia” del 1978 e “Nel cosmo” del 1980. Trasmissioni strettamente imparentate l’una con l’altra, a cominciare dalla sigla: la celeberrima “Aria sulla quarta corda” di Joahnn Sebastian Bach, nell’esecuzione del gruppo vocale The Swingle Sisters e che verrà utilizzata anche in “Quark”, il programma più celebre della televisione di Piero Angela.

La prima puntata di Quark va in onda il 18 marzo 1981. La formula è innovativa. Si mettono in campo tutti i mezzi e le risorse tecnologiche a disposizione per rendere familiari i temi trattati: i documentari della BBC e di David Attenborough, i cartoni animati di Bruno Bozzetto usati per spiegare i concetti più difficili, le interviste con gli esperti esposte nel linguaggio più chiaro possibile. Ha subito un grande successo. Arrivano così “Quark speciale”, “Il mondo di Quark”, “Quark Economia”, “Quark Europa”. Poi arrivano le “Pillole di Quark”, circa 200 mini episodi di 30 secondi, che passano oltre 5000 volte nella programmazione di RaiUno.

Nel 1995 nascono Superquark e gli Speciali di Superquark, serate monotematiche su argomenti di grande interesse sociale, psicologico e scientifico. Tra questi gli indimenticabili “C’era una volta 100 anni fa”, “L’incredibile storia di Enrico Fermi”, “Albert Einstein”, “Il paese senza figli: le sorprese del crollo delle nascite”, “Shackleton, l’eroe dell’Antartide”. Nel 1997 da una costola di Quark nasce Quark Atlante – Immagini dal pianeta. Dal 2000 Piero e Alberto Angela sono autori di Ulisse, programma a puntate monografiche riguardanti scoperte storiche e scientifiche. “Si vive fin quando si riesce a essere vivi”.

Tanti auguri!

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI