BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Immacolata, nessuno porta la Madonna in processione: “Pochi fedeli e tutti anziani”

Nessuno in grado di portarla per le vie del paese, il parroco rinuncia: "C'è amarezza, nelle piccole comunità sta scomparendo il motore dei giovani"

Don Diego Ongaro non l’ha presa bene. Anzi, c’è chi dice fosse a dir poco infuriato. Sabato 8 dicembre, a Fuipiano al Brembo, frazione di 300 abitanti a San Giovanni Bianco, la processione per la festa dell’Immacolata ha dovuto fare a meno di un elemento centrale: la statua della Madonna.

Motivo? Non c’erano fedeli in grado di portarla in processione lungo il paese. Una trentina in tutto tra chiesa e corteo, praticamente solo anziani. Risultato: il parroco ha dovuto mettersi il cuore in pace e rinunciare.

“C’è amarezza per quanto accaduto – confessa don Diego -. È il segno che nelle piccole comunità sta venendo a mancare un motore importante“. Quello dei fedeli più giovani.

“Lo stesso giorno in paese c’erano i mercatini di Natale – osserva il parroco -. Evidentemente la gente preferisce passare così il proprio tempo, ma con questo non voglio incolpare nessuno. Anzi, è un’occasione di riflessione“.

Segno del sempre più difficile rapporto tra giovani e fede? O forse certe tradizioni non interessano più? “Anche semplificare è sbagliato – commenta don Diego -. Per esempio, molti giovani che oggi vivono a Fuipiano e San Giovanni Bianco partecipano alle cerimonie dei loro paesi d’origine. C’è chi è cresciuto a Ornica e Piazza Brembana, chi ha i nonni a Valtorta e Piazzatorre”.

Insomma, ci sarebbero una serie di concause da non sottovalutare: “Compresa quella che vede i piccoli comuni sempre più soggetti allo spopolamento – l’analisi del religioso -. Quel che è certo è che quel motore importante sta sempre più scomparendo”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.