Quantcast
PizzaUp 2018, tra gli ospiti anche il 20enne bergamasco Ian Spampatti - BergamoNews
L'intervista

PizzaUp 2018, tra gli ospiti anche il 20enne bergamasco Ian Spampatti

“Sono sempre stato un amante del cibo fin da quando ero piccolo, un gran golosone! Partecipare per il primo anno all'evento PizzaUp è stato un grande onore per me.”

Si è conclusa la tredicesima edizione di PizzaUp 2018 al Molino Quaglia a Vighizzolo d’Este nel padovano. Tra i partecipanti quest’anno per la prima volta anche il ventenne bergamasco Ian Spampatti, proprietario della pizzeria “La Lanterna” a Castione della Presolana e vincitore di Master Pizzachef 2016.

“Sono sempre stato un amante del cibo fin da quando ero piccolo, un gran golosone! Da bambino al ristorante ci andavo solo per mangiare, non ero un bambino che disturbava gli altri ospiti in sala. Partecipare per il primo anno all’evento PizzaUp è stato un grande onore per me.”

Nato come cuoco, poi diventato pizzaiolo per la sua passione per i lievitati, oggi Ian nella sua pizzeria a Castione non propone solo pizza classica, ma anche gourmet, “dove il gourmet per me è la ricerca, la lavorazione e la storia della materia prima in sé” spiega.
Presenziare a PizzaUp 2018 per Ian è stata un’esperienza unica: “A PizzaUp oltre all’aspetto lavorativo e pratico si instaura un rapporto d’amicizia forte anche con i colleghi. Il confronto è il momento di crescita più grande per me perché si riceve e si dà, è un punto di ripartenza per tutti.” afferma Ian.

PizzaUp è un simposio tecnico della pizza organizzato da Chiara Quaglia e Piero Gabrieli, proprietari di Molino Quaglia nel padovano. L’evento è ogni anno un punto di ritrovo per tutti i pizzaioli d’Italia, un luogo dove confrontarsi, imparare ed insegnare. Tra i temi affrontati al PizzaUp 2018 si è parlato di farine, di impasti, di cambiamento climatico, di lievito e di tecniche nuove.“In quanto prodotto di facile fruibilità, la pizza è lo strumento di comunicazione ideale per far mangiare bene e per parlare di argomenti che prescindono dal prodotto, come l’agricoltura o il cambiamento climatico” così ha aperto la prima giornata di PizzaUp 2018 Piero Gabrieli, direttore marketing del Molino Quaglia.

pizza up

Altro argomento centrale all’evento è stato l’influenza dei media per accrescere la notorietà di ristoratori e pizzaioli, tema molto caro a Ian che ha acquisito fama dopo la vittoria a Master Pizzachef 2016. Sul palco insieme a lui hanno portato la loro esperienza grandi nomi nel settore culinario: Renato Bosco, miglior esponente mediatico e pratico della pizza, impegnato nella Prova del Cuoco su Rai 1, l’agronomo Salvatore Ceccarelli e l’agricoltore Giuseppe Li Rosi e Simone Padoan, uno dei massimi esponenti nel mondo della pizza.

Poi Massimo Giovannini, Corrado Scaglione, Sergio Russo, Paolo Marchi, direttore di “Identità golose Milano” e Annalisa Zordan del Gambero Rosso Italia con Giulia Miatto e Giovanni Marchetto della scuola di Molino Quaglia. Non sono poi mancati momenti di approfondimento con gli chef ospiti, italiani e non: Eugenio Boer (Bu:r – Milano), Andrea Mattei (Meo Modo – Palazzetto), Cristian Torsiello (Osteria Arbustico – Capaccio Paestum), Alessandro Dal Degan (La Tana Gourmet – Asiago), Oliver Piras e Alessandra Del Favero (Aga – San Vito di Cadore), Wicky Priyan (Wicky’s Wicuisine – Milano), Corrado Assenza (Caffé Sicilia – Noto) e Lionello Cera (Antica Osteria Cera – Lughetto di Campagna Lupia).

Ian, cosa ti senti di poter insegnare ai tuoi colleghi?

Purtroppo non ho ancora gli anni di esperienza alle spalle che hanno molti di loro, per questo sono sempre disposto ad impegnarmi per imparare da loro. Ad oggi quello che gli altri potrebbero apprendere da me è la solarità che mi contraddistingue sempre, alcuni miei colleghi sono cupi, altri invidiosi e sempre negativi, una pizza buona si fa con il sorriso, la solarità è il mio ingrediente segreto.

Quali sono i tuoi obiettivi ora?

L’obiettivo per il mio futuro è crescere sempre di più, senza mai smettere di imparare. Credo che se si sceglie di fare una cosa bisogna farla al meglio, questo voglio fare io, però senza mai smettere di divertirmi.

Fotografia in copertina di Nicole Valenzano

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI