Quantcast
Giovani e sesso: non usano i contraccettivi e vogliono la trasgressione - BergamoNews
Indagine eurispes

Giovani e sesso: non usano i contraccettivi e vogliono la trasgressione

Il 2000, secondo l’ultima indagine Eurispes sui “Giovani e il sesso”, ci consegna una fotografia hot (e per certi aspetti allarmanti) degli italiani tra i 18 e i 30 anni

Il 2000, secondo l’ultima indagine Eurispes sui “Giovani e il sesso”, ci consegna una fotografia hot (e per certi aspetti allarmanti) degli italiani tra i 18 e i 30 anni. L’indagine campionaria ha coinvolto mille giovani ed è stata realizzata tramite la somministrazione on line di un questionario semi strutturato.

Il 44% dei giovani sposati tradisce, quasi otto su dieci praticano l’autoerotismo ritenendolo “parte della normale vita sessuale”; il 54% è incuriosito dalle pratiche Bdsm (bondage, dominazione, sadismo) e lo “scopamico” l’hanno almeno il 55,1% dei giovani. A trasgredire di più sono gli abitanti del Nord Est che sono anche quelli che si dedicano di più al sexting (il 17,5% lo pratica “spesso”).

Preoccupanti, invece, i dati sull’uso dei contraccettivi: circa un ragazzo su dieci non usa “mai” i contraccettivi (10,4%); il 13,4% “raramente”, il 12,4% “qualche volta”, il 23,9% “spesso”. Solo il 39,9% quando ha rapporti sessuali, usa sempre i contraccettivi, a fronte, quindi, di un complessivo 60,1% meno prudente. Un quarto degli omosessuali, invece non li utilizza “mai” (26,5%) e solo il 22,4% lo fa “sempre”.

Sotto le coperte il 42,8% usa dildo e vibratori. In particolare, il 18,8% li usa sia per autoerotismo sia per giocare con il partner, il 14,4% solo con il partner, il 9,6% solo per autoerotismo. Sono i più giovani a giocarci con più frequenza (47,4% dei 18-24enni contro il 38,8% dei 25-30enni). Anche il culto del porno non è passato di moda: oltre sette giovani su dieci utilizzano materiale pornografico (71,3%). In particolare, il 34,8% lo guarda solo per autoerotismo, il 23,8% lo fa sia per praticare autoerotismo sia per giocare con il partner (23,8%), il 12,7% solo come gioco di coppia; mentre una minoranza del 28,7% dichiara di non visionare mai materiale pornografico. Guardare foto e video pornografici è molto diffuso, in particolare, tra i giovani omosessuali.

E’ boom invece del sexting: quasi 6 giovani su 10 hanno lo hanno praticato almeno una volta nella vita, ovvero hanno inviato e condiviso materiale sessualmente esplicito in forma verbale, fotografica o video. Benché, infatti, il 41,4% dichiari di non averlo “mai” fatto, il 36,2% lo ha praticato “qualche volta”, il 12% “spesso” e il 10,4% “una sola volta”. Il campanello d’allarme suona soprattutto per i più giovani : il 45,2% dei 25Giovani-30enni non lo ha “mai” praticato, contro il 37,1% dei 18-24enni.

Piuttosto diffuse anche le relazioni “friendship whit benefit”: la maggioranza netta ne ha instaurata almeno una (55,1%); di questi, un quarto tra le 2 e le 5 (24,4%). Sono i giovani del Centro Italia i più propensi a questo tipo di rapporto: quasi 4 su 10 ne hanno avute tra 2 e 5 (39,4%), a cui si aggiunge il 17,6% di quanti ne hanno instaurate più di 5, per un totale del 57% degli intervistati che ha avviato nella vita più di due amicizie di letto.

Ma se gli italiani son poco fedeli restano comunque tradizionali perché l’idea della coppia aperta non piace: solo il 20,7% trova soddisfacente un rapporto di coppia a tre. Restano, infine, i sogni proibiti: nonostante più del 70% del campione abbia dichiarato di non aver mai accompagnato l’attività sessuale con bondage, dominazione, sottomissione, sadismo e masochismo, la percentuale di quanti invece sono incuriositi o avrebbero la voglia di farlo si attesta al 54,8%.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
sex education serie tv
Sex education
Sesso e adolescenti, quando l’educazione passa da una serie tv di Netflix
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI