Sulle orme di Guadagnino: da Città Alta alle cascate, il viaggio fotografico della superfan - BergamoNews
Il film da oscar

Sulle orme di Guadagnino: da Città Alta alle cascate, il viaggio fotografico della superfan fotogallery

"Chiamami col tuo nome" è piaciuto talmente tanto a una ragazza tedesca da spingerla in terra Bergamasca, con un obiettivo molto particolare

Un viaggio sulle orme del film di Luca Guadagnino “Chiamami col tuo nome”. Alla tedesca Madeleine Eger è piaciuto talmente tanto da portarla in vacanza fino in terra Bergamasca, dove sono state girate alcune delle scene del film: da Città Alta a Clusone, fino alle cascate del Serio a Valbondione.

Gli scatti del viaggio, condivisi dalla ragazza sui social, hanno riscosso molto successo. Il motivo? Madeleine, come si può ben vedere dalle immagini, non si è accontentata di ritornare a casa con delle normali foto-ricordo, ma ha sovrapposto meticolosamente alcune scene stampate del film ai luoghi reali.

Ma nel film di Guadagnino – va detto – non c’è solo la Bergamasca. Buona parte del film è ambientata in provincia di Crema e nella campagna del lodigiano.

È stato lo stesso Guadagnino, che a Crema ci vive, a scegliere i luoghi della storia d’amore tra Elio (Timothée Chalamet) e Oliver (Armie Hammer), ispirata al libro di Andrè Aciman (ambientato invece in Liguria, ndr). Un paesaggio incantato e senza tempo. Da Oscar.

(foto da Facebook di Madeleine Eger)

leggi anche
  • L'iniziativa
    Benemerenze, Bergamo Pride propone Luca Guadagnino: “Ha dato lustro alla città”
    Luca Guadagnino
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it