BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Omicidio Del Gaudio: chiesto il rinvio a giudizio per il marito Antonio Tizzani fotogallery

Lo ha deciso il pm Laura Cocucci a distanza di poco meno di un mese dalla chiusura delle indagini: l'uomo era l'unico iscritto nel registro degli indagati.

Rinvio a giudizio per Antonio Tizzani: è la richiesta del pm Laura Cocucci, titolare delle indagini sull’omicidio di Gianna Del Gaudio, la professoressa di 63 anni sgozzata nella sua villetta in piazzetta Madonna delle Nevi a Seriate nella notte tra il 26 e il 27 agosto 2016.

Il marito, un ex ferroviere in pensione, da subito era stato il principale sospettato: unico indagato, a piede libero, ha sempre però respinto ogni addebito, accusando un misterioso uomo incappucciato che disse di aver sorpreso nella cucina di casa sua immediatamente dopo il delitto.

Nell’unico interrogatorio al quale è stato sottoposto, il 20 settembre di due anni fa, Tizzani, difeso dall’avvocato Giovanna Agnelli, si era avvalso della facoltà di non rispondere: negli anni ha invece parlato, spesso, con tv e giornali e il pm ha chiesto di raccogliere proprio tutte quelle interviste.

A quasi un mese dalla chiusura delle indagini, arrivata lo scorso 2 novembre, il pm ha chiesto il rinvio a giudizio: nel frattempo la difesa non ha presentato alcuna memoria difensiva e continua a sostenere l’inesistenza di elementi a sostegno delle accuse di omicidio e maltrattamenti.

Nei loro sopralluoghi a Seriate i carabinieri del Ris non hanno scovato alcuna traccia di Dna o elementi a conferma della tesi di Tizzani, le cui impronte sono state invece trovate sull’impugnatura di un taglierino nascosto in un sacchetto insieme a un paio di guanti in lattice e occultato in una siepe a circa 500 metri dalla villetta teatro del delitto.

Secondo gli inquirenti si tratterebbe di un’arma “astrattamente compatibile” con la profonda ferita alla gola fatale per la professoressa Del Gaudio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.