BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedrengo, dal Comune 10mila euro per l’apertura di nuove attività nel centro storico

Si tratta di un bando pubblico per la concessione di un contributo di 10mila euro a fondo perduto finalizzato alla creazione di due nuove imprese e all'apertura di due nuove unuità locali.

Più informazioni su

Il Comune di Pedrengo ha indetto un bando per incentivare le attività commerciali e per fare impresa nel centro abitato.

Si tratta di un bando pubblico per la concessione di un contributo di 10mila euro a fondo perduto finalizzato alla creazione di due nuove imprese e all’apertura di due nuove unità locali.

Il termine per la presentazione delle domande è il 28 febbraio prossimo.

L’iniziativa, che viene promossa nell’ambito delle politiche di valorizzazione commerciale del centro storico, intende favorire e migliorare l’accoglienza e l’attrattività dell’offerta commerciale del centro attraverso specifiche azioni e interventi diretti a valorizzarne le potenzialità tra le quali quella di favorire l’avvio di nuove attività d’impresa commerciali e artigianali e contribuire alla riduzione di negozi sfitti.

Saranno ammesse a contributo le seguenti attività:
– Attività commerciale di vendita al dettaglio in sede fissa;
– attività di pubblico esercizio riconducibile alla tradizione culinaria (agroalimentare) del made in Italy;con riferimento alle cucine locali e regionali;
– attività di impresa artigiana nelle produzioni alimentari tipiche artigianali riconducibili alla tradizione gastronomica e dolciaria italiana (es. gelateria, yogurteria, gastronomia, pasticceria,..) o nelle lavorazioni artistiche e tradizionali (es. calzolaio, riparatore biciclette….).

Sono escluse le attività che includono anche parzialmente la vendita di: armi, munizioni e materiale esplosivo, inclusi i fuochi d’artificio; articoli per soli adulti; articoli monoprezzo; e sigarette elettroniche.

Sono altresì escluse la vendita attraverso distribuzione automatica; vendita e servizi di telefonia mobile; tabaccherie; attività di scommesse e gioco che comprendono anche parzialmente apparecchi automatici; attività di “compro oro”; monomarca; money transfer; banche; studi professionali; e call center.

L’impresa beneficiaria dovrà impegnarsi a:
– non cessare l’attività per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo;
– mantenere in centro abitato la sede operativa dell’attività per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo;
– non installare per i tre anni successivi alla concessione del contributo, nei locali sede dell’attività, apparecchi con video giochi e slot machine.

L’attività ammessa a contributo dovrà essere riconducibile ad un locale caratterizzato da vetrine e accesso sulla pubblica via.

Possono presentare domanda per ottenere il contributo gli aspiranti imprenditori che presentano i seguenti requisiti:
– avere compiuto il diciottesimo anno d’età alla data di scadenza del bando;
– essere intenzionati ad avviare, entro il 28 febbraio, un’impresa per l’esercizio di una delle attività previste dal bando, localizzata nel centro abitato di Pedrengo.

Questi dovranno iscriversi al registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bergamo e presentare allo Sportello
Unico per le Attività Produttive (Suap) segnalazione certificata di inizio attività (Scia) successivamente alla data di presentazione della domanda e comunque non oltre il 28 febbraio.
Possono inoltre presentare domanda di ammissione al contributo le imprese costituitesi in data antecedente alla pubblicazione del bando che intendano iniziare l’attività o aprire entro il 30 giugno 2019 una nuova unità locale per l’esercizio di una delle attività previste dal bando nel centro abitato di Pedrengo.

È ammessa una sola domanda da parte dello stesso soggetto.

A pena di esclusione al momento dell’erogazione del contributo l’impresa dovrà:
– risultare attiva all’atto della rendicontazione;
– risultare in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese e/o Rra e agli Albi, Ruoli e Registri Camerali per le relative attività e aver presentato allo Sportello Unico per le Attività Produttive (Suap) segnalazione certificata di inizio attività (Scia);
– non essere sottoposta a procedure concorsuali o di liquidazione e non trovarsi in stato di difficoltà (ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea 2004/C244/02);
Sarà inoltre esclusa dal contributo l’impresa che:
– abbia beneficiato di altri finanziamenti o contributi pubblici per le stesse voci di spesa;
– presenti un progetto il cui costo complessivo non superi almeno il doppio del contributo concedibile.

Le domande saranno valutate da una commissione nominata dal Settore II- edilizia ecologia e Commercio del Comune di Pedrengo che attribuirà a ognuna un punteggio massimo di 100 punti e redigerà la relativa graduatoria.

Ai primi due classificati sarà concesso il contributo di 5mila euro a condizione che il costo complessivo del progetto sia almeno il doppio di tale importo.
Al progetto presentato dal primo e dal secondo classificato sarà derogata la richiesta di soddisfare il carico urbanistico primario (aree di sosta e parcheggio) previsto dal Piano dei Servizi del vigente Piano di Governo del Territorio.

Sono ammesse a finanziamento le seguenti spese riconducibili alle tipologie previste dal bando:
– affitto annuo del locale ove verrà svolta stabilmente l’attività nella misura massima del 50%;
– progettazione degli interni del locale;
– lavori di ristrutturazione dei locali;
– acquisto di beni strumentali: arredi, attrezzature, strutture necessarie per l’attività ad esclusione di autovetture, ciclomotori, telefoni cellulari;
– acquisto di programmi informatici, tecnologie e altre applicazioni inerenti l’attività d’impresa;
– consulenza per piano di marketing, sito web, spese di comunicazione.
Tutti i costi si intendono al netto di Iva, bolli, spese bancarie, interessi ed ogni altra imposta.

 

La domanda di concessione del contributo, sottoscritta dal richiedente, dovrà essere redatta sull’apposito modulo, scaricabile dal sito del Comune.
Alla domanda dovrà essere allegata, a pena d’inammissibilità, la seguente documentazione:
– relazione tecnica dettagliata del progetto d’impresa che si intende avviare con relativo business-plan che illustri: il mercato, prodotto/i e i servizi alla clientela, la concorrenza, il piano di marketing e la struttura aziendale gestionale;
– piano economico-finanziario con relativi preventivi di spesa il più possibile dettagliati; documentazione fotografica dell’immobile e del locale (interno/esterno) in cui si intende avviare l’attività;
– planimetria con metrature precise e progetto di allestimento del locale con relativi rendering;
– curriculum vitae del richiedente o del legale rappresentante in caso di impresa già costituita.

La domanda di concessione del contributo, corredata dalla documentazione indicata, dovrà essere inviata, a pena d’inammissibilità:
– per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune di Pedrengo protocollo@peccomunepedrengo.it. In tal caso saranno ritenute ammissibili le domande inviate da una casella di posta elettronica certificata e in formato non modificabile (pdf) sottoscritta mediante firma digitale oppure sottoscritta nell’originale scansito e accompagnata da fotocopia del documento di identità;
– in busta chiusa tramite raccomandata a/r indirizzata a:
Comune di Pedrengo Ufficio Protocollo c/o Piazza Elena Frizzoni – 24066 Pedrengo (Bg).

È consentita anche la consegna a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Pedrengo. In tal caso la busta dovrà essere chiusa e controfirmata sui lembi di chiusura dal concorrente e recante all’esterno il nome del concorrente e la dicitura: “Non aprire – Bando pubblico per la concessione di un contributo di €10.000,00 a fondo perduto finalizzato alla creazione di due nuove imprese o all’apertura di due nuove unità locali nel centro abitato di Pedrengo”.

Per partecipare consultare la sezione bando e allegati sul sito www.comune.pedrengo.bg.it del Comune di Pedrengo.

Per avere ulteriori informazioni rivolgersi al settore edilizia privata, urbanistica e commercio telefonando al numero 035661027 interno 211 oppure inviando un’e-mail a protocollo@comune.pedrengo.bg.it – pec protocollo@peccomunepedrengo.it

Pedrengo

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.