BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dall’1 gennaio 2019 i libretti al portatore vanno estinti: multa per chi non lo fa

Entro il 31 dicembre necessario recarsi in banca o in posta: come fare per estinguerli

Più informazioni su

Entro il 31 dicembre 2018 è necessario estinguere tutti i libretti al portatore in essere, bancari o postali, pena l’irrogazione di una sanzione amministrativa da 250 a 500 Euro.

Già dal 2017, con il D.Lgs. 90, infatti è stato sancito l’obbligo di emissione di libretti di deposito bancari e postali nominativi, vietando l’emissione dei libretti di deposito al portatore.

Nel periodo transitorio tra luglio 2017 e il 31 dicembre 2018 la soglia massima dei libretti al portatore è fissata pari a quella determinata per la circolazione del denaro contante di Euro 3.000. in questo periodo le banche e Poste Italiane erano invitate a ricordare ai portatori l’obbligo di estinzione del libretto alla prima occasione.

I portatori di libretti di deposito entro il 31 dicembre 2018 dovranno presentarsi in banca o alle Poste Italiane per estinguere il libretto:

– chiedendo l’estinzione dello stesso e la sua conversione in un libretto di risparmio nominativo;

– trasferendo l’importo di denaro presente sul libretto a un conto corrente o liquidandolo in contanti.

Dal 1° gennaio 2019 i libretti al portatore diventeranno inutilizzabili, ciò comporta che le banche e Poste Italiane non potranno più effettuare operazioni su tali strumenti di deposito. Gli istituti saranno obbligati ad estinguerli liquidando le somme presenti e a darne comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze che procederà con l’irrogazione della sanzione amministrativa da 250 a 500 Euro.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.