BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Pedrengo per tutti” e “Pedrengo progetto comune”: correranno insieme alle elezioni

Ad annunciarlo sono i capigruppo di queste due formazioni, rispettivamente Lucio Allia e Francesco Vailati.

Più informazioni su

Novità nel panorama politico-amministrativo a Pedrengo: i gruppi di minoranza “Pedrengo per tutti” e “Pedrengo progetto comune” si fondono: in vista delle prossime elezioni comunali, che si terranno nel maggio 2019, daranno vita a un unico gruppo.

Ad annunciarlo sono i capigruppo di queste due formazioni, rispettivamente Lucio Allia e Francesco Vailati, che spiegano: “In questi ultimi anni, in cui siamo stati nei banchi della minoranza in consiglio comunale, i nostri gruppi hanno lavorato molto insieme avviando una positiva collaborazione. Moltissime volte ci siamo confrontati sugli argomenti all’ordine del giorno e sulle iniziative da intraprendere riscontrando sempre più sintonia e punti in comune che si riflettevano nelle posizioni prese dai nostri schieramenti. Nel tempo, di fatto, abbiamo avviato un percorso comune che ora trova un suo naturale sviluppo nella condivisione e nella formazione di un nuovo progetto unitario in cui confluiscono le nostre due formazioni originari. Sono stati proprio i componenti dei nostri due gruppi di provenienza ad aver da tempo candeggiato questa evoluzione: tutti ci hanno seguito e hanno insistito affinchè ci si riunisse a uno stesso tavolo non solo per le tematiche contingenti ma anche per confrontarsi sui problemi del paese guardando anche al futuro. Man mano, quindi, abbiamo sviluppato un attento lavoro di analisi e raffronto che ci ha portato a definire le nostre proposte per rispondere ai bisogni dei cittadini”.

Le priorità individuate sono quattro: “Innanzitutto, l’associazionismo, con l’obiettivo di valorizzare le realtà socio-aggregative del territorio e puntare su una cittadinanza inclusiva. Altro aspetto è rappresentato dalle politiche giovanili per le quali, come per il rapporto con le associazioni, abbiamo una visione molto diversa rispetto a quella dell’attuale maggioranza. E presteremo particolare attenzione alle società sportive, che rappresentano una risorsa importante per il nostro paese: riteniamo che sia fondamentale la presenza di un assessore dedicato allo sport e che abbiano bisogno di maggior stabilità. Collaborando con loro, poi, ci impegneremo affinchè gli spazi che utilizzano possano essere rivisti e ridisegnati per rispondere meglio alle loro esigenze. Altro punto è costituito dalla sicurezza, che si lega ai due precedenti in quanto agirebbero come primo deterrente ai comportamenti illeciti, creando un paese più vivo. E poi c’è la viabilità e il territorio, per rivedere le scelte introdotte dall’amministrazione con la ztl in via Frizzoni, il semaforo sull’incrocio con Scanzorosciate o la creazione di nuove piste ciclabili come quella che collegherebbe quartiere Palazzo e Pedrengo, di cui puntualmente si sente parlare ma poi non viene realizzata. Inoltre, è necessario effettuare interventi a diversi edifici storici, a partire da villa Frizzoni: in dieci anni oltre alla nuova scuola media, per la quale ci siamo complimentati con l’amministrazione comunale, non sono stati effettuati altri interventi significativi sul patrimonio comunale”.

Il nuovo gruppo è aperto al dialogo con tutti, a cominciare dal comitato per Luca Rovaris sindaco, nel quale sono confluiti alcuni esponenti di Insieme per Pedrengo, altro schieramento alternativo all’attuale maggioranza di “Uniti per il cambiamento”. Allia e Vailati evidenziano: “Siamo apartitici e aperti a tutti quanti vogliano collaborare, in modo particolare con il gruppo guidato da Luca Rovaris. Per dare vita a un confronto dal quale possa scaturire anche un’alleanza, però, è necessario che dall’altra parte ci sia la volontà di intraprendere un percorso comune. Invece, il comitato per Luca Rovaris sindaco si è presentato e ha illustrato le proprie priorità senza coinvolgerci precedentemente. Rimaniamo disponibili al dialogo con loro, anche se il tempo stringe: la porta rimarrà aperta sino a gennaio, quando ultimeremo la preparazione del programma e i nostri gruppi individueranno la figura del candidato sindaco, dopodichè proseguiremo per la nostra strada”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.