BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Associazione Amici di Eleonora: accanto alle donne vittime di violenza e alle persone più fragili

In occasione del primo anniversario della costituzione dell'”Associazione Amici di Eleonora”, anno nel quale sono state promosse e realizzate tante iniziative e collaborazioni con i Comuni di Zogno, San Pellegrino e San Giovanni Bianco, si propongono in questo fine settimana altri due importanti appuntamenti.

Il 24 novembre alle 20.45 al teatro dell’Oratorio di San Giovanni Bianco, l’Associazione Amici di Eleonora in collaborazione con il centro antiviolenza Penelope ed in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, promuove “Donna, quante storie!” reading teatrale di Cinzia Mazzoleni. canzoni contro l’indifferenza eseguite da Claudio Morlotti. Un pensiero particolare sarà dedicato a Desirè. Il ricavato della serata sarà devoluto alla famiglie che nell’esplosione di gas hanno perso la casa a San Giovanni.

thumbnail_IMG-20181120-WA0003

Domenica 26 novembre a Zogno, al polo scolastico Turoldo, ci sarà la presentazione del libro di Nicolò Govoni “Bianco come Dio” che trova ispirazione da un’esperienza fatta in un orfanotrofio indiano. L’autore dopo questa esperienza si trasferisce sull’isola di Samos dove apre una scuola per minori rifugiati che vivono in condizioni di degrado e violenza. Govoni nel suo libro dice: negli ultimi cinque anni, non ho guadagnato molto ma ho saputo risparmiare dolore ad altri esseri umani ed è per questo che i sento ricco”.

IMG-20181120-WA0004

In entrambe le serate viene ripreso il tema della fragilità e della capacità di certe persone di prendersi cura del proprio prossimo almeno per cercare di alleviare le sofferenza anche dell’anima. La vita della dottoressa Cantamessa è costellata di esempi del “prendersi cura degli altri” che l’associazione che porta il suo nome cerca di testimoniare anche grazie alla collaborazione con la fondazione Gedama, con la quale organizza uscite con l’unità di strada con l’intento di portare conforto alle ragazze vittime dello sfruttamento sessuale.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.