Italbasket, Penna e compagne battono la Svezia e si qualificano agli Europei 2019 - BergamoNews
Femminile

Italbasket, Penna e compagne battono la Svezia e si qualificano agli Europei 2019

La vittoria azzurra relega la Svezia al secondo posto nel girone H. Gran prova di Olbis Futo Andrè (20) e della bergamasca Elisa Penna (10)

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: al PalaMariotti di La Spezia la Nazionale femminile di basket ha avuto la meglio per 62-56 su una Svezia uscita anzitempo dal match e poi rientrata prepotentemente a metà terzo quarto.

Dopo la sconfitta rimediata all’esordio contro la Croazia, le cinque vittorie consecutive inanellate dalle ragazze di coach Crespi hanno permesso alle azzurre di chiudere il girone H al primo posto, qualificandosi agli Europei 2019 di Serbia-Lettonia passando dalla porta principale e centrando così la quarta qualificazione consecutiva alla rassegna continentale.

A inizio partita è l’equilibrio a regnare sovrano: Svezia e Italia si rispondono colpo su colpo senza concedere troppo campo alle rispettive avversarie, con le azzurre che si portano avanti 11-8 ma non riescono a scappar via. Un parziale di 7-0 firmato Penna-André permette alla Nazionale di chiudere il primo quarto avanti 19-15.

A inizio seconda frazione è ancora la bergamasca Elisa Penna a spingere le azzurre con una gran prestazione: la Svezia sembra uscita dalla partita e una tripla di Sottana spedisce le avversarie addirittura a -19 (38-19). Frida Eldebrink e compagne non riescono a colmare lo svantaggio e si va negli spogliatoi col punteggio di 40-21 per l’Italia.

Nel terzo quarto le ragazze di Crespi toccano addirittura il +23 grazie ad un’ispirata Olbis Futo André (46-23), salvo poi subire il ritorno delle scandinave: Halvarsson, le sorelle Eldebrink e Zahui fanno registrare un parziale di 0-11 a proprio favore, parziale che obbliga l’Italbasket ad andare all’ultimo mini-riposo in vantaggio di sole 9 lunghezze (50-41).

Il canestro di Penna e il contropiede di Dotto fanno respirare l’Italia ma le svedesi non mollano e accorciano fino al -8. L’antisportivo fischiato contro Zandalasini e il quinto fallo di Crippa complicano le cose per le azzurre, che non trovano più la via del canestro e vengono rimontate sino al 56-54. A questo punto, dopo un buon canestro di Andrè, sale in cattedra Cecilia Zandalasini che prima consegna il +6 alle azzurre e poi cattura il rimbalzo che mette in cassaforte la partita.

Ecco le parole del presidente FIP Giovanni Petrucci a fine partita: “L’obiettivo è stato raggiunto e adesso vogliamo fare bella figura all’Europeo. Questa è una Nazionale che diverte e che non molla mai. Il patema d’animo è nel nostro DNA ma oggi contava vincere e lo abbiamo fatto”. Quella del PalaMariotti è stata l’ultima partita di Raffaella Masciadri in maglia azzurra: la capitana, che ha all’attivo 192 presenze e 1.701 punti in Nazionale, a fine anno chiuderà infatti la propria carriera.

Italia 62 – 56 Svezia (19-15, 21-6; 10-20, 12-15)

ITALIA: Dotto (6), Romeo (6), Gorini (0), Sottana (5), Zandalasini (8), Masciadri (n.e.), Crippa (0), Nicolodi (n.e.), Ress (2), Cinili (5), Andrè (20), Penna (10).

SVEZIA: Abdi (10), Fontaine (n.e.), Nnamaka (n.e.), Eldebrink F. (19), Lundquist (0), Nystrom (0), Eldebrik E. (7), Hamilton Carter (0), Barthold (0), Drammeh (0), Halvarsson (10), Zahui (10).

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it