• Abbonati
A osio sopra

I gas per curare le malattie: Siad investe 15 milioni per un mega laboratorio fotogallery

Un investimento di 15 milioni di euro per un nuovo laboratorio di ricerca per gas alimentari e medicali che sorgerà nello stabilimento di Osio Sopra su'area di 2.600 metri quadrati e che sarà ultimato nel 2020.

“No, non abbiamo misurato il ritorno economico. Investo perché mi fido dei miei collaboratori. Investo perché questa è una strada che può avere ripercussioni sulla salute dell’uomo”.

Roberto Sestini, da sempre animato da una brillante curiosità imprenditoriale, ha lo stesso sguardo lungimirante e lo stesso entusiasmo dei giovani che presentano una start up.

Se non fosse che il giovane, presidente di Siad, ha 83 anni e l‘investimento è di 15 milioni di euro. Un investimento per un nuovo laboratorio di ricerca per gas alimentari e medicali che sorgerà nello stabilimento di Osio Sopra su’area di 2.600 metri quadrati e che sarà ultimato nel 2020.

Un laboratorio capace di creare gas che curano e guariscono. Un esempio? L’Argon che produce un effetto protettivo sul deterioramento cerebrale e neurologico dalla mancanza di ossigeno. Se si ha un infarto, oltre ai danni sul cuore, dopo pochi minuti senza ossigeno, iniziano a manifestarsi danni al cervello. L’Argon ha il potere di immobilizzare i tessuti celebrali e far sì che non subiscano danni.

“L’esperimento è già stato eseguito su una serie di porcellini all’Istituto di ricerche Mario Negri, ora si attende la sperimentazione sull’uomo. E questo è solamente un esempio – commenta Gian Giacomo Caldara, direttore generale di Siad -. Altri gas sono già ora utilizzati nel campo medico. Sarà, inoltre, sviluppata la ricerca per progettare e produrre miscele che consentano una rapidissima diagnosi medica utilizzando tecniche non invasive”.

“Il nostro laboratorio ha già iniziato ad operare con miscele particolari per l’uomo – osserva Sestini –. Basti pensare alla conservazione del cibo, ma sull’uomo ci sono molte possibilità per migliorare la qualità della vita. Questo studio non ha delle precise indicazioni, ma confidiamo nei risultati. Come in ogni ricerca che interessa la salute dell’uomo ci vuole molta pazienza”.

Nel nuovo edificio saranno collocati: i laboratori e le produzioni per sviluppare anche miscele metrologiche, che danno il riferimento della misura a tutte le analisi in fase gas e di cui Siad (acronimo di Società Italiana Acetilene e Derivati) è leader del mercato; purificazioni particolari per gas usati nell’industria farmaceutica e medicinale; particolari miscele di taratura aventi composti a bassissime concentrazioni per analisi ambientali; miscele di gas da utilizzare in ambito della contraffazione dei cibi e per la ricerca in diversi settori; miscele per migliorare la conservazione di cibi destinate all’industria alimentare.

“I nostri gas vengono oggi utilizzati per la conservazione dei tortellini e le paste, altri gas per la conservazione delle insalate fresche o gli affettati” precisa Sestini.

Sarà inoltre ulteriormente sviluppata la tecnologia per individuare sostanze chimiche e biologiche a bassissime concentrazioni presenti nei gas. Per quest’ultimo scopo troverà posto nel nuovo edificio anche il laboratorio di Biologia e Chimica Ambientale.
Il progetto è frutto dell’Accordo per l’Innovazione tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Lombardia e Siad Spa, finalizzato a sostenere il programma di investimenti attraverso il progetto denominato “Prodotti gassosi per applicazioni terapeutiche, diagnostiche, alimentari e metrologiche innovative e relativi sistemi automatizzati di produzione, utilizzo e somministrazione”.

La ricerca fa da sempre parte delle caratteristiche di Siad: era il 1964 quando Siad apriva nello stabilimento di Osio Sopra il laboratorio chimico che si inseriva nella prospettiva di proporsi come azienda innovativa nel campo dei gas. La ricerca Siad iniziata in quegli anni ha permesso di portare al mercato alla fine degli Anni Cinquanta, il gas argon, prima azienda italiana a proporlo, l’analizzatore appositamente studiato per analizzare il contenuto di azoto nell’argon prodotto per via criogenica, l’idrogeno ad elevata purezza per l’industria elettronica e, successivamente, il monossido di carbonio prodotto con un processo proprietario, il cloro ad elevata purezza, la produzione di gas usati nell’industria elettronica come il diborano e la fosfina, il monossido di azoto, le miscele gassose di taratura di cui Siad è leader in Italia e fra i migliori produttori mondiali.

Questi prodotti sono tuttora proposti da Siad ed alcuni di essi sono ancora prodotti con i processi chimici studiati a quel tempo. Il laboratorio costruito negli anni ’60 è ancora attivo ed in esso si eseguono ancora diverse lavorazioni di prodotti di cui Siad è leader.
Nel tempo il mercato dei gas si è evoluto e Siad intende proseguire con la propria filosofia di azienda innovativa attuando l’investimento in una nuova struttura appositamente progettata per seguire i bisogni ed i futuri sviluppi del mercato.

Roberto Sestini, a conclusione dell’incontro, ha ricordato l’impegno di Siad per il restauro della Cappella degli Italiani a Praga, luogo simbolico della comunità italiana in Boemia.

La Cappella degli Italiani è stata costruita alla fine del XVI secolo per servire la locale comunità italiana formata soprattutto da artigiani, architetti e mastri edili. Negli ultimi vent’anni la Cappella, che è di proprietà dello Stato italiano, versava in uno stato di abbandono, da cui è uscita grazie ad un restauro durato un anno e mezzo.

“Ci sono voluti dieci anni di impegno – ha concluso Sestini – per ridare vita a questo gioiello del barocco ed è con soddisfazione che, grazie alla cooperazione tra istituzioni e privati, è stato restituito alla città uno dei suoi simboli”. Siad è legata alla Repubblica Ceca dal 1998, quando fu aperto a Most il primo stabilimento dell’azienda nel Paese.

UNA SOCIETÀ CON 91 ANNI DI RICERCA

Novantun anni di storia, 580 milioni di fatturato consolidato 2017, 100mila clienti in tutto il mondo, 1.895 dipendenti di cui 721 all’ estero, una presenza lungimirante nell’Europa dell’Est, dall’Austria alla Russia. La società Italiana Acetilene & Derivati, Siad Spa, fra le protagoniste dell’evoluzione economica dell’Italia fin da quando fu fondata a Bergamo nel 1927, è un caso d’eccellenza industriale.

Siad, presieduta da Roberto Sestini e amministrata da Bernardo Sestini, è presente in Italia su tutto il territorio, con una rete di produzione, distribuzione e vendita strategicamente localizzata: 19 filiali di vendita, 120 punti di distribuzione, 16 unità di imbombolamento e 10 impianti produttivi. Di questi, lo stabilimento di Osio Sopra, il principale centro di produzione Siad, rappresenta il più grande ed articolato insediamento nazionale nel settore dei gas tecnici.

Oggi Siad è un Gruppo leader nella produzione e commercializzazione dell’intera gamma di gas industriali, speciali, medicinali e dei servizi ad essi connessi, con un’attività notevolmente variegata che si estende a settori in sinergia con quello dei gas: healthcare (homecare ed ospedaliero), saldatura e beni industriali.

Attraverso le controllate Siad macchine impianti, tecno project industriale ed Esa, Siad sviluppa l’attività nel settore engineering in tutto il mondo, con la progettazione, fabbricazione ed installazione di impianti per il frazionamento dell’aria, la conversione del biogas in biometano e gli impianti di purificazione dell’anidride carbonica, i compressori di processo e gli impianti per combustione industriale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI