BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie Pd, Peluffo nuovo segretario regionale: in Bergamasca meglio Comincini

L’ex caposegreteria di Veltroni ha superato l'avversario con oltre il 60% delle preferenze: la provincia di Bergamo con risultati in controtendenza.

Vinicio Peluffo è il nuovo segretario regionale del Partito Democratico: l’annuncio è arrivato nella serata di domenica 18 novembre dopo una giornata elettorale che ha coinvolto i 1.516 comuni lombardi chiamati a scegliere il nuovo segretario e i componenti dell’assemblea regionale, una giornata che ha visto l’ex capo segreteria di Walter Veltroni battere Eugenio Comincini con oltre il 60% delle preferenze. 

Quarantasette anni, originario di Rho, l’ex deputato democratico sostenuto fra gli altri dai bergamaschi Maurizio Martina, Antonio Misiani e Elena Carnevali, ha superato  l’ex sindaco di Cernusco sul Naviglio più vicino all’area legata al primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori vincendo in quasi tutte le provincie lombarde.

In controtendenza la provincia di Bergamo, dove sono andati a votare in 2692, e dove Comincini ha vinto con il 57,06% (1.513 voti), contro Peluffo che ha conquistato il 42,94 % (1.146 voti); risultato che non si ripete in città dove il nuovo segretario ottiene 234 consensi contro i 226 di Comincini.

“Contando che in provincia di Bergamo abbiamo circa 2.100 tesserati, siamo riusciti a portare al voto quasi tutti gli iscritti, più buona parte dei simpatizzanti. A livello regionale si misuravano profili importanti, per cui era probabile avere un risultato equilibrato” spiega Gabriele Riva, segretario provinciale, a cui si aggiungono le parole del successore Davide Casati: “Devo ringraziare Gabriele per questi nove anni non sempre semplici, ma anche belli. Siamo riusciti a portare 2.693 persone al voto per cui tutto ciò è uno stimolo per i prossimi 4 anni”.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.