BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie Pd, Comincini in pista: “Per un partito forte e autonomo in Lombardia”

L'ex sindaco di Cernusco sul Naviglio candidato alle primarie del 18 novembre: "L'obiettivo è quello di governare la Regione nel 2023"

“Dare vita ad un partito lombardo federato al partito nazionale, ma con una forte e chiara identità politica”. È l’obiettivo di Eugenio Comincini, 45 anni, candidato alle primarie del 18 novembre per la segreteria regionale del Partito Democratico. Sfiderà Vinicio Peluffo.

Eugenio Comincini

“Ho deciso di accogliere la richiesta che sindaci, amministratori locali, esponenti locali e nazionali del mio partito hanno avanzato chiedendomi di candidarmi alla segreteria regionale”, racconta Comincini.

L’obiettivo a lungo termine dell’ex sindaco di Cernusco sul Naviglio e attualmente Senatore Pd è quello di portare il partito a guidare la Lombardia nel 2023: “Dobbiamo agire dove la Regione ha fallito – spiega -. Penso ai temi ambientali, con la necessità di assumere misure che sappiano davvero migliorare l’aria che respiriamo e sappiano garantire uno sviluppo sostenibile. E al capitolo delle infrastrutture, per migliorare il trasporto pubblico e migliorare i servizi per i pendolari”. Ma Comincini parla anche di riqualificazione energetica degli edifici e mobilità sostenibile: “Vanno individuati pochi temi sui quali caratterizzarci confrontandoci con i sindaci, i circoli e le persone presenti sul territorio”.

Quest’anno la votazione sarà aperta non solo ai tesserati, ma a tutti coloro che si riconoscono nelle linee guida e nei valori del Pd. Possono votare tutti quelli che hanno compiuto 16 anni di età alla data delle primarie, cittadini comunitari non italiani o extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno.

“Serve un partito che sappia maggiormente dialogare con il mondo dell’associazionismo e lavorare in maniera efficace sulla comunicazione – prosegue Comincini nell’elencare gli aspetti da migliorare -. Un partito organizzato, che sappia darsi una linea politica ben definita e la metta in pratica interpretando le esigenze del territorio”.

“La base sulla quale lavorare è buona – conclude il candidato alla segreteria – ma c’è ancora molto da fare. La grande esperienza e competenza dei nostri amministratori va valorizzata, perché spesso è poco percepita fuori dai confini del Comune che amministrano. Va utilizzata per costruire un nuovo progetto di governo regionale”. Federato, forte, autonomo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.