Quantcast
Nel "fortino dello spaccio" i carabinieri trovano droga ma anche rifiuti speciali - BergamoNews
Giovedì

Nel “fortino dello spaccio” i carabinieri trovano droga ma anche rifiuti speciali video

Arrestato in flagranza di reato un marocchino 24enne

Droga, ma anche rifiuti speciali. È quanto hanno rinvenuto a Palosco giovedì mattina, dall’alba, le decine di militari della Compagnia carabinieri di Treviglio durante il maxi blitz in via Papa Giovanni a Palosco.

I carabinieri guidati sul posto dal capitano Davide Papasodaro, con l’ausilio di alcune unità cinofile antidroga di Orio al Serio e della Polizia Locale di Palosco, hanno effettuato una serie di perquisizioni e controlli di pubblica sicurezza a tappeto nell’area degradata di questa strada, un vero e proprio “fortino dello spaccio”, con tanto di vedette.

.Questo il bilancio finale dell’operaione:

Perquisiti complessivamente una decina di immobili oltre a spazi e aree comuni e relative pertinenze.

Arrestato in flagranza di reato un marocchino 24enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: a seguito di perquisizione domiciliare e personale è stato trovato in possesso di alcune decine di grammi di droga (cocaina e hashish); ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia CC di Treviglio su disposizione del PM di turno, domani mattina si svolgerà in Tribunale a Bergamo la relativa udienza di convalida per direttissima.

Denunciato in stato di libertà un marocchino 34enne per violazione dell’ordine di espulsione dal Territorio nazionale: tale straniero, clandestino in Italia, da circa un anno era gravato da un provvedimento di allontanamento in quanto clandestino; lo stesso veniva accompagnato coattivamente in Questura a Bergamo per la successiva espulsione tramite frontiera aeroportuale; nella sua disponibilità venivano altresì rinvenuti alcuni grammi di hashish per uso personale e per tale motivo veniva segnalato amministrativamente alla Prefettura di Bergamo.

Individuati rifiuti ammassati irregolarmente nelle parti comuni di tale area perquisita, anche speciali (autovetture in stato di abbandono e cumuli di pneumatici), nonché alcuni appartamenti (tra quelli ispezionati) in precarie condizioni igienico-sanitarie; in tal senso è stata richiesta ordinanza sindacale di sgombero/ripristino dello stato dei luoghi al Sindaco di Palosco quale Autorità di Pubblica Sicurezza/Sanitaria Locale; scatteranno inoltre contestazioni penali per i relativi reati ambientali previsti dalla normativa vigente.

Non si escludono provvedimenti nei confronti del proprietario dell’intera unità immobiliare sottoposta a controlli e perquisizioni, le verifiche sono in corso; accertamenti anche sui contratti di locazioni riconducibili a tali immobili ed in generale sull’occupazione delle unità abitative perquisite.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI