BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le banche abbandonano i distretti: in 7 anni chiusi 17 sportelli

Val Brembana e Val Seriana pagano la crisi più che altrove. Giovanni Salvoldi nuovo segretario generale First Cisl Bergamo

“Nemmeno il Made in Italy ha fermato la fuga delle banche. In sette anni i finanziamenti ai distretti della moda , del tessile e della fabbricazione delle macchine (per quanto riguarda la situazione bergamasca si tratta di Valle Seriana e Valle Brembana), sono crollati di 682 milioni e i loro territori hanno perso 17 sportelli bancari, lasciando ben 22 comuni senza alcun riferimento finanziario. Le politiche bancarie si sono concentrate sul taglio dei costi anziché sulla vicinanza al tessuto locale e si è abbandonata una gestione paziente dei crediti problematici che avrebbe permesso a molte imprese di tornare in bonis, rilanciando l’occupazione”.

Anche questo si legge nella relazione di “investitura” di Giovanni Salvoldi, da oggi nuovo segretario generale di First Cisl Bergamo, la categoria che rappresenta i lavoratori di banche e assicurazioni. Salvoldi è stato eletto oggi dal direttivo riunito nella sede Cisl di via Carnvovali, in sostituzione di Silvana Paganessi, e sarà affiancato in segreteria da Nicola de Giosa e Rossella Iannone.

“Dall’esplosione della crisi – spiega il nuovo segretario First – i distretti produttivi in Italia hanno perso il 20% degli sportelli bancari: se nel 2010 le filiali che servivano i territori del made in Italy erano 9.889, a fine 2017 erano scese a 7.912. Nelle zone dei prodotti simbolo del paese ci sono ben 674 comuni senza alcuna agenzia bancaria, ossia il 27% del totale, e 125 di loro hanno visto chiudere ogni sportello”.

Così, nei distretti di Albino e di Zogno, presi in considerazione dalla ricerca della First Nazionale, nel 2010 erano presenti 93 sportelli. A fine 2017 ne sono rimasti 76, lasciando 4 comuni in più senza alcun istituto bancario, per un totale di 22 paesi totalmente sprovvisti.
La riduzione del servizio è stata accompagnata da un calo del 35% dei prestiti (agevolato anche dal fallimento o dalla chiusura di tante aziende), mentre nelle filiali che restano a presidiare le aree distrettuali la raccolta è cresciuta sensibilmente, così che tra val Brembana e val Seriana i depositi sono aumentati per quasi il 20%.

“Ho accettato questo incarico – dichiara il nuovo segretario generale First Cisl Bergamo – consapevole che nei prossimi anni ci attendono sfide importanti, dalle riorganizzazioni dei grandi gruppi al rinnovo del Contratto collettivo di lavoro, sia in ambito Abi che Bcc. Non posso negare la preoccupazione per la responsabilità che comporta sovrintendere un territorio che conta su un’altissima rappresentatività, tra l’altro in costante crescita. Lavoratori, uomini e donne, persone che ci affidano ogni giorno il compito di rappresentarli e tutelarli”.

Giovanni Savoldi

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.