BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, rinviata la discussione sulle rotte aeroportuali

La decisione è arrivata a seguito di una riunione dei capigruppo straordinaria svolta nel corso della seduta di lunedì 12 novembre

Dopo la presentazione dei risultati delle sperimentazioni di nuove rotte aeroportuali da parte Enac, si prospettava una seduta di Consiglio dedicata alla situazione del traffico aeroportuale di Orio al Serio, ma il tema è stato rinviato.

Nella serata di lunedì 12 novembre, dopo una riunione dei capigruppo straordinaria, il Consiglio Comunale di Bergamo ha deciso infatti di rimandare la discussione degli ordini del giorno riguardanti il traffico aereo dopo la proposta del primo firmatario dei provvedimenti Fabio Gregorelli (Movimento 5 Stelle) di ritirare il primo di questi presentato lo scorso 9 luglio e di presentarne un secondo riguardante la creazione di un tavolo tecnico – politico comprendenti diversi enti fra i quali Sacbo, i soci e i comitati dei cittadini partendo comunque dall’impegno della riduzione del numero di voli notturni in vista di uno stop nella fascia oraria 24/06. Una decisione che non è piaciuta ad alcuni dei gruppi firmatari del documento depositato alcuni mesi fa.

“Ritenendo il primo ordine del giorno ormai obsoleto, pensavo di ritirarlo ma, gli altri firmatari non erano d’accordo – spiega Gregorelli – Però, dopo che la maggioranza ha presentato tre emendamenti, coi capigruppo abbiamo deciso di incontrarci nuovamente per stilare un ordine del gorno che riunisca le proposte inserite nei due documenti presentati”.

Al centro della seduta, apertasi con il ricordo dell’ex consigliere Giuseppina Norbis scomparsa la scorsa primavera, l’approvazione della convenzione con il Comune di Rozzano per la gestione del servizio di segreteria e la concessione della gestione della trentasettesima farmacia cittadina prevista nel quartiere di Santa Lucia.

In Aula ha fatto il suo ingresso fra i banchi di Lista Gori della nuova consigliere Eleonora Zaccarelli, figlia dell’ex sindaco Giorgio, che ha sostituito il dimissionario Niccolò Carretta e che così commenta il suo debutto: “Sento la responsabilità di portare un nome che ha dato molto alla città e che mi ha insegnato il senso del rispetto, delle regole, della capacità di accogliere gli altri. Proverò a dare il mio contributo per poter giocare al meglio questa partita”.

Altro tema trattato nel corso serata è stata l’interpellanza presentata dal consigliere Danilo Minuti (Lista Tentorio) in merito alla gestione del traffico e della sosta all’interno del quartiere Canovine dove verrà realizzata la nuova area per il mercato: “Questa interpellanza nasce dal dialogo svolto in particolare con le attività produttive che caratterizzano il quartiere. Uno dei maggiori problemi che abbiamo colto è quello della viabilità e della sosta, soprattuto con l’arrivo di nuove attività come la Coop e Uniacque che ha trasferito nell’area la propria sede e che hanno portato con sé diversi disagi per la carenza di parcheggi. Inoltre la notizia del trasferimento dell’area mercatale nella zona ha preoccupato cittadini e attività produttive che non sono stati coinvolti nelle decisioni prese, come dimostrano le 500 firme raccolte in una settimana. Ora vorremmo sapere quali siano le tempistiche del trasloco della Malpensata, se si intenda avere un confronto con le attività e se è stato fatto uno studio in merito all’impatto che può avere il trasferimento sul quartiere, in particolare nelle giornate di mercato”.

Gli assessori Stefano Zenoni e Marco Brembilla hanno risposto presentando i progetti in programma: “L’area, se si esclude la giornata di mercato, verrà utilizzata come luogo di sosta permettendo così di creare quel parcheggio di interscambio di cui si parla da tempo nei pressi del casello autostradale. Per l’attività di mercato stiamo pensando a un collegamento di mezzi pubblici inserito già nella programmazione di bacino: probabilmente verrà deviato un percorso e verranno creati alcuni collegamenti specifici, in particolare nei primi anni così da creare l’abitudine di raggiungere il luogo con mezzi pubblici. Oltre a ciò stiamo valutando anche di modificare la viabilità di alcune vie con sensi unici che ci permetterebbe di ricavare lo spazio per parcheggi già utili oggi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.