Quantcast
Aliberti: "Entrano in Elite quattro eccellenze del territorio" - BergamoNews
Confindustria

Aliberti: “Entrano in Elite quattro eccellenze del territorio”

La community internazionale di Elite raggiunge quota 1000 aziende, di cui circa 650 italiane, per oltre 60 miliardi di euro di fatturato aggregato e oltre 300 mila dipendenti. Presentate in Borsa Italiana le nuove 35 aziende che entrano in Elite: 4 bergamasche

Elite lunedì 12 novembre dà il benvenuto a 35 nuove società italiane ammesse al programma dedicato alle imprese ad alto potenziale di crescita. Le nuove aziende italiane che da oggi iniziano il proprio percorso provengono da 9 diverse regioni e operano in differenti settori tra cui Moda, Servizi aeroportuali, Industria Aerospaziale e Difesa a ulteriore conferma della capacità di Elite di rappresentare l’economia reale.

Elite è il programma internazionale di Borsa Italiana nato nel 2012 in collaborazione con Confindustria per supportare le aziende nella realizzazione dei loro progetti di crescita. Proprio grazie alla partnership con Confindustria sono stati attivati Elite Desk, diffusi su tutto il territorio nazionale, attraverso i quali sono state selezionate più della metà delle imprese che entrano oggi in Elite. Elite dà accesso a numerose opportunità di finanziamento, migliora la visibilità e attrattività delle aziende, le mette in contatto con potenziali investitori e affianca il management in un percorso di cambiamento culturale e organizzativo.

Luca Peyrano, CEO e General Manager di Elite ha aggiunto: “Oggi celebriamo una promessa fatta sei anni fa: Elite come risposta proattiva a una richiesta di supporto da parte delle imprese. Ma è anche l’occasione per celebrare un impegno preso insieme a Confindustria: giungere a quota 1000 imprese in Elite. Le nostre imprese sono più ambiziose, orientate all’innovazione e all’internazionalizzazione, la nostra community è sempre più dinamica e di qualità. Abbiamo definito un nuovo modello di relazione con gli imprenditori, dove le esigenze dell’impresa sono al centro e dove si privilegia il contenuto alla forma, la semplicità alla burocrazia. Abbiamo un atteggiamento neutrale e indipendente rispetto alle scelte di finanziamento e apertura al mercato dei capitali da parte delle aziende siano esse la quotazione, l’emissione di un bond, l’apertura a un private equity. In Elite si viene prima di tutto per crescere e la finanza rimane uno strumento al servizio della creatività e del genio imprenditoriale.”

Aniello Aliberti, Vice Presidente di Confindustria Bergamo con delega al Credito, al Fisco d’Impresa e all’Internazionalizzazione, ha commentato: “Grazie anche al lavoro di formazione e divulgazione sui temi della finanza e del mercato dei capitali di Confindustria Bergamo entrano oggi in Elite quattro eccellenze del territorio, Sacbo, Valtellina, Impresa Percassi e Alfaparf Group, due delle quali – Sacbo e Valtellina – accompagnate direttamente da Elite Desk di Confindustria Bergamo, a testimonianza del dinamismo e della poliedricità dell’economia bergamasca. Nel complesso si tratta di realtà di grandissimo profilo e sicuramente molto interessanti e attrattive per il mercato dei capitali, nonché riferimento significativo per altre imprese del territorio che potrebbero cogliere questa importante opportunità”.

Cesare Valtellina, amministratore e responsabile sviluppo progetti innovativi di Valtellina SpA ha aggiunto: “Valtellina SpA opera da oltre 80 anni nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni e si posiziona sul mercato come un riferimento consolidato in questo ambito. Proprio l’esperienza e le capacità nel campo delle Tlc sono strategiche per ampliare ulteriormente attività e progetti in settori sinergici al nostro core business, alla luce anche della centralità che proprio le Tlc hanno nella digitalizzazione dei processi, nell’Internet of things e in Industry 4.0, solo per fare alcuni esempi. Altrettanto significativi sono i possibili nuovi territori d’azione per quanto riguarda smart city e mobilità elettrica, dove del resto siamo già presenti con iniziative che vanno al di là di interventi pilota. Partecipare al programma Elite è quindi molto importante per confrontaci con altre aziende e realtà per quanto concerne l’organizzazione e gestione del cambiamento. Contaminazioni e sinergie devono essere guidate da indicatori chiari ed autorevoli, indispensabili per favorire la crescita in mercati certamente profittevoli ma anche sempre più articolati e complessi. Una community come quella di Elite è ottimale per muoverci con queste prospettive”.

Emilio Bellingardi, direttore generale di Sacbo, ha sottolineato così l’ammissione al programma Elite: “Si tratta di una opportunità molto interessante e importante per SACBO, sia per il networking con aziende di primaria rilevanza che per le occasioni di visibilità presso investitori istituzionali. Per la nostra società è inoltre un importante momento di formazione e sviluppo di capacità manageriali necessarie per affrontare in modo rapido ed efficace le attività di sviluppo pianificate per i prossimi anni. Abbiamo il compito di valorizzare le infrastrutture aeroportuali che ci sono state affidate perché siano amministrate e gestite con i massimi livelli di efficienza e produttività, continuando a realizzare gli utili necessari a sostenere gli investimenti previsti e garantire alla popolazione che fa riferimento alla catchment area, resa sempre più flessibile dalle forme di intermodalità, una mobilità via aerea che consente di allargare l’internazionalizzazione del territorio e la progressiva espansione delle relazioni con gli altri Paesi”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
alfaparf
Economia
Alfaparf Group si rifà il trucco e si affida ad Akqa
Aniello Aliverti Technix
Grassobbio
Il Gruppo Aliberti entra in Alfagamma: “Con loro due nuovi strumenti per la diagnostica digitale”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI