BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conoscere altri mondi per immaginare il futuro: dal 10 novembre torna “Il Grande Sentiero”

Proiezioni di film in anteprima, presentazioni di libri, una serata con sonorizzazione dal vivo ed una sfilata in bicicletta. A Bergamo e Nembro dal 10 novembre al 8 dicembre.

Più informazioni su

“Dall’arrampicata alla bicicletta, dalle tundre siberiane ai fiumi, dalla Palestina al Pakistan. Per conoscere altri mondi, per avvicinare altre culture, per immaginare il futuro del nostro pianeta”.

Così Angelo Signorelli di Laboratorio 80 spiega l’articolato programma della decima edizione della rassegna culturale e cinematografica “Il Grande Sentiero – Habitat, culture, avventure”, che si terrà a Bergamo e a Nembro dal 10 novembre al 8 dicembre.

Imprese alpinistiche, viaggi avventurosi, sfide con sé stessi e la natura, esperienze di libertà, relazioni “diverse” con l’ambiente: tutto questo raccontato negli oltre 15 appuntamenti della rassegna, che quest’anno ha in programma 16 proiezioni di film in anteprima, due presentazioni di libri, una serata con sonorizzazione dal vivo, una mostra, una sfilata in bicicletta e altro ancora.

La rassegna, organizzata grazie al sostegno della Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus e in collaborazione con CAI di Bergamo, CAI di Nembro e GAN – Gruppo Alpinistico Nembrese, si terrà in quattro luoghi: a Bergamo all’Auditorium di Piazza Libertà e al Palamonti, a Nembro alla sede GAN e all’Auditorium Modernissimo.

Presenti anche diversi ospiti, tra cui Andy Holzer (alpinista cieco dalla nascita che, senza vista, ha effettuato diverse scalate importanti), Massimo Zamboni (musicista ex CCCP e CSI), Giuliano Mancini e Heros Marai del Team3gambe (sportivi che, con l’ausilio di una protesi salgono in montagna e gareggiano in numerose specialità sportive). Numerosi anche gli “ospiti locali”, tra cui gli alpinisti bergamaschi Emilio Previtali ed Ennio Spiranelli, lo scrittore Davide Sapienza e l’alpinista Maurizio Panseri.

Protagonisti de “Il Grande Sentiero” sono come sempre i film, in anteprima per Bergamo e provincia. Da ricordare, in particolare, “Holy Mountain” (2018) di Reinhold Messner, racconto dell’incredibile spedizione vissuta in Nepal nel 1979 dallo stesso Messner (proiezione lunedì 12 novembre all’Auditorium di Bergamo); “Blue Heart” (2018) di Britton Caillouette, film documentario sulla lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa (martedì 13 novembre); “Genesis 2.0” di Christian Frei e Maxim Arbugaev, racconto dell’attività dei cacciatori di zanne in Nuova Siberia e riflessione sulle nuove possibilità dell’uomo di sostituirsi alla natura (giovedì 15 novembre).

Mercoledì 21 novembre, all’Auditorium Modernissimo di Nembro, una serata con cinque proiezioni che vedono protagonisti i film del Trento Film Festival.

La giornata di mercoledì 14 novembre, in collaborazione con Pedalopolis e La Popolare Ciclistica, sarà interamente dedicata alla bicicletta. Alle 18.30 allo spazio Bike Fellas aperitivo con gli autori di “Bidon – Ciclismo allo stato liquido”, progetto culturale che racconta su diversi spazi online storie e visioni ciclistiche originali, poi pedalata di gruppo verso l’Auditorium di Piazza della Libertà dove, con la presenza dei ciclisti professionisti Daniele Colli e Paolo Tiralongo, verrà presentato “Wonderful Losers – A Different World” di Arūnas Matelis, il Giro d’Italia visto dagli occhi dei gregari. Per l’occasione, è previsto che si possa parcheggiare la bicicletta all’interno dell’Auditorium.

Il programma completo e dettagliato della rassegna si trova su www.ilgrandesentiero.it e su www.lab80.it. Informazioni telefoniche al numero 035.342239.

L’ingresso alle iniziative è gratuito presso il Palamonti, l’Auditorium Modernissimo di Nembro e la Sede GAN di Nembro. Le serate che si svolgono all’Auditorium di Piazza Libertà prevedono un biglietto d’ingresso : intero 6 euro, ridotto 5, soci Lab 80 e soci CAI 4 euro. La serata di mercoledì 14 novembre prevede ingresso ridotto a 5 euro per chi arriva in Auditorium in bicicletta, con possibilità di parcheggiarla all’interno della struttura.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.