Quantcast
Scappa di corsa dalla polizia ma perde cocaina per strada - BergamoNews
A treviglio

Scappa di corsa dalla polizia ma perde cocaina per strada

L'uomo ha prima ignorato l'alt in auto e poi si è dileguato di corsa nei campi

La Polizia di Stato di Treviglio continua l’attività contro lo spaccio di stupefacenti intensificando i controlli. In particolare nel pomeriggio di lunedì 5 novembre un equipaggio delle “Volanti” del Commissariato ha dato l’ ”Alt” a una Fiat Tipo condotta da una persona sospetta nei pressi di via Cassani, nota per il famoso Rondò con lo storico trattore “Cassani” fondatore della Same.

L’autovettura, però, ha accelerato in una precipitosa fuga verso via Isser facendo con un inseguimento in sirena nelle vie della zona. Vistosi raggiunto l’autista del mezzo ha abbandonato però l’auto lanciandosi a piedi nei campi in mezzo al fango causato dalla pioggia, perdendo alcune palline di polvere biancastra per circa un grammo, e dileguandosi in mezzo alla vegetazione per poi far perdere le tracce.

L’autovettura Fiat Tipo è stata recuperata e posta sotto sequestro, nonché accuratamente analizzata dalla Polizia Scientifica, che ha rilevato alcuni frammenti di impronte al vaglio degli investigatori al fine di poter identificare il conducente. Risulta intestata, insieme ad altre 155 autovetture, a una persona residente a Milano su cui sono in corso degli accertamenti.

La polvere biancastra dall’analisi con i reagenti in uso alla Polizia, è risultata essere cocaina.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it