BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Remer stellare: contro la Leonis Roma vittoria con 30 punti di scarto

La formazione trevigliese ha vinto con 30 punti di scarto: il match è terminato 92 a 62 (20-5, 24-15, 26-20, 22-22).

Netta vittoria della Remer Blu Basket Treviglio nella partita giocata ieri, venerdì 2 novembre, contro la Leonis Roma per la sesta giornata del campionato di serie A2. La formazione trevigliese ha vinto con 30 punti di scarto: il match è terminato 92 a 62 (20-5, 24-15, 26-20, 22-22).

Remer Blu Basket Treviglio: Andrea Pecchia 25 (12/16, 0/1), Chris Roberts 15 (1/5, 4/9), Jacopo Borra 12 (5/5, 0/1), Ursulo D’almeida 11 (5/6, 0/0), Celis Taflaj 11 (1/5, 3/5), Lorenzo Caroti 6 (0/3, 2/5), Matteo Frassineti 5 (1/3, 1/2), Edoardo Tiberti 3 (1/2, 0/0), Mattia Palumbo 2 (0/0, 0/1), Soma Abati toure 2 (1/1, 0/0), Jamal Olasewere0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 46 17 + 29 (Andrea Pecchia 12) – Assist: 25 (Chris Roberts 6)

 

Leonis Roma: Alessandro Amici 27 (2/7, 7/9), Damian Hollis 9 (4/5, 0/4), Nick Zeisloft 8 (1/3, 2/8), Abdel pierre Fall 6 (3/8, 0/3), Luca Infante 5 (1/1, 1/2), Federico Loschi5 (0/0, 1/4), Eugenio Fanti 2 (1/2, 0/2), Alessandro Piazza 0 (0/3, 0/1), Mohamed Toure 0 (0/0, 0/0), Alexander Cicchetti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 21 5 + 16 (Luca Infante 6) – Assist: 13 (Abdel pierre Fall 3)

 

Si riaprono le porte del Palafacchetti dopo lo spettacolare (e vincente) derby. La Remer, reduce dalla pesante sconfitta di Biella, è chiamata ad un difficile impegno con Eurobasket Roma targata Leonis, nell’anticipo che apre la sesta giornata, in diretta nazionale davanti alle telecamere di Sportitalia.  Si parte con Roberts, Caroti, Pecchia, D’Almeida, Borra. Fuori Olasewere. Per Roma Amici, Fall, Piazza, Hollis, Zeisloft.

 

Prima azione e Pecchia va subito a canestro, punti che bissa dopo meno di un minuto per il 4-0. Leonis prova dalla distanza ma con tre tiri forzati. A -7’16” il sesto punto di Pecchia costringe Corbani al primo time out. Ci prova Zeisloft ancora dalla lunga ma per lui c’è solo il primo ferro. Il n.3 romano ci riprova pochi secondi dopo e sono i primi tre punti per gli ospiti. Risposta Remer con D’Almeida che giganteggia sotto plance per i suoi primi due punti. A -5’05” ancora Ursulo riprende una sua conclusione. Roma continua a forzare dalla lunga ma è D’Almeida che guadagna un fallo per un nuovo possesso. Pecchia si incunea e fa +9. La tripla di Caroti porta Treviglio al massimo vantaggio. Spettacolare coast to coast di Pecchia. Esce tra gli applausi D’Almeida per Tiberti. Edoardo va in lunetta che fa 1 su 2. Primi due punti di Hollis. Tiberti lotta come un leone, recupera un rimbalzo offensivo e dallo smile fa il suo terzo punto. Treviglio chiude in attacco con il tabellone che indica 20-5. Capitan Pecchia e’ già a 10 ma è soprattutto la prestazione biancoblu a convincere, soprattutto abile ad imbavagliare l’attacco ospite.

 

Seconda frazione. Apre Loschi con una tripla in libertà e un fallo su Infante: due azioni che sembrano dare nuove certezze a Roma. Hollis commette infrazione di 24” e Treviglio riprende a tessere le sue trame offensive. Borra è lesto a recuperare un suo errore con un rimbalzo che trasforma in due punti. Infante colpevolmente lasciato sola realizza una tripla. Risponde Borra in schiacciata (+13). Roberts spara una tripla in faccia ad Hollis e nuovo time out per Eurobasket sul -16.  Amici chiude l’azione con una tripla ma dall’altra parte c’è la seconda schiacciata di Borra. Il secondo fallo di Pecchia porta Treviglio in bonus. Anche Fall si produce in una schiacciata. Altra spettacolare incursione di Pecchia che realizza e subisce fallo. Il tiro libero perfeziona un bellissimo gioco da tre. Tripla di Roberts tutto solo dal vertice e si materializza il +19. Amici costringe Taflaj al secondo fallo e fa 2 dalla carità. Roberts ancora dalla lunga e si va a +20. Fall da sotto è subito azzerato da un bell’assist di Frassineti per Borra e sul contropiede ancora D’Almeida in schiacciata. Per Eurobasket c’è solo la soluzione da fuori ma non va a buon fine un tentativo di Zeisloft. Grande palla rubata a Toure da Robert che si invola per il +24 che chiude definitivamente il tempo. Ottima Remer fino a questo momento.

 

Si rientra in campo. Per Amici solo anello mentre per la Remer un paio di palle perse inchiodano il risultato parziale sullo 0-0. A -7’44” da una palla rubata di D’Almedia nasce il canestro in penetrazione di Pecchia. Canestro ad altissimo quoziente di difficoltà e sull’altro fronte altra schiacciata di D’Almeida. Risponde Amici dallo smile. Roberts da tre allunga ancora per Treviglio. Amici è abile a guadagnarsi un gioco da tre su D’Almeida (non trasformato il libero). Ursulo è chiamato in panchina dopo il terzo fallo ma rimedia Taflaj dalla lunga. Altra conclusione vincente di Pecchia. Azione corale targata Remer con un giro palla in velocità che si chiude con il fallo su Borra ( 2 su 2). Hollis continua a predicare basket con un altro tiro difficile ma Taflaj è on fire e realizza un’altra tripla. Il canestro di Fall non impensierisce Treviglio che continua a viaggiare su un tranquillizzante +31. Fanti si incunea per un canestro facile e Vertemati chiama un opportuno time out. Si riparte con Fanti che porta Treviglio in lunetta. Per Palumbo bottino pieno. A -1’40” Treviglio insiste con Palumbo e Pecchia e al terzo rimbalzo offensivo Andrea porta il suo bottino a 19 punti. Loschi va in lunetta per due liberi realizzati ma ci vuol altro per risollevare le sorti della Leonis questa sera. Si mette in proprio anche Frassineti dall’arco. Amici fa due triple consecutive ma il margine è ancora netto ma Taflaj è in serata e spara la sua terza tripla su quattro tentativi. Alla sirena il risultato dice 70-40.

Ultimo periodo. Tiro in allontanamento di Borra che poi si fa superare con la tripla di Amici. Un errato lancio su Fall consiglia a Corbani un time out. Taflaj è anche fortunato ed un suo tiro in allontanamento va a segno. Su sponda Roma continua il suo show dalla lunga Amici. Pecchia realizza a fil di 24”. Si rivede anche Zeisloft da sotto. La tripla di Frassineti non va ma Pecchia è ancora lesto a recuperare il rimbalzo per due punti facili. Si rivede anche Hollis, ma solo dalla lunetta (1 su 2). Infante in semi gancio beffa la difesa trevigliese ma nel motore biancoblu c’è D’Almeida che si guadagna un ottimo fallo e fa 1 su 2 dalla lunetta. Hollis “passeggia” in area e Ursulo raccoglie dalla spazzatura un tiro ravvicinato di Roberts per il suo undicesimo punto. Altra tripla di Amici che ormai predica nel deserto. Sull’altro fronte commette fallo su Roberts che fa 1 su 2. A -3’36” spettacolare no look di Roberts per Pecchia e nuovo time out di Eurobasket. Zeisloft mette dentro la tripla che cerca di rendere meno pesante il divario ma anche Caroti decide che è il momento di dire la sua e da distanza siderale buca la retina. La gara non ha più storia e si gioca ormai solo per la differenza canestri. Esce Ursulo per i meritati applausi. La tripla di Frassineti mette fine definitivamente alla contesa. Esordio per Tourè. Tripla di Amici (e sono 7) . Tourè bagna l’esordio con due punti cercati e trovati. La sfida termina con il punteggio finale di 92-62 con un risultato mai in discussione. Mvp per l’ennesima volta Capitan Pecchia con una clamorosa doppia doppia che gli vale un 41 di valutazione. Stasera grande gioco di squadra ed ottima difesa che costringe Eurobasket a 62 punti (salvata solo dalle triple di Amici). A referto tutti i ragazzi di Vertemati per una serata che finalmente si chiude con una bellissima prestazione dei colori biancoblu.

Giuseppe De Carli

Remer

 

Al termine della vittoriosa gara contro la Leonis, in sala stampa si sono presentati i due coaches, Adriano Vertemati e Fabio Corbani, il presidente Testa e il giovane promettente giocatore Ursulo d’Almeida.

Il coach Fabio Corbani ha affermato: “La partita per noi è finita sin dall’ inzio, sin dal primo canestro di  Pecchia. Siamo usciti dalla partita subito, abbiamo dimostrato scarsa energia, essendo sovrastati dalla forza e dalla determinazione di Treviglio, caratteristiche che dovrebbero essere il nostro punto di forza, che generalmente mettiamo in campo, in tutte le nostre partite. Abbiamo commesso molteplici errori, sia a livello di tiro che di penetrazione che di controllo palla. Complimenti a Treviglio e ai suoi giocatori che hanno saputo gestire il gioco con precisione e rigore. Oggi per noi non c’è stata nessuna partita, abbiamo subito molto e non abbiamo fatto nulla per riscattarci. Nella mia testa, c’era l’idea di utilizzare la zona in termini prolungati, venendo da due partite molto ravvicinate, ma alla fine tale idea non si è potuta realizzare. Mi sento di dire, che abbiamo rivisto la luce, negli ultimi due quarti, applicando azioni difensive e tecniche, risultate però vane ai fini della partita. Lo definirei dunque un episodio isolato e non un mal di trasferta”.

Entusiasta anche Adriano Vertemati, che ha evidenziato: “Siamo stati molto bravi,soprattutto grazie alla differente energia che abbiamo messo in campo e alla concentrazione. Pecchia ha fatto una partita sulla falsa riga di quella giocata contro Bergamo che era stata una partita in rimonta. Spero che sia mvp della giornata perché se lo merita dopo queste  due partite di grandissima intensità. Bravissimi Taflaj, Ursulo  e Borra. L’atteggiamento generale della squadra è stato positivo, ed è questo a fare la differenza, infatti tutti hanno giocato bene. Ripensando a Biella, non ho niente da rimproverare, abbiamo giocato bene con un bell’atteggiamento anche se non come due giorni prima con Bergamo.  La nostra squadra ha lavorato e lavora molto bene, l’unica cosa poco presente era la sostanza e la sicurezza da parte dei due americani che purtroppo non hanno quasi potuto giocare. Per Agrigento cerchiamo di ricaricarci, capire chi saremo e che strada tecnica intraprendere”.

Soddisfatto, il presidente Gianfranco Testa ha dichiarato: “Abbiamo detto che ce la saremmo giocata, e in spogliatoio l’obiettivo era quello di giocare per divertici per sgonfiare la tensione che c’era in questi giorni. Pecchia, il capitano, è una certezza e lo sta dimostrando portando tanta energia in campo.  La partita di stasera è stata vinta da noi nonostante la Leonis abbia dei giocatori molto importanti, ma con lo spirito messo in campo dai nostri ragazzi siamo riusciti a portarla a casa. Se a una squadra come Roma siamo riusciti a far realizzare solo cinque punti nel primo quarto, significa che abbiamo difeso in un modo incredibile e perciò ci siamo meritati questa vittoria. Da qui dobbiamo ovviamente andare avanti e avere fiducia nei mezzi che abbiamo, comprese le difficoltà riscontrate durante la settimana come la mancanza di Jamal. Quando chi è disponibile mette però tutta la propria grinta in gioco, si ottengono sempre grandi risultati. La nostra filosofia è un po’ quella di mischiare, di fare delle squadre coraggiose composte anche da giovani promesse. Ursulo ad esempio è un diciassettenne che oggi è stato osannato dai tifosi perché ci mette qualità e crede in ciò che fa, secondo me infatti andrà molto lontano. I nostri giovani sono sempre caratterizzati da concentrazione e umiltà, che non è sempre scontato”.

Tra i protagonisti in campo c’è stato Ursulo D’Almeida (17 anni ieri), che ha affermato: “Non sono ancora un giocatore professionista, ma sto lavorando per diventarlo. Oggi Vertemati ha avuto grande fiducia in me, lasciando in campo per molto tempo e permettendomi di dimostrare le mie capacità. A livello di squadra, stasera abbiamo giocato molto bene, riuscendo a creare un distacco di 15 punti, già nel primo tempo, possiamo dunque ritenerci soddisfatti. Per quello che riguarda queste due grandi vittorie in casa, posso dire che il pubblico è stato un fattore determinante. Sin dall’anno scorso, nonostante il mio minutaggio in campo fosse irrisorio, i tifosi hanno sempre tifato per me, incoraggiandomi e facendomi stare bene e ora che ho più spazio per giocare, non posso dire altro che grazie e forza Blubasket. Domenica ci aspetta la Sicilia, la regione dove sono approdato dal Benin, sarà un po’ come tornare a casa e per questo ci tengo molto a salutare tutti gli abitanti di Ragusa, in particolare tutti coloro che mi hanno seguito e aiutato nel mio primo anno lontano da casa.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.