Quantcast
Erano disposti a uccidere: arrestati in un casolare i Bonnie e Clyde della Val Seriana - BergamoNews
Tentato omicidio

Erano disposti a uccidere: arrestati in un casolare i Bonnie e Clyde della Val Seriana

R.C., italiano 29enne, e D.P.N.Y., brasiliana 32enne, hanno investito due carabinieri dopo la rapina alla sala slot e sono fuggiti

Erano disposti a uccidere un maresciallo pur di riuscire a dileguarsi dopo la rapina alla sala slot di Clusone. R.C., italiano 29enne, e D.P.N.Y., brasiliana 32enne, entrambi con precedenti, non si sono fatti scrupoli nel travolgere due carabinieri che li avevano fermati dopo il colpo. Ma non solo, perchè sono tornati indietro e hanno investito nuovamente uno dei due militari, già ferito.

La fuga dei Bonnie e Clyde della Val Seriana è finita il giorno seguente, mercoledì 31 ottobre, quando sono arrestati mentre dormivano in un casolare abbandonato a Onore. Proprio il paese in cui i due convivevano. Lui nullafacente, lei ballerina di locali notturni, con tre figli da uomini diversi, si erano fidanzati un anno fa. Consumatori di cocaina, negli ultimi giorni avevano iniziato a delinquere per procurarsi i soldi per la droga.

Giovedì 25 ottobre mettono a segno una rapina all’ufficio postale di Gorno. 400 euro il bottino. Mentre scappano, un passante prende il numero di targa della loro Fiat Tipo nera e lo riferisce ai carabinieri della compagnia di Clusone che iniziano le indagini.

Ma ai due servono più soldi. Così nella notte tra martedì 30 e mercoledì 31 alzano il tiro. Entrano nella sala slot di Clusone. In mano hanno pistole e mitragliette, che poi si scoprirà essere finte. Le puntano alla cassiera, si fanno consegnare tremila euro e fuggono.

sala slot clusone miniera

Un cliente chiama i carabinieri, che associano subito il colpo a quello della posta e dal numero di targa risalgono a dove abita il proprietario della Tipo, a Onore. Allestiscono un posto di blocco a pochi metri dall’abitazione e quando intorno alle 4 l’uomo arriva in auto con a bordo la compagna gli intimano l’alt.

Lui rallenta, forse per ingannare i due militari, ma poi riparte a folle velocità e li travolge. Non contento torna indietro e investe ancora il maresciallo dolorante. I due carabinieri vengono soccorsi da un’ambulanza: il più grave è ricoverato al Papa Giovanni con 40 giorni di prognosi, l’altro ne avrà per una settimana.

R.C. e D.P.N.Y., che probabilmente hanno assunto cocaina prima di entrare in azione, scappano in auto ma poco dopo si schiantano contro il sostegno di un ponte pedonale. Abbandonano la vettura e proseguono a piedi, fino al casolare dove sono stati ritrovati mentre dormivano abbracciati. Addosso hanno un grammo di cocaina e una parte dei tremila euro rubati nella sala slot. In auto ci sono invece le finte armi utilizzate per il colpo. Ora la coppia è in carcere a Bergamo accusata di tentato omicidio, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e rapina aggravata.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Bonnie e Clyde della Val Seriana
Clusone
Dopo la rapina investirono due carabinieri: condannati Bonnie e Clyde della Val Seriana
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI