BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malpensata, attacco della Lega sul parco: “Zona di bivacco e dormitorio pubblico”

I consiglieri comunali del Carroccio Alberto Ribolla e Luisa Pecce hanno elencato all'interno dell'ordine del giorno le diverse problematiche che interessano l'area verde cittadina

“Zona di bivacco” e di “dormitorio pubblico diurno e notturno”, dove si notano “normalmente sporcizia, vetri rotti, cicche ovunque e vestiti appesi”: queste sono solo alcune delle problematiche presentate dai consiglieri comunali della Lega Alberto Ribolla e Luisa Pecce in merito al Parco della Malpensata di Bergamo.

I rappresentati del Carroccio hanno infatti stilato all’interno di un ordine del giorno presentato all’amministrazione un lungo elenco dei problemi che affliggono l’area verde, problemi che vanno dall’ “abitudine a servirsi del parco per l’espletamento di bisogni corporali” alla “musica ad altissimo volume” e gli schiamazzi che “tengono svegli i condomini fino a tarda notte” in particolare nell’area di Via Mozart; sino alla presenza all’interno del parco di attività indebite come “piccolo commercio e attività di servizi non autorizzati (ad esempio parrucchiere)”, attività di commercio abusivo di cibi preparati, privi di qualsiasi controllo di tipo sanitario e tenuti in recipienti nei bagagliai delle auto, che si svolgono anche nel piazzale antistante l’entrata del Parco in giorni in cui è libero dal mercato” e “la vendita di prodotti alimentari, cucinati non si sa come e con materia prima prevalentemente estera e ancora una volta priva di qualsiasi controllo, si affianca abusivamente nella mattina di lunedì all’attività dei banchi di mercato”.

All’interno dell’ordine del giorno i consiglieri comunali hanno inoltre avanzato diverse richieste all’amministrazione comunale del capoluogo fra le quali spiccano l’implemento della “vigilanza h.24, sia mediante l’uso di telecamere e sistemi che determino il pronto intervento, sia con una congrua presenza di forze dell’ordine e guardie giurate” e il perseguimento di “azioni di controllo, sanzione ed eventuale ‘accompagnamento sociale’” attuabile nei confronti di “comportamenti scorretti”, ma anche del “commercio abusivo e delle attività di servizio non autorizzate e igienicamente fuori controllo”.

Pronta è arrivata la risposta dell’amministrazione, che ha indicato i diversi progetti in programma per l’area: “Sul capitolo vigilanza attualmente si prevede un presidio pomeridiano di circa tre ore da parte delle guardie giurate di Fidelitas che pongono la propria attenzione sull’area anche nel proprio turno notturno. Per il parco abbiamo invece attivato una convenzione con Patronato San Vincenzo che permette ai ragazzi di svolgere dei piccoli lavori di manutenzione, mentre i ragazzi dell’Accademia dell’Integrazione hanno già svolto degli interventi nell’area”.

“Attraverso il bando periferie all’interno del Gate è stato attivato un servizio di mediazione culturale che ha permesso di attivare un dialogo fra persone originarie di altri paesi e gli abitanti del quartiere, inoltre abbiamo creato un nuovo progetto chiamato “Malpensata.net” richiesto dalla rete sociale del quartiere che permette di organizzare varie iniziative e laboratori per residenti e bambini – proseguono dall’amministrazione – Oltre a tutto ciò all’interno della Malpensata farà tappa del tour dell’amministrazione sulla sicurezza, mentre nella serata di mercoledì 31 ottobre il sindaco e la giunta avrà un incontro con il comitato di quartiere dove si discuterà di diversi temi, fra i quali i lavori in programma e la gestione del parco e del Gate”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.