Quantcast
Paesi isolati e senza elettricità, il duro ritorno alla normalità nella Bergamasca - BergamoNews
Maltempo

Paesi isolati e senza elettricità, il duro ritorno alla normalità nella Bergamasca fotogallery

Frane, smottamenti, strade bloccate, alberi caduti e molti paesi ancora isolati e senza elettricità

Frane, smottamenti, strade bloccate, alberi caduti e molti paesi ancora isolati e senza elettricità. È questa la prima immagine della Bergamasca che sta tornando alla normalità dopo le giornate di pioggia e vento che hanno messo a dura prova tutta la provincia.

Dalle 15 di lunedì 29 ottobre Olera, una frazione di Alzano Lombardo, è senza elettricità. Sono stati portati dei generatori di emergenza, ma non sono stati ancora attivati.

Maltempo, danni in tutta la provincia

“Nonostante le pressanti richieste di intervento o quanto meno di informazioni sul programma di intervento, al momento non abbiamo indicazioni al riguardo della riattivazione delle 227 utenze elettriche di Olera – afferma Camillo Bertocchi, sindaco di Alzano Lombardo -. Abbiamo investito anche la Prefettura del problema, la quale comunica che sono molte le urgenze in provincia anche riguardanti siti delicati quali case di riposo che stanno esaurendo autonomie elettriche. Ci comunicano che E-distribuzione sta seguendo un piano di intervento basato su priorità”.

Una frana ha bloccato da lunedì pomeriggio Lonno, in Val Seriana. Chiusa e inaccessibile la strada che porta al paese che è tutt’ora senza energia elettrica.

A San Pellegrino si registra l’interruzione di energia elettrica causata dalla caduta di alberi n via Viscardi e in altre zone del paese.

A Foppolo frane e smottamenti hanno piegato di fatto il paese, anche qui si registra l’assenza di corrente elettrica.

Intanto nella bassa si registra la piena del fiume Serio a Ghisalba.

Maltempo, danni in tutta la provincia

A Treviglio grossi danni alla cascina Ganassina utilizzata dagli studenti dell’agraria del Cantoni. Scoperchiata una stalla e rotto parte del tetto della cascina.

“Siamo stati fortunati, ci sono stati numerosi danni ma fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto”, afferma il sindaco Juri Imeri che prima dell’inizio del consiglio comunale di martedì ha voluto fare il punto della situazione sui danni che il maltempo delle scorse ore ha portato in città.

“Vorrei innanzitutto ringraziare la Protezione civile, i Vigili del fuoco, i Sommozzatori volontari e le Forze dell’ordine che hanno lavorato senza sosta dal pomeriggio di ieri, con le operazioni che sono terminate attorno alle due di notte per riprendere poi questa mattina” ha sottolineato il primo cittadino prima di elencare le criticità ancora attive sul territorio comunale: “La problematica più grande in questo momento è quella legata alla rete elettrica con alcune aree, soprattutto in via Pontirolo, in via Beato Angelico, in via Gera d’Adda, in via Acquedotto e in via Calvenzano dove la rete elettrica presenta ancora problemi dovuti a dei guasti di cabine elettriche o cablaggio – e aggiunge – siamo costantemente in contatto con Enel per ripristinare quanto prima il servizio”.

A partecipare alla grande macchina dei soccorsi anche alcuni cittadini , reinventati per l’occasione ausiliari del traffico, e alcune ditte che hanno contribuito nella rimozione dei detriti: “Nella giornata di ieri – spiega Imeri – diversi nostri concittadini hanno voluto dare una mano aiutando a gestire il traffico; mentre le nostre volanti intervenivano in varie zone della città, alcuni residenti sono scesi in campo per regolamentare il traffico mentre gli agenti erano impegnati in altre operazioni. A loro va un grosso plauso, così come alle aziende Eureka, Sintesi e Colombo che hanno contribuito nella rimozione dei detriti”.

Per quanto riguarda eventuali feriti il primo cittadino ha voluto rassicurare la cittadinanza spiegando come non vi siano stati danni a persone: “Ho contattato personalmente la dottoressa Elisabetta Fabbrini, direttore dell’A Bergamo Ovest, la quale mi ha confermato che in queste ore non si sono registrati feriti a causa del maltempo. Anche al Pronto soccorso, come specificato dalla stessa Fabbrini, non si sono registrati accessi volontari di persone rimaste ferite durante la furia della pioggia”.

Nelle prossime ore “passeremo a sistemare tutte quelle criticità minori, come cartelli divelti o segnaletica orizzontale rovinata – conclude Imeri -. In queste ore il consigliere comunale Marco Ghiggini, che ha la delega alla Protezione civile, sta continuando a  monitorare sul posto eventuali problematiche in modo da risolvere il prima possibile le criticità”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
I danni del maltempo in Bergamasca
Il bilancio
Nubifragi e frane in tutta Italia: dieci le vittime del maltempo
maltempo treviglio
Il punto
Il maltempo concede una tregua: intanto si contano i danni, paesi ancora senza corrente
nuvole nuvoloso
Meteo
Il maltempo si placa: breve pausa senza piogge
protezione civile
Maltempo
Esonda il Cherio, protezione civile in campo in Val Cavallina e sul Sebino
Maltempo, i danni nella bassa
Maltempo
Alberi caduti a Cavernago, senza elettricità Canonica e Ghisalba chiude la provinciale
scuola
Bergamasca
Ecco le scuole chiuse martedì per maltempo
albero caduto al galgario
La giornata
Bergamo piegata dal maltempo: allagamenti, alberi caduti, bloccata la circonvallazione
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI