Ecco le scuole chiuse martedì per maltempo - BergamoNews
Bergamasca

Ecco le scuole chiuse martedì per maltempo

A causa del maltempo che si sta abbattendo sulla nostra provincia si è svolto un vertice in Prefettura. Ogni sindaco prenderà decisioni in merito alla chiusura delle scuole per i prossimi giorni.

ELENCO IN AGGIORNAMENTO

Scuole chiuse

Scuole chiuse a Covo (materne ed elementari)

a Vilminore

A Selvino chiuse scuole elementari e medie.

Ad Arcene chiusa la scuola Primaria per verifiche e controlli all’edificio.

A Calvenzano asilo chiuso per infiltrazioni d’acqua nella struttura.

Scuole chiuse a

Seriate

Colere

a Trescore solamente l’asilo statale.

Scuole chiuse anche da Albano

Torre de’ Roveri

Cividate

mentre a Romano di Lombardia rimarranno chiuse solamente le scuole Fermi e Mottini.

Scuole materne ed elementari chiuse anche a Taleggio e Vedeseta. 

Niente aule aperte anche a Lenna, Branzi. 


Scuole aperte

Alcuni sindaci stanno indicando anche le scuole che saranno regolarmente in funzione.

A Bergamo tutte le scuole sono aperte, anche l’Università degli Studi di Bergamo. 

A Treviglio e Caravaggio martedì scuole aperte.

Scuole regolarmente aperte in tutti i paesi dell’unione dei comuni della Presolana: Cerete, Fino del Monte, Rovetta, Onore e Songavazzo.

Scuole aperte anche a Castione.

Mornico e Ciserano martedi scuole aperte. 

A Scanzorosciate.

Scuole aperte anche a San Giovanni Bianco e Zogno. 

leggi anche
  • Il punto
    Il maltempo concede una tregua: intanto si contano i danni, paesi ancora senza corrente
    maltempo treviglio
  • Maltempo
    Paesi isolati e senza elettricità, il duro ritorno alla normalità nella Bergamasca
    Maltempo, danni in tutta la provincia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it