BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confartigianato Imprese Bergamo

Informazione Pubblicitaria

Settimana per l’Energia, si chiude la sei giorni sullo sviluppo sostenibile: “ È necessario fare sistema”

Al centro del convegno della chiusura della manifestazione organizzata da Confartigianato Imprese Bergamo la mobilità sostenibile ed il confronto fra Bergamo e la Lombardia e il Baden Württemberg

È necessario investire su fonti energetiche rinnovabili per evitare che i cambiamenti climatici possano proseguire il proprio corso: è questo l’allarme lanciato nel corso dell’incontro di chiusura della Settimana per l’Energia.

La manifestazione organizzata da Confartigianato Imprese Bergamo ha chiuso la propria decima edizione nella mattinata di sabato 27 ottobre con un incontro dal titolo “Mobilità elettrica e clima, una finestra sui motori d’Europa: Bergamo e LombardiaBaden Wurttemberg”, un’occasione per potersi confrontare sul tema della mobilità elettrica, ma anche per poter riflettere su un argomento come lo sviluppo sostenibile, come spiega Giacinto Giambellini, presidente di Confartigianato Bergamo: “In questo campo ciò che manca è un sistema poiché qualcosa già si sta mettendo in campo, ma a macchia di leopardo. Come aziende è ora necessario capire che cosa si vuol fare, se si vuol esser locomotive oppure vagoni di quel treno già partito verso il cambiamento, e come Lombardia, essendo fra le regioni più avanzate d’Europa, credo che sia necessario seguire questa strada, ma per farlo dobbiamo fare sistema”.

Numerosi gli esperti che si sono succeduti durante la mattinata, da Annalisa Cristini, Alessandro Vaglio e Maria Rosa Ronzoni del CESC (Centro sulle dinamiche economiche sociali e della cooperazione) dell’Università di Bergamo, che hanno illustrato una loro ricerca in cui si fa riferimento all’attuale situazione e un futuro impatto dell’elettrico sulla città; all’assessore all’ambiente del Comune di Bergamo Leyla Ciaga’ che ha mostrato i progetti di Teb e Linea C e il risparmio energetico ottenuto con il loro impiego (circa il 39 % del servizio coperto con mezzi elettrici nel 2018); sino a Rainer Haas e Helmfried Meinel, rispettivamente presidente della provincia tedesca di Ludwigsburg e direttore generale del Ministero dell’Ambiente del Baden Wurttemberg, i quali hanno portato l’esempio della regione tedesca del Baden – Württemberg e delle azioni attuate sinora nel campo della mobilità sostenibile: “Affinché si possano arrestare i cambiamenti climatici e la crescita della temperatura mondiale è necessario porsi alcuni obiettivi specifici: come regione abbiamo deciso di ridurre entro il 2030 le emissioni provenienti dai trasporti del 30 % e di incrementare sino al 40 % la produzione di energia rinnovabile. Stiamo ragionando in questo campo con tutti gli stake – holder, in particolare nel comparto dell’automobile, affinché si possa trovare una soluzione a questo problema”.

In conclusione al convegno hanno preso parte anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale ai trasporti Claudia Maria Terzi i quali hanno illustrato le azioni attuate in questi anni dalla regione per lo sviluppo e la mobilità sostenibile: “La situazione lombarda è molto particolare in quanto ci troviamo in un’area come quella padana caratterizzata da una conformazione che non le permette di smaltire al meglio l’emissioni prodotte. Nonostante tutto ciò è importante da una parte apprendere le buone pratiche applicate già da altri, dall’altra investire anche in campi come quello dell’istruzione e della ricerca” confessa il governatore a cui si aggiungono le parole dell’assessore: “Siccome l’inquinamento è un fenomeno che supera i confini regionali, in questi ultimi anni abbiamo deciso di affrontare il tema anche con altre regioni limitrofe con le quali abbiamo stipulato alcuni accordi. Abbiamo cercato di investire attraverso incentivi ai cittadini sulla mobilità elettrica, sul settore del riscaldamento e sul trasporto pubblico, nonostante i primi risultati inizino ad arrivare, è necessario continuare a lavorare su questi temi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.