BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cai, siglata la collaborazione con Cus e Università di Bergamo per la promozione dello sport fra i giovani foto

Il progetto vede coinvolti non solo soltanto studenti, ma anche professori e personale amministrativo dell’ateneo cittadino

Una collaborazione per promuovere l’attività sportiva fra i giovani: è questa la proposta lanciata da Cai Bergamo, da Cus Bergamo e dall’Università degli Studi di Bergamo che da alcuni mesi sta organizzando iniziative rivolte sia a studenti che a docenti e personale amministrativo dell’ateneo cittadino.

L’iniziativa, nata con l’intento di avvicinare i ragazzi al mondo della montagna e dell’escursionismo, permette di consapevolizzare i giovani alla frequentazione della montagna e delle attività correlate come spiega Paolo Valoti, presidente di Cai Bergamo: “Avendo osservato alcune complementarietà fra le nostre proposte e quelle del Cus Bergbamo, abbiamo scelto di creare questa collaborazione fra i due enti affinché si potessero dare nuove opportunità e stimoli ai giovani e li si potesse avvicinare al mondo sportivo. Grazie a questo spirito, non solo abbiamo deciso di creare il primo progetto pilota di questo genere in Italia, ma di aprirlo anche a docenti e personale dell’Universita’”.

Diverse le iniziative proposte all’interno del progetto, fra le quali spiccano escursioni e arrampicate, come illustra Dario Nisoli, studente di ingegneria e referente della collaborazione: “Abbiamo innanzitutto organizzato tre serate fra giugno e luglio di arrampicata indoor a cui hanno preso parte sino a trenta studenti, oltre a ciò abbiamo svolto due escursioni in montagna nelle quali in una abbiamo raggiunto il rifugio Curò, nell’altra, durata due giorni, abbiamo passato la notte al rifugio Brunone prima di toccare il rifugio Coca. Già nei prossimi mesi di novembre e dicembre proporremo altre quattro serate dedicate al mondo dell’arrampicata, mentre fra febbraio e marzo organizzeremo due escursioni in ambiente invernale”.

L’idea della collaborazione fra Cai e Cus mosse i primi passi già nel 2014, quando Alessandro Fassò, docente della facoltà di ingeneria dell’Università di Bergamo, coinvolse anche alcuni membri del Cai bergamasco in una spedizione in Iran: “In quel caso, assieme al professor Francesco Lo Monaco, delegato del Rettore per lo sport, a Stefano Morosini del Cai di Bergamo, a Giovanni Cugini e Giancarlo Pezzini  del Cai di Nembro e ad un membro della sezione di Merate compimmo una spedizione di sci alpinismo lungo le pendici del monte Damavan, che con i suoi 5610 metri è il più alto vulcano dell’Asia. Fu una bella occasione grazie alla quale, con ogni probabilità, riuscimmo a metter le basi per l’attuale collaborazione ”.

Dopo il successo dei primi appuntamenti, non si ferma il lavoro del Cai e del Cus Bergamo che, nei prossimi mesi, potrebbero ampliare la rosa delle iniziative con qualche novità : ”Stiamo pensando ad una spedizione che possa veder coinvolti i ragazzi dell’Università, non sappiamo ancora in che termini, tuttavia ci stiamo ragionando – confessa Valoti, a cui si aggiungono le parole del presidente del Centro Universitario Sportivo Claudio Bertoletti: “Potrebbe esser l’occasione per premiare gli alunni che, prendendo parte alle iniziative, si siano distinti. L’attuale sede del Cus in parte ci penalizza e non ci permette di aver una palestra per l’arrampica, nonostante ciò, qualora una volta trasferiti a Bergamo avessimo uno spazio dedicato a questa attività, affideremo con ogni probabilità la gestione ad un’istituzione come il Cai”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.