Quantcast
Amministrare il proprio Comune, percorso formativo delle Acli per i giovani - BergamoNews
Bergamo

Amministrare il proprio Comune, percorso formativo delle Acli per i giovani

I percorsi si strutturano in quattro incontri sul tema dell’amministrazione del territorio, per approfondire il governo del bene comune a livello locale.

Le Acli di Bergamo propongono durante il mese di novembre dei percorsi formativi sulla politica locale in cinque territori della provincia, rivolti ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. I percorsi si strutturano in quattro incontri sul tema dell’amministrazione del territorio, per approfondire il governo del bene comune a livello locale.

I percorsi sono possibili grazie alla collaborazione con la Scuola We Care, con alcuni circoli Acli, con diverse amministrazioni comunali e realtà del territorio che hanno scelto di sostenere l’iniziativa.

Acli Bergamo

L’intenzione è quella di riavvicinare i giovani alla politica a partire dal livello locale che riteniamo maggiormente percepito e fonte di un interesse più condiviso da parte dei giovani stessi. Durante gli incontri proveremo ad approfondire l’esperienza amministrativa locale da diversi punti di vista. Nel primo incontro una testimonianza sul perché abbia senso impegnarsi politicamente a livello locale, nei tre incontri successivi il tema verrà declinato in alcuni possibili ambiti di intervento (come funziona un Comune, cos’è un bilancio, il welfare e le politiche sociali, l’ambiente e il governo del territorio) con modalità laboratoriali e interattive.

“Le Acli hanno sempre avuto tra le proprie fedeltà quella alla politica, la politica come arte per costruire la città dell’uomo. Siamo in una stagione di populismo e di semplificazione, cerchiamo di fare la nostra parte offrendo un piccolo tassello di approfondimento come associazione di credenti che laicamente si giocano nella città dell’uomo. Crediamo sia importante investire sulla cura del territorio al servizio dei progetti amministrativi locali, rivolgendoci ad un target di giovani potenzialmente interessati alla politica per riconsegnare il senso e le ragioni di un impegno. Ad oggi abbiamo circa 70 giovani iscritti ma dovremmo arrivare ad un centinaio prima del termine delle iscrizioni” afferma Daniele Rocchetti, presidente provinciale di Acli Bergamo.

“Vorremmo dare al percorso un’impostazione esperienziale più che tecnica, oltre che a dare strumenti vorremmo offrire un duplice sguardo sulla questione della politica locale: da un parte i politici locali che devono confrontarsi con il cittadino, dall’altra i tecnici che possono raccontare come si realizzare un progetto politico in un contesto di regole e limiti. In questo senso proporremo una modalità laboratoriale con simulazione di casi concreti” dichiara Beppe Toccagni, consigliere di presidenza con delega alla politica.

Claudia Lenzini (collaboratrice)

“Ciascuno deve fare la propria parte, anche i giovani possono e devono fare la propria parte perché è importante mettersi in gioco e non chiamarsi fuori – conclude Claudia Lenzini, collaboratrice di Acli –. Non proporremo lezioni frontali ma di occasioni di coinvolgimento, anche per educare al corretto utilizzo degli strumenti”.

“Crediamo sia importante offrire strumenti ai giovani che intendono candidarsi per le prossime elezioni amministrative, con l’obiettivo per avvicinare i giovani in una logica di accompagnamento” aggiunge Simone Pezzotta. 

Il programma completo e il modulo per l’iscrizione (obbligatoria) è disponibile online a questo link: http://www.aclibergamo.it/2018/10/12/iscrizioni-politica/
Le iscrizioni scadono venerdì 2 novembre.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI