BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega critica il PD sulle nomine: “Non accetteremo mai di governare con chi pensa a occupare poltrone”

La lettera giunge dopo le dichiarazioni espresse nel corso della seduta dell’Assemblea dei Sindaci dello scorso 20 ottobre da parte del candidato alla presidenza della Provincia Gianfranco Gafforelli

Si avvicina sempre di più la data delle elezioni provinciali, nonostante ciò non si placano sulle nomine all’interno del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Istituti Educativi e di quelle imminenti in Fondazione Cariplo.

A riproporre la questione sono stati i consiglieri della Lega Nord Gianfranco Masper, Andrea Cappelletti, Santo Giuseppe Minetti e Giorgio Valoti i quali, all’interno di una lettera, hanno espresso la propria contrarietà a governare in futuro con il Partito Democratico.

La missiva, all’interno della quale si fa riferimento anche ad alcune scelte prese nei giorni scorsi dal presidente della Provincia Matteo Rossi, giunge dopo alcune dichiarazioni espresse durante l’Assemblea dei Sindaci dello scorso 20 ottobre Gianfranco Gafforelli in cui il sindaco di Calcinate sottolineava come la sua scelta di candidarsi alla poltrona di Via Tasso fosse giunta “a patto che ci sia una condivisione unanime sui programmi” e su come “continuerà nel tentativo di convincere tutte le forze presenti”.

“A parte il fatto che noi siamo convinti che per una sana gestione della cosa pubblica sia necessaria la presenza in consiglio, oltre che di una ‘maggioranza stessa, come potrebbe dialogare con un partito, il Pd appunto, che ad un mese dalla scadenza del mandato asseconda un presidente che si è autonominato nel CDA di una società partecipata della Provincia come Istituti Educativi portandosi dietro l’amico di partito Luigi Sorzi, il compagno di partito sindaco di Costa Volpino (Mauro Bonomelli, NdR) e nominando come consultante il sindaco di Treviolo (Pasquale Gandolfi, NdR) , anche lui tesserato; che ha cercato di ‘adottare il PTCP’ (il piano di governo del territorio) per imporre le proprie scelte; e che vuol ‘nominare’ i nuovi rappresentanti della Provincia nella Fondazione Cariplo, il cui mandato scade al 30 aprile 2019, un giorno prima delle elezioni – scrivono i membri del Carroccio -. A questa proposta noi rispondiamo ‘no, grazie’. Noi non accetteremo mai di governare con una forza politica che mette al primo posto il desiderio di occupare il maggior numero di poltrone. Noi vogliamo governare per il bene del territorio e dei cittadini bergamaschi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.