La malattia è arte: alla Triennale le opere di giovani affetti da gravi patologie - BergamoNews
A milano

La malattia è arte: alla Triennale le opere di giovani affetti da gravi patologie

Arte testimonianza di verità, per aiutare gli altri a guarire e aiutare noi stessi alla non-diversità

Dov’è il confine della diversità, tra l’essere malato e l’essere sano?

Quando la malattia diventa arte. Le opere di giovani ragazzi affetti da gravi patologie sono messe in mostra alla Triennale di Milano dal 17 ottobre, perché la malattia può diventare opera d’arte.

Per aiutare i giovani affetti da malattie gravi l’organizzazione +Lab del Politecnico di Milano insieme all’associazione Blivers, ha messo in mostra il 17 ottobre alla Triennale creazioni prodotte con la stampante 3D delle malattie e delle cicatrici vissute sulla pelle dei ragazzi di Blovers, affetti da patologie come HIV, disturbi dell’alimentazione, tumore.
Ad essere generosi, la Venere, ha un arto su quattro. Adesso nessuno direbbe che la Venere è brutta.

Le stampe della Venere in contemporanee forme, colori sgargianti, in commistione con diversi materiali, traducono al pubblico la vita e la malattia dei giovani ragazzi di Blivers. Esporre la loro fragilità, per farne punto di forza. Rappresentare la loro fragilità per combatterla.
Arte testimonianza di verità, per aiutare gli altri a guarire e aiutare noi stessi alla non-diversità.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it