BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dal Comune di Bergamo più servizi per accogliere i senzatetto in vista dell’inverno

Il progetto PON-TE è gestito da un insieme di organizzazioni che raccoglie tutte quelle impegnate nel settore sul territorio

Più informazioni su

Mercoledì 17 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale per l’eradicazione della povertà proclamata dalle Nazioni Unite, l’Ambito Territoriale 1 di Bergamo organizza una giornata dedicata alla conoscenza del fenomeno della grave emarginazione adulta e delle misure per contrastarlo. In particolare, sarà l’occasione per conoscere il progetto PON-TE finanziato dal PON Inclusione (avviso 4/2016) che si propone di strutturare i servizi già attivi sul territorio al fine di assicurare risposte più efficaci, quale ad esempio il varo del Piano Freddo, misura che per la prossima stagione invernale organizza una maggior capacità di accogliere le persone senza dimora.

Il progetto PON-TE è gestito da un insieme di organizzazioni che raccoglie tutte quelle impegnate nel settore sul territorio: l’Opera Bonomelli – Nuovo Albergo Popolare in qualità di capofila, la Caritas Diocesana Bergamasca, l’Opera Patronato San Vincenzo e le cooperative sociali: Pugno Aperto, Ruah, Bessimo e Con-tatto.

Il progetto prevede una serie di misure di contrasto alla grave emarginazione adulta con quattro focus principali:

ABITARE: saranno avviate cinque unità abitative per persone senza dimora con l’innovativa metodologia “housing first” e saranno ricondotte ad un unico quadro di coordinamento le diverse esperienze residenziali precedentemente avviate dalle organizzazioni coinvolte;

SALUTE: aumento del numero di operatori dedicate alle persone senza dimora con problemi di salute, anche successivamente a ricoveri ospedalieri, e avvio di una collaborazione stabile con i servizi sanitari;

LABORATORI: verranno avviati cinque laboratori con finalità socio-occupazionali, con particolare riguardo ai giovani e alle donne, gruppi sempre più presenti in strada;

AGGANCIO: ottimizzazione delle strategie di incontro e di aggancio delle persone in strada anche attraverso la condivisione di strumenti e di conoscenze tra le organizzazioni.

Il prossimo inverno vedrà un potenziamento strutturato dei servizi di accoglienza al fine di evitare la rincorsa a piani emergenziali in occasione dei picchi di freddo, facilmente prevedibili.

Saranno attivi diversi punti di ascolto dei bisogni (centro di primo ascolto Caritas, camper Servizio Esodo Patronato, Camper Network Bessimo, Sportello Prossimità, Opera Bonomelli, Mensa Posto Caldo, Terre di mezzo) che grazie ad un lavoro di rete potranno rispondere più velocemente e in modo più efficace alle necessità degli utenti, proponendo sia posti letto e cibo, ma anche offrendo percorsi riabilitativi.

In particolare saranno previsti a partire dal 19 novembre e fino alla fine del mese di marzo:

– posti letto già predisposti presso le strutture di accoglienza con una maggiore flessibilità e disponibilità, nella logica di una facilitazione delle procedure di accesso ai servizi, anche a prescindere dalla volontà di avviare percorsi di recupero.

– 17+7 ulteriori posti letto nel dormitorio Galgario ristrutturato progressivamente attivabili in base alle necessità + altri 12 eventualmente attivabili in 24 ore per uomini;

– 4 ulteriori posti letto per donne;

– apertura del servizio diurno di accoglienza in Galgario in orario pomeridiano feriale;

– apertura della mensa “Posto caldo” in stazione anche durante il pomeriggio (14-18, da lunedì a venerdì) quale ricovero diurno nelle fasi più acute di freddo;

– aumento del personale in strada nelle tre unità già attive (camper Esodo, camper Network, Terre di Mezzo) per indirizzare verso le strutture di accoglienza.

Il Piano Freddo si pone l’obiettivo esplicito di assicurare il massimo impegno affinché nessuno dorma in strada durante l’inverno, nella consapevolezza che nessuna persona potrà comunque essere costretta a non farlo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.