BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Finti tecnici a Cologno e Mornico al Serio, allarme truffa nella Bassa

Pioggia di segnalazioni durante la giornata di martedì 16 ottobre

Si presentano quasi sempre in coppia, vestiti in tenuta da lavoro e dotati di tesserino di riconoscimento, ovviamente finto. In alcuni casi, un complice si traveste da agente di polizia, in modo da non incutere sospetti. Chiedono di entrare in casa per effettuare delle verifiche e mentre uno tiene occupato i proprietari, l’altro ne approfitta per fare razzia.

La piaga dei finti tecnici delle utenze è una realtà ormai ben consolidata sul territorio, con segnalazioni assai frequenti da parte di diversi cittadini, alcuni dei quali purtroppo raggirati per l’eccesso di fiducia.

Gli ultimi casi arrivano da Cologno e Mornico al Serio, dove l’allarme è scattato martedì 16 ottobre. Alcuni cittadini, fortunatamente, non avrebbero abboccato all’esca, allertando prontamente le autorità competenti.

“Attenzione! – scrive l’amministrazione di Cologno al Serio sulla pagina Facebook ufficiale -. Ci è stata segnalata nella nostra zona la presenza di truffatori che si spacciano per agenti e tecnici del servizio idrico per entrare nelle abitazioni private e derubare i malcapitati. Come da raccomandazioni delle forze dell’ordine, non aprite a figure del genere e segnalate subito la loro presenza a Polizia Locale o Carabinieri”.

Simili le parole del primo cittadino di Mornico Eugenio Cerea, che attraverso i social avverte: “Abbiamo ricevuto una segnalazione dettagliata sulla presenza di finti operatori Enel in Via Santa Valeria. Prestare attenzione e contattare il comune per la verifica della presenza degli operatori Enel sul nostro territorio”.

Come ribadito sempre più spesso dalle autorità, quando ci si trova in situazioni simili è sempre meglio evitare di aprire la porta a persone sospette, effettuando una rapida verifica telefonica con le compagnie di cui queste persone affermano di far parte o chiamando gli stessi agenti della Polizia locale per i dovuti controlli.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.