BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Olimpiadi Giovanili, doppietta dorata per Giorgia Villa nella ginnastica artistica foto

La quindicenne di Brembate ha vinto la medaglia d’oro nel volteggio e nel concorso all-round

Aveva già conquistato cinque medaglie all’ultima edizione degli Europei, nonostante ciò la stella di Giorgia Villa non aveva ancora concluso di brillare e, dopo la rassegna continentale da record, la giovane di ginnasta di Brembate Sotto si è ripetuta con due medaglie d’oro alle Olimpiadi Giovanili in corso a Buenos Aires, in Argentina.

La quindicenne in forza alla Brixia Gym ha vinto sabato 13 ottobre l’oro nel volteggio, un successo che bissa quello di venerdì 12 quando Giorgia era stata in grado di portare a casa la vittoria nel concorso all – round, un primo posto che sinora l’Italia non aveva mai ottenuto nella ginnastica artistica nella storia di questa competizione.

Nel volteggio la bergamasca ha sbaragliato la concorrenza con ottimo doppio avvitamento perfettamente stoppato che le è valso il punteggio di 14.600 di valutazione, a cui ha fatto seguito un solido fty da 13.866 in grado di permetterle di ottenere un giudizio finale di 14,233; un punteggio ben più elevato dell’ungherese Csenge Bacskay (13.933) e della canadese Emma Spence (13.483).

Come anticipato nella prima giornata di finali Giorgia si era già aggiudicata il titolo nel concorso all-round, un successo giunto dopo una lunga settimana di qualificazione in cui l’azzurra ha saputo conservare la testa della gara con il passare delle prove e che l’ha vista totalizzare un punteggio di 54.066.

A permetterle di raggiungerle il prestigioso risultato sono state innanzitutto le ottime prove svolte nel volteggio, dove la giovane ginnasta ha raggiunto quota 14.566 grazie ad un super doppio avvitamento, e nelle parallele, in cui, nonostante una piccola imprecisione, Giorgia ha saputo fissare il punteggio a 14.000.

Fondamentale a fini del risultato finale è stata tuttavia la chiusura di gara che ha visto da una parte la Villa impegnata in un discreto esercizio alla trave (12.300), dove la quindicenne ha limitato gli errori; dall’altra una buona prova al corpo libero (13.200), all’interno del quale nell’esecuzione delle diagonali acrobatiche ha prevalso l’espressivita della brembatese, in grado di battere così la britannica Amelie Morgan (53.432) e l’ucraina Anastasiia Bachynska (52.332).

Dopo la doppietta dorata, ora Giorgia Villa proverà a raggiungere il tris nelle parallele asimmetriche, un tris che qualora si compisse, proietterebbe la brembatese nell’Olimpo della ginnastica artistica.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.