BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“È nata una stella”, anzi due: promossa l’accoppiata Bradley Cooper-Lady GaGa

I due protagonisti del film "A Star Is Born". Se l'attore convince nei panni di regista, la pop-star sorprende in quelli di attrice

Più informazioni su

Titolo: A star is born
Regia: Bradley Cooper
Attori: Bradley Cooper, Lady GaGa, Sam Elliott, Andrew Dice Clay, Anthony Ramos, Bonnie Somerville
Durata: 135 minuti
Giudizio: ****
Programmazione: UCI Cinemas Orio

A Star is Born

La struttura di base di “A star is born” non è nuova al mondo del cinema. Infatti, è stata riproposta ben 3 volte nel corso della storia: la prima nel 1937, la seconda nel 1954 e la terza nel 1976, con la grande Barbra Streisand.

Seppur con modalità e nomi diversi, la stessa storia torna oggi, per la quarta volta, sotto la novella regia di Bradley Cooper: belloccio americano che, a partire da “Una notte da leoni”, è riuscito ad innalzarsi a ruoli più d’impatto in “Il lato positivo” e “American Sniper”. In realtà, inizialmente la regia di questo film era stata affidata proprio a Clint Eastwood, che avrebbe voluto come protagonista femminile niente di meno che Beyoncé. Tuttavia, a causa della gravidanza di questa, Clint alla fine ha deciso di lasciare la regia in mano al suo pupillo, Bradley Cooper che, devo dire, qualcosina dal grande Clint l’ha imparata.

Jackson Maine (interpretato da Bradley Cooper stesso) è un famoso cantante country che la gente adora e perseguita chiedendo foto e autografi; e come spesso capita ai personaggi del mondo dello spettacolo, Jack trova nell’alcol una via di fuga da questo mondo falso.

Una sera, in cerca di altro gin, finisce in un bar di drag queens, in cui, con il benestare delle signore travestite, si esibisce Ally (interpretata da una Lady GaGa mai vista prima), una cameriera acqua e sapone. Ally è timida e insicura, ossessionata dal suo aspetto non convenzionale; ma quando sale sul palco e inizia a cantare, il mondo intorno a lei si ferma.

Jackson resta immediatamente stregato da quei suoi occhi languidi e dal suo innegabile talento, tanto da non poter più fare a meno di lei. Dopo una folle notte di avventure insieme, la trascina nel suo mondo, dandole un palco dover poter esprimere tutto quello che ha da dire. Cantando insieme a Ally, Jackson ritrova quella più pura parte di sé che era ormai andata perduta; e attraverso gli occhi di Jakson, Ally riesce finalmente a vedersi dentro.

Inizia così un turbinio di nuove opportunità, che Ally prende al volo, costruendosi una carriera e scalando da sola le classifiche del mondo discografico. Con le sue forze e il costante aiuto di Jack, arriva ai Grammy. Un sogno che si realizza. Tuttavia, in maniera inversamente proporzionale, più Ally ha successo e più Jackson sprofonda in un lento e inesorabile declino. L’amore tra i due è folle, disperato; resiste a tutto, nel bene e nel male, ma sarà abbastanza per salvare Jack dai fantasmi del suo passato?

Insomma, quanti talenti può avere nella vita una persona? Perché Bradley Cooper è bello, recita molto bene, canta divinamente e in più è pure in grado di girare un gran film? Beh, come minimo è antipatico. Davvero, complimenti. Performance incredibile sia come attore, con quei suoi occhi tristi e quel barcollare ubriaco alla Johnny Depp, sia come regista, con piacevoli primi piani e indizi importanti lasciati brillantemente qua e là nel film, come bricioline di pane per gli spettatori.

Ma forse, la vera rivelazione del film è GaGa, pseudonimo di Stefani Germanotta, che oltre alla voce stupenda, è riuscita a mostrare un lato di sé, vulnerabile e forte allo stesso tempo, mai visto prima.

Il film va molto oltre la musica che, per quanto meravigliosa, fa solo da contorno a tutta un’altra realtà che tocca e resta nello spettatore, anche una volta uscito dalla sala.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.