Quantcast
BergamoScienza: gli spettacoli e i laboratori del secondo week-end - BergamoNews
A cura di

BergamoScienza

Il programma

BergamoScienza: gli spettacoli e i laboratori del secondo week-end

La 16esima edizione di BergamoScienza continua con numerosissime attività laboratoriali, visite guidate e mostre interattive.

La 16esima edizione di BergamoScienza, inauguratasi lo scorso sabato, continua con numerosissime attività laboratoriali, visite guidate e mostre interattive. Non solo conferenze ma anche tanti spettacoli e laboratori aperti al pubblico per esplorare la materia scientifica sotto numerosi punti di vista. Un intreccio di emozioni, sapere e spettacolo crea il clima ideale per promuovere e diffondere la scienza in un pubblico ampio.

Gli spettacoli del secondo weekend

In collaborazione con la rassegna Contaminazioni Contemporanee domenica 14 ottobre alle 21 nella suggestiva Basilica di Santa Maria Maggiore andrà in scena un doppio concerto che accompagnerà il pubblico nel magico mondo della musica greca contemporanea. Eleni Karaindrou, considerata la più grande compositrice greca, con Sokratis Sinopoulos, uno dei più importanti suonatori di lira nel panorama internazionale saranno accompagnati dalla straordinaria voce della cantante SotiriaRouvoli. A esecuzioni di brani tratti da Medea i musicisti greci alterneranno brani inediti del Sokratis Sinopoulos Quartet ispirati alla musica sacra e profana bizantina.

Venerdì 12 ottobre alle 21 la Compagnia teatrale del Sole porta sul palco del Teatro Civico di Dalmine L’Universo è un materasso e le stelle un lenzuolo, uno spettacolo sul racconto del Tempo narrato da Kronos. 

Sabato 13 ottobre alle 17 sarà proiettato il film Matteo Ricci. The Mandarin of Friendship dedicato alla vita e all’opera di Matteo Ricci, gesuita italiano vissuto in Cina nel XVI secolo che fu il primo a costruire un ponte fra la Cina e l’Occidente in un’epoca in cui agli stranieri era vietato entrare nel Regno di mezzo. Uno speciale evento organizzato da Anny Carraro e Studio AC in collaborazione con INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare).

Dalle 10 di sabato 13 fino alle 8 di domenica 14 ottobre nell’Auditorium ci sarà una Maratona Robot con le proiezioni di alcuni dei più grandi film sia per grandi che per piccini, che hanno come protagonisti dei robot: Wall-E, Big Hero 6e Guerre Stellari sono solo alcuni dei titoli proposti.

Quanta scienza c’è in cucina! (domenica 14, ore 15 – Auditorium) è lo spettacolo organizzato da AIF (Associazione per l’Insegnamento della Fisica), che offre una panoramica su alcune apparecchiature utilizzate in cucina il cui funzionamento si basa su principi fisici: dallo scolapasta al cavatappi, dal microonde alle piastre a induzione.

Lunedì 15 ottobre alle 21 nell’Auditorium la proiezione del film Il cervello da un miliardo di dollari. La storia di Harry Palmer, agente del servizio segreto britannico che accetta di portare a Helsinki una scatola ermeticamente chiusa, della quale ignora il contenuto. Prima di partire però scoprirà un terribile segreto…

Di seguito alcuni dei laboratori aperti al pubblico in programma tra venerdì 12 e lunedì 15 ottobre:

ABCscienza: laboratorio calore (sabato 13 e domenica 14 ottobre – Convento di San Francesco) introduce i concetti di temperatura, le modalità di trasferimento del calore e dell’energia e gli effetti sulla materia. Gli esperimenti scientifici saranno modulati a seconda dell’età dei partecipanti: un’occasione unica per scoprire qualcosa della fisica e della tecnologia che si incontra nella vita di tutti i giorni.

Ne I misteri della cellula vegetale (sabato 13 e domenica 14 ottobre – Isis G.Natta) il pubblico potrà sperimentare l’osservazione microscopica dei vegetali presenti nell’alimentazione quotidiana,  osservare aspetti relativi all’organizzazione della struttura delle cellule e dei tessuti.

Nel blu dipinto di blu (sabato 13 ottobre – ITIS P. Paleocapa) propone un viaggio dedicato al colore blu. Fra pigmenti e coloranti, pitture e tinture, antiche tecniche fotografiche rivisitate si trascorrerà un pomeriggio all’insegna della curiosità e del divertimento.

Durante L’origine della vita al microscopio (domenica 14 ottobre – Liceo scientifico Lussana) i ragazzi illustreranno ai partecipanti la composizione di una classica catena alimentare che si ritrova in allevamento mediante la microscopia ottica e lo stereomicroscopio. L’osservazione sarà guidata da personale esperto.

Oceani perduti, fiumi volubili, sabbie mobili (sabato 13 e domenica 14 ottobre – Fontana del Delfino) è una visita guidata che propone, attraverso una passeggiata lungo percorsi non consueti della città, di scoprire tracce di “oceani perduti”, “vulcani placati” e “sabbie mobili”.

Programma e prenotazioni: www.bergamoscienza.it

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI