BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Paolo Ferrari, 13 anni, campione italiano ‘Junior’ di kart: “Vinco e sogno la F1”

Il giovanissimo pilota di Palazzago ha conquistato il titolo Aci Rok categoria junior 2018 di karting: "La gara più entusiasmante? Ad Adria, dove ho vinto dopo essere partito quindicesimo"

Più informazioni su

Verrebbe da dire: “Un nome, una garanzia”. O meglio, un cognome. Perché in questo caso si parla di Ferrari, e quando si parla di Ferrari non si può parlare che di talento.

Lui è Paolo Ferrari, 13 anni originario Palazzago, pilota del team Baby Race – sponsorizzato Serim – e campione italiano Aci Rok categoria junior 2018 di karting, che in questa intervista racconta tutti i segreti di questo sport così particolare.

Paolo, che cos’è il karting?
“Il karting è uno sport che si basa sulla nascita di passioni in giovanissimi piloti che vogliono coltivare la propria passione e arrivare fino in Formula 1. Si tratta di uno sport molto difficile, soprattutto perché sono molti piloti che battagliano per la vittoria”.

Com’è strutturata una macchina da kart?
“Nel caso della mia categoria si parla di auto di cilindrata125 monomarce, con le quali è possibile raggiungere anche una velocità massima di 110 chilometri orari nel caso ci si ponga in scia ad un’altra vettura”.

Come si svolge una gara e quali sono i momenti più critici?
“La gara si divide in una sessione di prove libere, una di qualifiche e infine due manche di gara. La parte più complessa della prova sono i sorpassi, che è possibile compiere in genere in entrata di curva o sul rettilineo”.

Come è nata la passione per questo sport?
“La passione nasce da mio padre che in passato ha corso in moto trial e che a cinque anni mi ha permesso di provare per la prima volta un kart sul circuito di Curno. Da lì ha notato la mia velocità rispetto agli altri bambini presenti per cui a 6 anni ho iniziato a correre”.

Paolo Ferrari

Come si è costruita la vittoria del Campionato Italiano?
“Inizialmente il nostro proposito era iniziare e arrivare almeno alla top five, tuttavia durante le gare si è reso possibile capire che avevamo un giusto margine per puntare anche alla vittoria e grazie a ciò siamo riusciti a conquistare il titolo italiano”.

In gara qual è il segreto per vincere?
“Il segreto è in partenza cercare di non rischiare nulla con il gruppo compatto, in seguito occorre capire se ne hai di più dei piloti che ti precedono e se ne hai la possibilità di sorpassarli alla curva successiva”.

Fra le gare che ha disputato quest’anno, se dovesse sceglierne una, qual è stata la più bella?
“La più bella è quella che si è svolta sul circuito di Adria quando, partendo dal quindicesimo posto in griglia su 34 piloti presenti dopo aver avuto un contatto in qualifica che mi ha relegato in quella posizione, sono riuscito a recuperare e a vincere sia in gara 1 che in gara 2”.

Quali saranno i prossimi obiettivi?
“I prossimi obiettivi saranno la Rok Cup International Final che si svolgerà a metà ottobre sul circuito di Lonato del Garda ed è una gara particolarmente importante perché riunirà i piloti più forti provenienti da tutto il mondo. Sarebbe molto bello vincerla perché è l’obiettivo di ogni pilota prendere parte a questa competizione. In seguito avrò una gara a Las Vegas a cui parteciperanno i campioni nazionali delle categorie senior e junior rok”.

In conclusione, qual è il suo sogno?
“Come tutti i piloti che corrono in go-kart il sogno del cassetto è di arrivare in Formula 1 e un giorno di poter diventare come Sebastian Vettel, un pilota di cui ammiro in particolare la tenacia”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.