BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Feltri su Gori: “Lo licenziai e Berlusconi si complimentò, ora è un sindaco bravissimo”

Il direttore di Libero: "Ha reso Bergamo un giardino"

Più informazioni su

È uscito poco meno di un mese fa il libro “Il borghese” in cui Vittorio Feltri ha deciso di raccontare la sua vita e la sua carriera.

Il direttore di Libero durante la trasmissione “L’Aria che Tira” (su La7), ha raccontato alcuni aneddoti contenuti nella pubblicazione, parlando anche di Giorgio Gori e degli scontri avuti ai tempi di BergamoOggi: “Ricordo che assunsi un ragazzo che credevo fosse bravissimo, e in effetti lo era. Si chiamava Giorgio Gori. Dopo qualche mese lo licenziai, perché in un giornale di provincia per non perdere lettori bisogna sentire le due campane, quella di sinistra e quella di destra. Invece Gori sentiva solo quella di sinistra. Io naturalmente lo pregai di cambiare rotta e invece lui continuò a fare questa cosa, finché non dovetti licenziarlo”.

E ha aggiunto: “Qualche anno dopo mi telefonò Berlusconi e mi disse: ‘Caro Feltri, io la invidio, perché lei è riuscito a licenziare Gori e io non ci sono mai riuscito‘”.

Feltri, però, ha riservato anche una carezza all’attuale primo cittadino (che proprio martedì 9 ottobre ha annunciato di essere disponibile a ricandidarsi, nel 2019): “Però – ha infatti concluso – devo dire che Gori è un bravissimo sindaco che ha reso Bergamo un giardino”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.